E-R | BUR

n.9 del 16.01.2013 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA), L.R. 9/99, DLgs 152/06 – Nuovo allevamento di ovaiole in gabbia, in comune di Mirandola (MO). Proponente Capoferri Sergio e Claudio S.S. Integrazione all’avviso di deposito per domanda di concessione di derivazione acqua pubblica sotterranea con procedura ordinaria ai sensi dell’art. 6 del R.R. 41/01

Nell’ambito del procedimento di VIA previsto per la realizzazione di un nuovo allevamento di ovaiole in gabbia, il cui avviso di deposito è stato pubblicato nel BURERT n. 77 del 9/5/2012, la Provincia di Modena - Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli ambientali integrati, avvisa che la ditta Capoferri Sergio e Claudio s.s. ha presentato, in data 12/10/2012, ai sensi del R.R. 41/01, domanda di concessione di derivazione di acqua pubblica sotterranea per i seguenti usi:

  • uso igienico ed assimilati diversi da antincendio,
  • irrigazione aree verdi aziendali,
  • uso zootecnico assimilato a industriale,
  • raffrescamento e lavaggio locali,

Localizzazione: Via Pistoia, località Tramuschio, Comune di Mirandola, NCT foglio 8 mappale 40

La portata di prelievo richiesta è pari a 1,75 l/s (massima), 1,28 l/s (media), per un volume annuo di mc. 40.210,00.

Ai sensi dell’art. 26 comma 4 DLgs. 152/06, il provvedimento di VIA sostituisce o coordina tutte le autorizzazioni, intese, concessioni, licenze, pareri, nulla osta e assensi comunque denominati in materia ambientale, necessari per la realizzazione e l’esercizio dell’opera o dell’impianto.

L’Autorità competente in merito al procedimento di VIA è il Comune di Mirandola, con sede in Piazza Costituente 1, Mirandola.

In base alla Convenzione stipulata tra la Provincia di Modena ed il Comune di Mirandola, il responsabile del procedimento è l’Ing. Alberto Pedrazzi, dirigente del Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati della Provincia di Modena, con sede in Viale J. Barozzi n.340 - 41124 Modena.

L’avvio del procedimento coincide con l’acquisizione dell’istanza di VIA da parte del Comune di Mirandola, avvenuta il giorno 27/3/2012.

Ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. 152/06, la procedura di VIA deve concludersi entro 150 giorni naturali consecutivi dalla data di presentazione dell’istanza da parte del proponente, fatta salva eventuale proroga, ai sensi del medesimo art. 26.

Entro 15 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT, chi volesse prendere visione della domanda e degli elaborati progettuali può rivolgersi a:

  • Servizio Tecnico di Bacino Po di Volano e della Costa, Viale Cavour n.77 - 44100 Ferrara - Posizione organizzativa Gestione tecnico amministrativa delle risorse idriche, previo appuntamento;
  • Provincia di Modena - Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati, Viale Barozzi n. 340 - 41124 Modena;
  • Comune di Mirandola, sede provvisoria del Servizio Urbanistica - Ambiente Via Dorando Pietri n. 4 - 41037 Mirandola (MO).

Le domande concorrenti, le osservazioni e/o le opposizioni al rilascio della concessione devono pervenire, in forma scritta, al Servizio Tecnico di Bacino Po di Volano e della Costa, Viale Cavour n. 77 - 44100 Ferrara e, per conoscenza, alla Provincia di Modena - Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati, Viale Barozzi n. 340 - 41124 Modena.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it