E-R | BUR

n.192 del 02.07.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

RISOLUZIONE - Oggetto n. 5579 - Risoluzione in merito alle procedure per garantire gli ammortizzatori sociali ai lavoratori della Cooperativa Produttori Uova Associati (COPUA). A firma dei Consiglieri: Alessandrini, Casadei, Pariani

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Premesso che

da oltre 30 anni la COPUA, Cooperativa Produttori Uova Associati, produce, confeziona e commercializza uova soprattutto per la grande distribuzione alimentare attraverso due stabilimenti, uno a Cremona (che ha diversa ragione sociale e diversa tipologia di contratto, infatti applica il CCNL-TDS) ed uno a Forlì, nel quale ultimo lavorano circa 70 dipendenti, quasi tutti a tempo determinato;

pur operando in un settore che non ha risentito particolarmente della crisi degli ultimi anni, il 9 maggio scorso, senza alcun preavviso, la direzione aziendale ha annunciato la volontà di sospendere immediatamente la produzione dello stabilimento di Forlì, che secondo la stessa lavorerebbe in perdita.

Evidenziato che

i successivi incontri con le OO.SS. e con le istituzioni locali non sono riusciti a posticipare la chiusura dello stabilimento in attesa che le trattative avessero luogo ed ora il problema più immediato è garantire una fonte di reddito ai lavoratori coinvolti che, inquadrati ai sensi della legge 240/84, non hanno diritto agli ammortizzatori sociali ordinari se non negli unici otto casi di dipendenti assunti a tempo indeterminato, per i quali soli è previsto il versamento dei contributi di previdenza ed assistenza sociale, a cui sarà riconosciuta la CIGS per un anno;

nel ribadire l’importanza del lavoro svolto sul territorio dalle istituzioni e dalle OO.SS. al fine di trovare una soluzione che consenta di riprendere le attività nello stabilimento forlivese o che traghetti verso altre soluzioni occupazionali i lavoratori coinvolti, non escluso anche il riassorbimento nello stabilimento cremonese del gruppo per i dipendenti disposti alla mobilità.

Impegna la Giunta

ad intervenire presso il Governo affinché tutti i lavoratori coinvolti nella chiusura possano accedere agli ammortizzatori sociali in attesa che le parti trovino soluzioni definitive anche per i lavoratori a tempo determinato inquadrati ai sensi della legge 240/84;

a sostenere, d’intesa con le istituzioni locali, la ricerca di potenziali acquirenti del sito forlivese attraverso gruppi che operano nel settore.

Approvata all'unanimità dei presenti nella seduta antimeridiana del 10 giugno 2014

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it