E-R | BUR

n.31 del 10.02.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Specificazioni relative alla deliberazione di Giunta n. 1 del 2016

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Premesso che:

- con propria deliberazione di n. 1 del 2016 si sono, tra l’altro, pianificati, nelle more della definitiva approvazione del PRGR da parte dell’Assemblea legislativa, i flussi dei rifiuti urbani prodotti nell’ambito regionale e di quelli provenienti dalla Repubblica di San Marino per le motivazioni e per gli effetti ivi estesamente riportati;

- in particolare nella propria succitata deliberazione si è disposto che gli effetti di tale pianificazione decorrono dalla data dell’approvazione dell’atto precisando che i gestori del servizio dovranno adeguarsi a tali previsioni entro 15 giorni dall'approvazione dell’atto fatta eccezione per i rifiuti provenienti dalla Repubblica di San Marino per i quali il termine è stato fissato in trenta giorni decorrenti sempre dall'approvazione dell’atto;

Preso atto che:

- con nota del 19 gennaio 2016 (PG. 2016.0021807) il gestore AIMAG S.p.a. ha comunicato che, a causa dello svolgimento ancora in corso dei lavori di approntamento della discarica di Medolla la stessa sarà presumibilmente pronta al ricevimento dei rifiuti ad essa indirizzati solo a partire dal 7 marzo 2016 e ha chiesto di potere continuare a conferire alla discarica di Fossoli Carpi fino al termine di tali lavori e comunque fino all’esaurimento delle volumetrie residue della discarica stessa;

- con comunicazione resa per le vie brevi il gestore Hera S.p.a. ha comunicato che, a causa di un fermo impianto, il termovalorizzatore di Coriano non è in grado di ricevere i rifiuti provenienti dalla Repubblica di San Marino prima del 15/2/2016;

Richiamata la propria deliberazione n. 1 del 2016 che, con riferimento al gestore AIMAG S.p.a., dispone che i flussi dei rifiuti prodotti nel bacino di riferimento debbano essere indirizzati alla discarica di Medolla e, con riferimento al gestore Hera S.p.a., che i rifiuti provenienti dalla Repubblica di San Marino debbano essere indirizzati al termovalorizzatore di Coriano;

Considerato che con riferimento ai casi evidenziati si rende necessario prorogare le attuali modalità di conferimento dei rifiuti per il tempo strettamente necessario al superamento delle criticità rilevate;

Ritenuto quindi di effettuare delle specificazioni in ordine al termine previsto per l’adeguamento da parte dei gestori alle previsioni pianificatorie della propria deliberazione n. 1 del 2016;

Richiamate le motivazioni riportate alla propria deliberazione di Giunta n. 1 del 2016;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alla difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e della montagna;

per le ragioni in premessa che qui si intendono integralmente richiamate, 

A voti unanimi e palesi

 delibera: 

1. di differire al momento dell’approntamento della discarica di Medolla e comunque entro il mese di marzo 2016 il termine per il gestore AIMAG SpA per adeguarsi alle previsioni pianificatorie della propria deliberazione n. 1 del 2016 con riferimento ai flussi dei rifiuti prodotti nel proprio bacino di gestione precisando che nel frattempo continuano le modalità di conferimento dei rifiuti attualmente in essere;

2. di differire al termine del fermo impianto del termovalorizzatore di Coriano e comunque entro il mese di febbraio 2016 il termine per il gestore Hera S.p.a. per adeguarsi alle previsioni pianificatorie della propria deliberazione n. 1 del 2016 con riferimento ai flussi dei rifiuti provenienti dalla Repubblica di San Marino precisando che nel frattempo continuano le modalità di conferimento dei rifiuti attualmente in essere;

3. di dare atto che con riferimento ai flussi interessati dal fermo impianto del termovalorizzatore si applica quanto previsto ad capitolo 9, paragrafo 9.4 della Relazione generale di Piano;

4. di precisare che per quanto non regolato dal presente atto si applicano le disposizioni contenute alla propria deliberazione n. 1 del 2016;

5. di trasmettere la presente deliberazione all’Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente ed Energia dell’Emilia-Romagna (ARPAE), all’Agenzia Territoriale dell’Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti (Atersir), al gestore AIMAG S.p.a. e Hera SpA e alla Repubblica di San Marino;

6. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it