E-R | BUR

n.182 del 28.06.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di verifica (screening) relativo al progetto di ampliamento del piazzale di stoccaggio di autodemolizione esistente in comune di Longiano, proponente Decarli Auto Snc. (Titolo II della L.R. 9/99)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

1. di dare atto e fare proprio il parere contenuto nella relazione istruttoria redatta dalla Struttura Arpae, inviato alla Regione Emilia-Romagna con nota prot.7744 del 22/5/2017 e acquisito dalla Regione Emilia-Romagna al PG/2017/377147 del 22/5/2017; tale relazione costituisce l'ALLEGATO 1 della presente delibera e ne è parte integrante e sostanziale;

2. di escludere, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i., l'intervento proposto dalla Ditta Decarli Auto s.n.c. di Decarli Vittorio & C. (P.IVA n. 03368480400), relativo al progetto di estensione di un piazzale di stoccaggio facente parte dell'attività di autodemolizione già esistente senza aumento dei quantitativi lavorati, sito in comune di Longiano (FC), via Guido Rossa n.13, in quanto non comporterà impatti negativi e significativi sull'ambiente, a condizione siano rispettate le seguenti prescrizioni:

a) la vasca relativa alla Zona 3 deve essere messa in esercizio prima di utilizzare il relativo piazzale funzionalmente alle modifiche progettuali previste;

b) in fase di cantiere dovranno essere applicate tutte le misure gestionali e di mitigazione acustica necessarie al fine di garantire il rispetto dei limiti vigenti al ricettore maggiormente prossimo e sensibile;

c) nella situazione post operam dovrà essere eseguito, secondo i criteri stabiliti dal DM 16/03/98, un rilievo acustico del livello di rumore ambientale in periodo diurno in continuo per 16 ore (dalle ore 06.00 alle ore 22.00), presso il recettore R1 sul lato dello stesso rivolto verso l'area dell'impianto;

d) dovranno essere eseguiti presso lo stesso ricettore R1 rilievi in esterno, a confine di proprietà dello stesso e ad altezza del piano primo, del livello di rumore residuo in periodo diurno in assenza totale dell'attività in oggetto e del livello di rumore ambientale nelle condizioni peggiorative in termini di tipologia e contemporaneità di attività dei macchinari presenti; i rilievi suddetti dovranno avere una durata in continuo tale da poter estrapolare il dato orario maggiormente significativo in periodo diurno;

e) i rilievi suddetti dovranno essere effettuati entro un anno dalla data di rilascio dell'autorizzazione in giorno feriale e i risultati, corredati da specifiche planimetrie e relazione tecnica concernente l'esatta ubicazione del rilievo, la descrizione delle condizioni di misura e delle sorgenti interne attive, dovranno essere trasmessi alla Regione Emilia-Romagna Servizio VIPSA, ad Arpae – SAC Forlì-Cesena e al Comune di Longiano entro un mese dalla conclusione della esecuzione di tutti i rilievi stessi;

f) qualora il rispetto dei limiti vigenti non sia verificato o siano evidenziate criticità, e sia necessaria la realizzazione di misure di mitigazione acustica, le medesime andranno realizzate antecedentemente all'eventuale futuro utilizzo dell'edificio R1 con permanenza di persone e la sua trasformazione quindi in spazio fruibile da persone e comunità. 

3. di determinare le spese per l'istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 500,00 (cinquecento/00) ai sensi dell'art. 28 della L.R. n. 9 del 1999 e della deliberazione della Giunta Regionale 15/7/2002, n. 1238, importo correttamente versato alla Struttura Arpae all'avvio del procedimento;

4. di trasmettere la presente delibera al proponente, alla Struttura Arpae competente (Arpae SAC di Forlì-Cesena), all'Azienda U.S.L. di Cesena e al Comune di Longiano;

5. di pubblicare per estratto, ai sensi dell'art. 10, comma 3, della L.R. n. 9 del 1999, il presente partito di deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

6. di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell'art. 10, comma 3, della L.R. n. 9 del 1999, il presente provvedimento di verifica (screening).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it