E-R | BUR

n. 164 del 30.11.2010 (Parte Seconda)

XHTML preview

Cooperativa Sociale C.C.I.L.S. – Valutazione positiva, con limitazioni, dei progetti di servizio civile nazionale ai sensi del prontuario allegato al D.P.C.M. 9 novembre 2009

IL RESPONSABILE

(omissis)

determina: 

1 la valutazione positiva del progetto di servizio civile nazionale: Stella polare presentato dall’ente: Cooperativa Sociale C.C.I.LS. con le seguenti limitazioni: 

- eliminazione della previsione in base alla quale il progetto si rivolge a tutti i ragazzi in età compresa fra i 18 e i 25 anni (da stralciare le parole «in età compresa fra i 18 e i 25 anni»), riportata nella voce 22 “Eventuali requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto oltre quelli richiesti dalla legge 6 marzo 2001, n. 64”, in quanto trattasi di requisito in contrasto con la normativa di riferimento che consente l’accesso al servizio civile nazionale fino all’età di 28 anni non compiuti; 

- alla voce 39 (Tecniche e metodologie di realizzazione previste per la formazione specifica) è stato indicato “l’affiancamento agli operatori professionali impiegati presso la sede d’attuazione del progetto” in evidente contrasto con le Note esplicative per la redazione dei progetti di servizio civile nazionale da realizzare in Italia, contenute nel Prontuario approvato con DPCM 4/11/2009, che relativamente alla voce in questione prevedono: «Indicare le metodologie alla base del percorso formativo per i volontari e le tecniche che saranno impiegate per attuarlo tra le quali non rientrano l’affiancamento e l’accompagnamento» (la parte sottolineata è stata introdotta dal nuovo Prontuario). Tale previsione deve essere pertanto limitata. Ne consegue che anche la durata della formazione specifica debba essere ridotta delle 25 ore attribuite dall’ente alla metodologia contestata, assestando la voce 41 in 50 ore (75 ore previste – 25 ore per affiancamento = 50 ore da indicare alla voce 41); 

2 di inviare la presente determinazione all’ente interessato; 

3 di pubblicare, per estratto, il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna; 

4 di dare atto che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al T.A.R. nei termini e nei modi previsti dalla legge 1034/71, come modificata dalla legge 205/00 o, in alternativa, è ammesso ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei termini e nei modi previsti dal DPR 1199/71, come modificato dalla legge 205/00.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it