E-R | BUR

n.11 del 13.01.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

Assegnazioni a destinazione vincolata. Variazione di bilancio

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) e successive modificazioni e integrazioni;

Considerato in particolare l’articolo 51, il quale stabilisce:

  • al comma 2 che “Nel corso dell'esercizio la Giunta, con provvedimento amministrativo, autorizza le variazioni del documento tecnico di accompagnamento e le variazioni del bilancio di previsione riguardanti:

a) l'istituzione di nuove tipologie di bilancio, per l'iscrizione di entrate derivanti da assegnazioni vincolate a scopi specifici nonché per l'iscrizione delle relative spese, quando queste siano tassativamente regolate dalla legislazione in vigore.”

  • al comma 3 che “L'ordinamento contabile regionale disciplina le modalità con cui la giunta regionale o il Segretario generale, con provvedimento amministrativo, autorizza le variazioni del bilancio gestionale che non sono di competenza dei dirigenti e del responsabile finanziario.”

Viste:

  • la Legge regionale 29 dicembre 2015, n. 24 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;
  • la Legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna“ per quanto applicabile;
  • la propria deliberazione n. 2259 del 28 dicembre 2015 avente ad oggetto “Approvazione del Documento Tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016 – 2018”;
  • la propria deliberazione n. 342 del 14 marzo 2016 “Aggiornamento del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016 -2018.”;
  • la Legge regionale n. 14 del 29 luglio 2016 “Assestamento e seconda variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;
  • la propria deliberazione n. 1258 del 01 agosto 2016 avente ad oggetto “Aggiornamento del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;

Richiamata la propria deliberazione n. 104 del 1 febbraio 2016 avente ad oggetto “Disposizioni transitorie per la gestione delle variazioni al Bilancio di Previsione” ed in particolare il punto B) lettera a) dell’allegato parte integrante al medesimo provvedimento, che attribuisce alla Giunta la competenza per le variazioni al documento tecnico di accompagnamento, al bilancio di previsione e al bilancio gestionale per l'iscrizione delle entrate derivati da assegnazioni vincolate nonché delle relative spese;

Preso atto delle assegnazioni a destinazione vincolata di seguito illustrate;

Assegnazione dello Stato per il Programma di recupero alloggi ed immobili di edilizia residenziale pubblica

Visti:

  • il decreto legge 28 marzo 2014, n. 47 convertito, con modificazioni, dalla legge 23 maggio 2014, n. 80, recante ”Misure urgenti per l’emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l’Expo 2015”;
  • il decreto interministeriale (Ministro delle infrastrutture e dei trasporti - Ministro dell’economia e delle finanze - Ministro per gli affari regionali e le autonomie) n. 97 del 16 marzo 2015 recante: “Criteri per la formulazione di un programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Legge 28 marzo 2014, n. 47 convertito, con modificazioni, dalla Legge 23 maggio 2014, n. 80” e in particolare l’articolo 2 che prevede l’articolazione del Programma nelle due linee:

a) interventi di non rilevante entità finalizzati a rendere prontamente disponibili gli alloggi sfitti mediante lavorazioni di manutenzione e di efficientamento;

b) interventi di ripristino di alloggi di risulta e di manutenzione straordinaria;

  • l’art. 1, comma 235, della legge 23 dicembre 2014 n. 190 che per le finalità del sopracitato decreto legge n. 47/2014 autorizza la spesa per gli anni 2015, 2016 e 2017;
  • il decreto 12 ottobre 2015 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che all’art. 4 vincola il trasferimento delle risorse, per le annualità 2016 e 2017, all’attestazione della necessità finanziaria da rapportare all’effettivo avanzamento della spesa della sopracitata linea a), come desunto dal rapporto di monitoraggio rilasciato dal Responsabile regionale dell’attuazione del Programma di cui all’art. 5, comma 2, del menzionato decreto 16 marzo 2015 n. 97;
  • il D.L. 25 novembre 2015 n. 185, convertito con modificazioni, dalla Legge 22 gennaio 2016 n. 9 che all’art. 14, al fine di incentivare il programma di recupero di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica nonché per prevenire fenomeni di occupazione abusiva, autorizza la spesa di ulteriori 25 milioni;
  • il decreto 5 ottobre 2016 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che anticipa all’anno 2016 l’erogazione delle risorse programmate per l’annualità 2017 per gli interventi di linea a) sopracitati, con le modalità dell’art. 4 del D.M. 12 ottobre 2015, specificando che le risorse allocate sul bilancio dello Stato per l’esercizio 2017 saranno destinate alla copertura del Fabbisogno eccedente richiesto dalle Regioni, come risulta dall’Allegato C, del menzionato D.M. 12 ottobre 2015;
  • la bolletta d’incasso n. 17900 del 13 dicembre 2016 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di euro 2.207.693,64, con causale “TESUN-89867939048113 Programma di recupero, Linea A), Anticipazione annualità 20 Cap. 7443 TiT. 21 art. 2”;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio della Vicepresidente e Assessore alle politiche di welfare e politiche abitative, Prot. NP/2016/24610 del 19 dicembre 2016;

Assegnazione dello Stato per interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole

Visti:

  • il Decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 concernente il Fondo di solidarietà nazionale per gli interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole colpite da calamità naturali e da avversità atmosferiche di carattere eccezionale;
  • il Decreto legislativo 18 aprile 2008, n. 82 di adeguamento della normativa del Fondo di solidarietà nazionale agli orientamenti comunitari per gli aiuti di Stato nel settore agricolo e forestale (2006/C 319/01) e al regolamento (CE) 1857/2006, della Commissione, del 15 dicembre 2006;
  • il Decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali n. 3764 del 11 febbraio 2016 che assegna alla Regione Emilia-Romagna l’importo di Euro 900.677,00 a titolo di riparto tra le regioni del prelevamento dal Fondo di solidarietà nazionale per l’anno 2015;
  • la bolletta d'incasso n. 17686 del 7 dicembre 2016 di euro 900.677,00 con causale “TESUN-89834309044750 Fondo Solidarieta Naz.le DM 3764 11/2/2016 Tit. 21”;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio dell'Assessore a Agricoltura, caccia e pesca, Prot. NP/2016/24646 del 19/12/2016;

Assegnazione dello Stato per l’acquisto di libri di testo e di altri contenuti didattici

Visti:

  • l’art.1, comma 258, della Legge 28 dicembre 2015 n. 208 258 ”Per concorrere alle spese sostenute e non coperte da contributi o sostegni pubblici di altra natura per l'acquisto di libri di testo e di altri contenuti didattici, anche digitali, relativi ai corsi d'istruzione scolastica fino all'assolvimento dell'obbligo di istruzione scolastica, è istituito, presso il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, un fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabiliti i criteri e le modalità di individuazione dei destinatari del suddetto contributo sulla base dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), nonché di assegnazione e di erogazione dello stesso.”;
  • la bolletta d’incasso n. 18198/2016 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca di euro 707.609,61 con causale “TESUN-89905669051886 Fornitura libri di testo in favore alunni e studenti Cap. 1501 Tit. 4 art. 1”;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio dell'Assessore al Coordinamento delle Politiche europee allo sviluppo, Scuola, Formazione professionale, Università, Ricerca e Lavoro, Prot. NP/2016/ del 2016;

Ritenuto di dover provvedere alle relative variazioni di bilancio al fine di consentire l'effettuazione degli adempimenti previsti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali rispettando le tempistiche da questo prescritte, subordinando comunque l'effettivo impegno delle risorse alla registrazione del citato decreto;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

  • n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;
  • n. 66 del 25 gennaio 2016 avente ad oggetto: “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e integrità. Aggiornamento per il triennio 2016-2018”;
  • n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 662 del 28 aprile 2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 702 del 16 maggio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle direzioni generali - agenzie - istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore al Bilancio, Riordino istituzionale, Risorse Umane e pari opportunità;

A voti unanimi e palesi

delibera 

1) di prendere atto delle assegnazioni citate in premessa;

2) di apportare al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2016 - 2018 le variazioni ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

3) di apportare al Documento tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione 2016-2018 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;

4) di apportare al Bilancio finanziario gestionale 2016-2018 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto;

5) di allegare al presente provvedimento di variazione il prospetto di cui all’allegato 8 al Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118, da trasmettere al Tesoriere (Allegato 4 parte integrante e sostanziale del presente atto);

6) di dare atto che secondo quanto previsto dal D.Lgs 14 marzo 2013, n.33 nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione n. 66/2016 il presente provvedimento non è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

7) di pubblicare nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, la presente deliberazione ai sensi del comma 8 dell'art. 31 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it