E-R | BUR

n.212 del 13.07.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

PSR 2014-2020 - Misura 16 - Deliberazione della Giunta regionale n. 2268/2015. Avvisi pubblici per il tipo di Operazione 16.1.01 "Gruppi operativi del PEI per la produttività e la sostenibilità dell'agricoltura", Sottomisura 16.1 "Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura". Focus Area 2A, 4B, 4C, 5A e 5E. Differimento termini di conclusione dei procedimenti istruttori

IL DIRETTORE

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;

- il Regolamento delegato (UE) n. 640/2014 della Commissione dell’11 marzo 2014 che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;

- il Regolamento delegato (UE) n. 807/2014 della Commissione dell’11 marzo 2014 che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 della Commissione del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 della Commissione del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

Visto il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020, attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305/2013, approvato dalla Commissione europea con Decisione C(2015)3530 final del 26 maggio 2015, nella formulazione acquisita agli atti d’ufficio della Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie al numero di protocollo PG/2015/0349905 in data 28 maggio 2015, della quale si è preso atto con la deliberazione della Giunta regionale n. 636 dell’8 giugno 2015;

Richiamata la modifica al Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020 - Versione 2 - approvata dalla Commissione europea con Decisione C(2015)9759 final del 18 dicembre 2015, nella formulazione acquisita agli atti d’ufficio della Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie al numero di protocollo PG/2015/0891537 in data 29 dicembre 2015, della quale si è preso atto con la deliberazione della Giunta regionale n. 10 dell’11 gennaio 2016;

Richiamata altresì la L.R. 23 luglio 2001, n. 21 che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure dei Programmi di Sviluppo Rurale con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001;

Atteso che con deliberazione della Giunta regionale n. 2268 del 28 dicembre 2015 sono stati approvati gli Avvisi pubblici regionali di attuazione per l’anno 2015 del Tipo di operazione 16.1.01 “Gruppi operativi del PEI per la produttività e la sostenibilità dell’agricoltura”, Sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” - Focus Area 2A, 4B, 4C, 5A e 5E - del P.S.R. 2014-2020 - nella formulazione di cui agli Allegati 1, 2, 3, 4 e 5 alla medesima deliberazione;

Richiamato, in particolare, il punto 2), parte dispositiva, della predetta deliberazione n. 2268/2015 il quale prevede che eventuali specifiche precisazioni tecniche a chiarimento di quanto indicato negli Avvisi pubblici di che trattasi nonché eventuali proroghe al termine di scadenza per la presentazione delle domande di sostegno ed alla tempistica fissata per le fasi procedimentali possano essere disposte con determinazione del Direttore Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie;

Atteso che i predetti Avvisi individuavano:

- quale termine finale di presentazione delle istanze le ore 13.00 del giorno 31 marzo 2016;

- quale durata massima dell’istruttoria di ammissibilità e valutazione delle domande pervenute, 90 giorni dal termine di presentazione suddetto, ovvero il giorno 29 giugno 2016;

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 395 del 22 marzo 2016 con la quale è stato approvato, nella formulazione allegata al medesimo atto quale parte integrante e sostanziale, il "Protocollo d’intesa" fra Regione Emilia-Romagna e Accademia Nazionale di Agricoltura di Bologna - di seguito Accademia - finalizzato all’attivazione di sinergie nel campo dell’innovazione al sistema agroambientale e agroalimentare;

Atteso che, ai sensi di quanto previsto all’art. 5 del predetto Protocollo - regolarmente sottoscritto in data 11 aprile 2016 - l’Accademia si era impegnata, tra l’altro, a supportare la Regione - Assessorato Agricoltura, Caccia e Pesca - nella fase di valutazione dei Piani presentati dai Gruppi Operativi per l'innovazione pervenuti in esito agli Avvisi pubblici precedentemente richiamati, specificatamente per la valutazione tecnico-scientifica, avvalendosi della professionalità dei membri dell’Accademia in ragione del settore di specializzazione, con le modalità e le tempistiche previste nei predetti Avvisi pubblici, garantendo terzietà di giudizio e assenza di conflitti di interesse, nonché assoluta riservatezza riguardo alla documentazione esaminata, senza che tale attività comporti alcun onere finanziario per la Regione;

Dato atto che, anche in relazione a quanto disposto dalla suddetta deliberazione n. 395/2016, con successiva deliberazione della Giunta regionale n. 614 del 28 aprile 2016 è stato costituito un “Gruppo di valutazione” per ciascuno degli Avvisi pubblici regionali di cui alla citata deliberazione n. 2268/2015 con finalità istruttorie e di valutazione delle domande di sostegno, articolato in due sottogruppi, uno tecnico - amministrativo ed uno scientifico, composto da membri dell'Accademia, per Aree di competenza e per Focus Area, secondo la composizione di cui all'Allegato 1 della medesima deliberazione;

Rilevato in particolare che con la predetta deliberazione n. 614/2016 è stato affidato al “Gruppo di valutazione” - sottogruppo scientifico - la valutazione dei principi di selezione “Coerenza tra la composizione del Gruppo Operativo e gli obiettivi del Piano” e “Validità del Piano dal punto di vista tecnico, scientifico da valutare in base alla completezza dell’individuazione dei problemi da affrontare ed alla descrizione delle ricadute concrete per gli agricoltori in termini di realizzazioni e misurabilità degli indicatori di risultato” nonché l’attribuzione dei relativi punteggi e la sottoscrizione da parte dei tre esperti dell’Accademia di appositi verbali, uno per ogni Piano valutato, da trasmettere al Responsabile del Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare per l'approvazione della graduatoria;

Considerato che con nota acquisita agli atti del Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare in data 22 giugno 2016 al prot. PG/2016/473044, la predetta Accademia ha comunicato l'impossibilità da parte dei sottogruppi scientifici di concludere nei termini preventivati l'attività concernente la valutazione dei 156 progetti affidati, a causa di alcune difficoltà procedurali di carattere organizzativo interno collegate al trasferimento della documentazione oltre che alla complessità e numerosità delle valutazioni e ai necessari controlli, chiedendo ulteriori 15 giorni per completare l’attività;

Atteso che tale richiesta comporta la necessità di differire la data ultima prevista per la conclusione dei procedimenti istruttori fissata al 29 giugno 2016;

Ritenuto pertanto al fine di consentire l’espletamento di tutti gli adempimenti previsti dagli Avvisi pubblici regionali approvati con la citata deliberazione n. 2268/2015 ed acquisire le valutazioni dei sottogruppi scientifici secondo le modalità definite dalla citata deliberazione n. 614/2016, di fissare il termine di conclusione dell'istruttoria per gli Avvisi di che trattasi al 15 luglio 2016;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modiche e integrazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

- le deliberazioni della Giunta regionale:

  • n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche e integrazioni;
  • n. 2189 del 21 dicembre 2015 ad oggetto “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale”;
  • n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;
  • n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto ai sensi della sopracitata deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 e successive modifiche ed integrazioni;

determina:

1) di richiamare integralmente le considerazioni formulate in premessa, che costituiscono parte integrante del presente atto;

2) di differire al 15 luglio 2016 il termine per la conclusione dei procedimenti istruttori relativi alle domande di sostegno presentate a valere sul Tipo di operazione 16.1.01 “Gruppi operativi del PEI per la produttività e la sostenibilità dell’agricoltura”, sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” - Focus Area 2A, 4B, 4C, 5A e 5E - di cui agli Avvisi pubblici approvati con deliberazione n. 2268/2015;

3) di dare atto che resta confermato quant'altro stabilito con le sopra citate deliberazioni della Giunta regionale n. 2268/2015 e n. 614/2016;

5) di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare provvederà a darne la più ampia diffusione anche sul sito internet E-R Agricoltura e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it