E-R | BUR

n.226 del 26.08.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità (screening) concernente il progetto denominato “Opere di completamento sulla viabilità connessa all’ampliamento dell’A14”, sito nei comuni di Coriano, Misano Adriatico, Riccione e Rimini

L'Autorità competente Provincia di Rimini comunica la decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità (screening) concernente il seguente progetto: Opere di completamento sulla viabilità connessa all’ampliamento dell’A14.

Il progetto e' stato presentato da Autostrade per l’Italia SpA, Via A. Bergamini n. 50 – 00159 Roma.

Il progetto è localizzato nei comuni di Coriano, Misano Adriatico, Riccione e Rimini.

Ai sensi del DLgs 152/06 e della L.R. 9/99, l'Autorità competente Provincia di Rimini, con Decreto del Presidente n. 88 del 5 agosto 2015, ha assunto la seguente decisione:

1. di escludere con le prescrizioni riportate al punto successivo, ai sensi dell’art.10 comma 1 della Legge Regionale n°9 del 18 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni, dalla ulteriore procedura di V.I.A. il progetto denominato “Opere di completamento sulla viabilità connessa all’ampliamento dell’A14”, presentato da Autostrade per l’Italia SpA;

2. di prescrivere i seguenti obblighi ad Autostrade per l’Italia SpA:

  1. Ai fini dell’eventuale incremento delle opere di compensazione e mitigazione ambientale, in riferimento ai possibili effetti negativi per l’incremento di pressione acustica sui ricettori adiacenti alle infrastrutture stradali in progetto, dovrà essere programmato e realizzato, anche secondo quanto sottolineato a pagina 44 della relazione di compatibilità ambientale a cura della società proponente, un apposito Piano di Monitoraggio Acustico, ante e post operam, per gli interventi n. 5, n. 6, n. 7, n. 8 e n. 10, le cui risultanze dovranno essere presentate all’Ufficio VIA della Provincia di Rimini;
  2. Per il mantenimento ed il miglioramento degli spazi e delle barriere verdi previsti per le infrastrutture in progetto, dovrà essere effettuata una loro idonea e costante manutenzione, eventualmente sostituendo rapidamente le piante deteriorate. A tal proposito, su eventuale indicazione dei Comuni interessati dalle opere in progetto, le aree verdi di compensazione e mitigazione degli impatti cagionati dalle opere in esame potranno essere incrementate, previo accordo con i suddetti Comuni;
  3. importante adottare idonei dispositivi per il controllo delle acque di prima pioggia e degli sversamenti accidentali che potrebbero verificarsi a seguito di incidenti sulle infrastrutture stradali in progetto;
  4. Nella fase di cantiere, nel caso in cui, a seguito della progettazione esecutiva dell’opera, dovesse risultare necessaria la rimozione di alcune specie arboree presenti, dovrà essere previsto un riposizionamento delle stesse in altra area disponibile nelle adiacenze dell’area interessata dalle nuove infrastrutture viarie;
  5. Sempre nella fase di cantiere, dovranno essere garantiti accorgimenti e buone pratiche al fine di ridurre al minimo gli impatti cagionati, soprattutto ai residenti nelle adiacenze delle opere in progetto.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it