E-R | BUR

N. 195 del 28.12.2011 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso pubblico finalizzato al conferimento di un incarico di prestazione d’opera intellettuale di natura professionale nell’ambito del Progetto “Supporto alla Regione Emilia-Romagna in materia di VAS e di VIA: studi per la definizione di specifiche metodologie per le procedure di VAS e VIA – Definizione dei criteri di monitoraggio delle procedure di VIA” - Prot. n. PGDG/2011/5774 del 16/12/2011

Art. 1: Indizione dell’avviso

L’ARPA – Direzione Tecnica, indice un avviso pubblico per il conferimento di un incarico di prestazione d’opera intellettuale di natura professionale finalizzato allo svolgimento di attività connesse al progetto di cui al successivo art. 3, in applicazione di quanto previsto nella “Disciplina in materia di conferimento di incarichi di prestazione d’opera intellettuale, con contratti di lavoro autonomo presso ARPA E.R.”, approvata con deliberazione del Direttore generale 62/10, e visibile sul sito web istituzionale di ARPA E.R.

Art. 2: Requisiti d’ammissione

Possono presentare domanda di partecipazione alla presente procedura i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • diploma di laurea (DL) di durata non inferiore a quattro anni conseguito secondo gli ordinamenti didattici previgenti al D.M. 3 novembre 1999, n. 509, ovvero laurea specialistica (LS) di durata quinquennale ora denominata laurea magistrale (LM, ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. b) del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270) in Scienze Ambientali;
  • esperienza in materia di VIA, in particolare per quanto concerne gli aspetti tecnici, procedurali ed istruttori, su differenti categorie progettuali di competenza regionale;
  • esperienza maturata nella redazione di studi di impatto ambientale, studi di incidenza e nella valutazione degli stessi;
  • approfondita conoscenza della vigente normativa in materia di tutela dell’ambiente e degli strumenti di Programmazione e Pianificazione Territoriale (con particolare riferimento alla scala dei PTCP) e Settoriale;
  • conoscenze ed esperienze di campo (survey) nel settore ecologico e naturalistico;
  • capacità di lettura, interpretazione e gestione di dati GIS;

I requisiti dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.

Art. 3: Progetto oggetto dell’incarico

L’incarico di prestazione d’opera intellettuale di natura professionale viene conferito nell’ambito del seguente progetto: “Supporto alla Regione Emilia-Romagna in materia di VAS e di VIA: Studi per la definizione di specifiche metodologie per le procedure di VAS e VIA” - Definizione dei criteri di monitoraggio delle procedure di VIA.

La prestazione oggetto dell’incarico consiste nell’esecuzione delle seguenti attività:

- redazione di linee guida finalizzate alla definizione dei criteri di monitoraggio da attuarsi, ai sensi dell’art. 28 del DLgs 152/06 e successive modifiche ed integrazioni, per il controllo dello stato dell’ambiente e degli impatti ambientali derivanti dalla realizzazione dei progetti assoggettati alle procedure disciplinate dalla legge regionale sulla VIA.

In maniera propedeutica alle attività oggetto del presente bando, all’incaricato è richiesto supporto specialistico nella fase istruttoria delle procedure di Valutazione di Impatto Ambientale di competenza regionale e, quindi, una parte significativa di tali attività sarà svolta presso il Servizio Valutazione Impatto e Promozione sostenibilità ambientale della Regione Emilia-Romagna - Viale della Fiera n.8 - Bologna.

Art. 4: Durata e compenso dell’incarico

L’incarico ha una durata prevista di n. 9 mesi.

Il compenso da corrispondersi all’incaricato è pari ad Euro 21.850

Il compenso sarà fatturato dal professionista secondo le seguenti scadenze:

  • il 30% dell’importo complessivo pari ad Euro 6.555, a seguito della presentazione, entro 3 mesi dalla stipula del contratto, di una relazione sulle attività svolte di cui all’art. 3;
  • il 30% dell’importo complessivo pari ad Euro pari ad Euro 6.555, a seguito della presentazione entro 6 mesi dalla stipula del contratto, di una relazione sulle attività svolte di cui all’art. 3;
  • il 40% a saldo, pari a d Euro 8.740, a seguito della presentazione della relazione finale sulle attività svolte.

ARPA provvederà ai pagamenti entro 60 giorni dal ricevimento delle fatture.

Art. 5: Modalità di presentazione delle domande e dei curricula

I soggetti interessati possono presentare domanda di partecipazione alla presente procedura, corredata con il relativo curriculum, tramite le seguenti modalità:

- invio a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: ARPA Direzione Tecnica - Largo Caduti del Lavoro n. 6 - 40122 Bologna.

- consegna a mano presso ARPA Direzione Tecnica - Largo Caduti del Lavoro n. 6 - Bologna - 6° piano - URP, durante i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30.

Fa fede esclusivamente la data di avvenuta ricezione della domanda da parte di ARPA.

- invio a mezzo di posta elettronica certificata alla seguente casella di posta certificata: dirgen@cert.arpa.emr.it. In questo caso fa fede esclusivamente la data di avvenuta ricezione da parte di ARPA della mail di spedizione della domanda. Non sarà, comunque, ritenuto valido - con conseguente esclusione dei candidati dalla procedura comparativa in oggetto - l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria, anche se effettuato all’indirizzo di posta elettronica certificata di ARPA sopra indicato.

La domanda, da redigersi sulla base dell’apposito modello reperibile sul sito web di ARPA (Allegato A) deve contenere specifico riferimento al presente avviso pubblico.

Per essere ammesso alla valutazione comparativa il candidato deve, inoltre, dichiarare, sotto la propria responsabilità, anche penale, di:

a) essere in possesso del titolo di studio indicato all’art.2 del presente avviso (i titoli di studio conseguiti presso Istituti esteri devono essere corredati dal provvedimento di riconoscimento o equiparazione previsto dal nostro ordinamento godere dei diritti civili e politici);

b) godere dei diritti civili e politici;

c) non aver riportato/aver riportato condanne penali e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale;

d) di non essere/essere sottoposto a procedimenti penali, per quanto a sua conoscenza;

e) se cittadino di Stato non appartenente all’Unione Europea, di essere in regola con le vigenti norme in materia di soggiorno nel territorio italiano.

Le domande ed i curricula devono pervenire entro e non oltre il giorno 11/1/2012, quale data di scadenza del presente avviso.

Le domande presentate oltre il termine di scadenza dell’avviso sono considerate irricevibili.

Art. 6: Valutazione comparativa delle candidature e dei curricula, espletamento colloquio, predisposizione dell’elenco di esperti ed individuazione del soggetto cui conferire l’incarico di collaborazione

Successivamente alla scadenza del presente avviso, al fine di individuare il soggetto da incaricare, il Dirigente competente procederà in via preventiva alla valutazione delle candidature e dei curricula pervenuti e successivamente all’espletamento di un colloquio con coloro che si siano collocati, al termine della comparazione delle candidature e dei curricula medesimi, nei primi dieci posti utili, compresi gli ex aequo.

I curricula ricevuti saranno valutati sulla base dei seguenti criteri:

  • qualificazione culturale e professionale;
  • esperienza in materia di VIA, in particolare per quanto concerne gli aspetti tecnici, procedurali ed istruttori, su differenti categorie progettuali di competenza regionale;
  • esperienza maturata nella redazione di Studi di Impatto Ambientale, Studi di Incidenza e nella valutazione degli stessi;
  • conoscenze ed esperienze di campo (survey) nel settore ecologico e naturalistico;
  • capacità di lettura, interpretazione e gestione di dati GIS.

Il punteggio sarà attribuito con le modalità indicate nella seguente tabella: 

Criteri per la valutazione delle candidature e dei curricula

  • qualificazione culturale e professionale: max punti 10
  • esperienza in materia di VIA, in particolare per quanto concerne gli aspetti tecnici, procedurali ed istruttori, su differenti categorie progettuali di competenza regionale: max punti 30
  • esperienza maturata nella redazione di Studi di Impatto Ambientale, Studi di Incidenza e nella valutazione degli stessi: max punti 20
  • conoscenze ed esperienze di campo (survey) nel settore ecologico e naturalistico: max punti 10
  • capacità di lettura, interpretazione e gestione di dati GIS: max punti 10

totale max punti 80

I candidati che otterranno un punteggio totale pari o superiore a 50/80, saranno dichiarati “idonei”.

I soli candidati che, al termine della comparazione delle candidature e dei curricula, si siano collocati nei primi dieci posti utili, compresi gli ex aequo, saranno convocati, mediante lettera raccomandata a.r. o indirizzo PEC se comunicato dal candidato, a sostenere un colloquio con il Dirigente competente, al fine di completare la procedura comparativa per l’individuazione del soggetto da incaricare.

Il colloquio sarà valutato sulla base dei seguenti criteri:

  • chiarezza espositiva;
  • qualità della metodologia di lavoro;
  • conoscenza della vigente normativa in materia di tutela dell’ambiente e degli strumenti di Programmazione e Pianificazione Territoriale e Settoriale.

Il punteggio sarà attribuito con le modalità indicate nella seguente tabella:

Criteri per valutazione colloquio (a titolo esemplificativo)

  • chiarezza espositiva: max punti 5
  • qualità della metodologia di lavoro: max punti 5
  • conoscenza della vigente normativa in materia di tutela dell’ambiente e degli strumenti di programmazione e pianificazione territoriale e settoriale: max punti 10

totale punti: max punti 20

Il punteggio conseguito in sede di colloquio verrà sommato a quello riportato in sede di valutazione dei curricula, e sarà formulata la graduatoria finale dei soggetti risultati “idonei”.

La graduatoria sarà pubblicata sul sito web istituzionale dell’Agenzia.

Al candidato che riporterà il punteggio più alto verrà conferito l’incarico in oggetto.

La stipulazione del contratto di prestazione d’opera intellettuale è subordinata alla verifica dell’effettivo possesso dei requisiti prescritti e all’effettiva possibilità da parte dell’Agenzia di attivare l’incarico in riferimento alle disposizioni di legge e alle disponibilità finanziarie.

In caso di cessazione anticipata dall’incarico sarà possibile utilizzare la graduatoria per il conferimento di un nuovo incarico.

La graduatoria potrà, altresì, essere utilizzata, mediante scorrimento, entro un anno dalla data di protocollo del verbale di formulazione della graduatoria stessa, per il conferimento di ulteriori incarichi che abbiano a riferimento identica professionalità da parte di tutta l’Agenzia, nel rispetto di quanto previsto nella Disciplina di cui all’art.1 del presente avviso.

L’inclusione nella graduatoria non attribuisce alcun diritto al conferimento di un incarico di prestazione d’opera intellettuale.

ART. 7: Responsabile del procedimento

Il Responsabile del procedimento, ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 4, 5 e 6 della Legge n. 241/90 e della L. R. n. 32/93, è l’Ing. Vito Belladonna.

ART. 8: Te rmine di conclusione del procedimento

La procedura di conferimento di incarico di prestazione d’opera intellettuale in oggetto si concluderà nel termine di due mesi decorrenti dal giorno di pubblicazione del presente avviso nel BUR.

ART. 9: Tutela della privacy

I dati personali di cui ARPA E.R. verrà a conoscenza in applicazione delle procedure oggetto della “Disciplina in materia di conferimento di incarichi di prestazione d’opera intellettuale, con contratti di lavoro autonomo presso ARPA E.R. approvata con deliberazione del Direttore generale 62/10, saranno trattati nel rispetto delle disposizioni di cui al DLgs 196/03.

L’ Informativa per il trattamento dei dati personali costituisce l’allegato B, reperibile sul sito di ARPA.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it