E-R | BUR

n.9 del 11.01.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 41/97 - Approvazione Piano annuale di ripartizione e concessione contributi alle cooperative di garanzia e consorzi fidi anno 2016, in attuazione della propria deliberazione n. 490/2014 e s.m.i.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la legge regionale 10 dicembre 1997, n. 41 "Interventi nel settore del commercio per la valorizzazione e la qualificazione delle imprese minori della rete distributiva - Abrogazione della L.R. 7 dicembre 1994, n. 49" ed in particolare gli artt. 6 e 7 e successive modificazioni;

Richiamata la propria deliberazione n. 490 del 14 aprile 2014 concernente il Programma pluriennale per la concessione dei contributi di cui agli artt. 6 e 7 della L.R. n. 41/1997 e successiva modifica e integrazione di cui alla deliberazione n. 657 del 16 maggio 2016;

Considerato che il suddetto Programma pluriennale degli interventi approvato con la citata delibera n. 490/2014 e successiva modifica, stabilisce che la Regione provvede a concedere contributi, nelle misure e con le percentuali stabilite al punto 4 dell'allegato A parte integrante del medesimo, al fine di concorrere allo sviluppo di:

a) cooperative di garanzia e di consorzi fidi costituiti tra esercenti il commercio all'ingrosso, al dettaglio, su aree pubbliche, la somministrazione di alimenti e bevande ed altri operatori dei settori commercio, turismo e servizi, nonché di altri settori economici, al fine di fornire ai propri soci:

  • garanzie per l'accesso al sistema creditizio;
  • contributi in conto interessi attualizzati relativi ai finanziamenti assistiti dalle summenzionate garanzie;

b) consorzi e cooperative di garanzia di secondo grado costituiti da almeno tre consorzi e cooperative di garanzia;

Considerato inoltre che il Programma pluriennale di che trattasi stabilisce, ai punti 8 e 9 dell'allegato A, che la Giunta regionale fissi nella deliberazione di riparto annuale:

a) il termine entro il quale le cooperative ed i consorzi di garanzia individuano le imprese destinatarie dei contributi in conto interessi attualizzati ed il termine entro il quale la Regione procede al recupero, salvo compensazione con eventuali nuove concessioni, dei fondi inutilizzati;

b) le misure dei contributi in conto interessi alle imprese associate;

Preso atto che:

  • entro il termine del 15 giugno sono pervenute, n. 11 richieste, ai sensi degli art. 6, per un importo complessivo ammissibile di € 16.985.490,52 e n. 11 richieste, ai sensi dell'art. 7, per un importo complessivo ammissibile di € 16.985.490,52 indicate rispettivamente negli allegati A e B, parti integranti della presente deliberazione;
  • i soggetti richiedenti risultano, dalla documentazione presentata, in possesso dei requisiti fissati dal succitato Programma pluriennale;
  • relativamente agli interventi di cui agli artt. 6 e 7 della L.R. 10 dicembre 1997 n. 41 da porre in essere con il presente atto, è prevista nel bilancio di previsione 2016-2018, una disponibilità di:
    • € 2.000.000,00 sul Cap. 27700 "Contributi per la formazione o l'integrazione dei fondi rischi e del patrimonio di garanzia delle cooperative di garanzia e dei consorzi fidi operanti nel settore del commercio (art. 3 comma 1 lett. a), L.R. 10 dicembre 1997 n. 41)" per l'anno di previsione 2016;
    • € 650.000,00 sul Cap. 27712 "Contributi alle cooperative di garanzia ed ai consorzi fidi finalizzati alla concessione di contributi in conto interessi attualizzati (art. 3, comma 1, lett. b) della L.R. 10 dicembre 1997, n. 41)" per l'anno di previsione 2017;

Dato atto che dalle risultanze dell'istruttoria effettuata dal Servizio Turismo e Commercio risulta che la documentazione pervenuta, allegata alle domande di contributo, che si trattiene agli atti del competente Servizio regionale, è conforme a quanto prescritto al paragrafo 2 del Programma pluriennale e risulta corretta sotto il profilo contabile e che quindi può darsi corso all'approvazione del piano annuale di ripartizione e alla concessione dei contributi in questione, riportati negli allegati A e B e riepilogati nell’ammontare complessivo nell’allegato C, parti integranti e sostanziali del presente atto;

Considerato che le disponibilità esistenti non sono sufficienti a coprire l'intero ammontare delle richieste ammissibili e si rende necessario operare una riduzione proporzionale degli importi dei contributi ammissibili e pertanto le disponibilità sono utilizzate per il 60% secondo i criteri di cui alla lett. A) punto 4 del Programma pluriennale e per il 40% secondo i criteri di cui alla lett. B) punto 4 del programma medesimo;

Visti:

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modificazioni;

- la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136”;

- l’art. 11 della L. 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”;

Dato atto di avere acquisito i codici unici di progetto (CUP), assegnati dalla competente struttura ministeriale per i progetti di investimento pubblico oggetto del presente provvedimento, per i consorzi fidi e le cooperative di garanzia per gli artt. 6 e 7, espressamente indicati rispettivamente negli allegati A e B, parti integranti e sostanziali del presente atto;

Visti inoltre:

  • il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;
  • la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, Abrogazione della L.R. 6/07/1977, n. 31 e 27 marzo 1972 n.4 per quanto applicabile;
  • la L.R. 29 dicembre 2015, n. 22 “Disposizioni collegate alla Legge regionale di stabilità per il 2016”;
  • la L.R. 29 dicembre 2015, n. 23 “Disposizioni per la formazione del Bilancio di previsione 2016-2018 (Legge di stabilità regionale 2016)” e succ. mod.;
  • la L.R. 29 dicembre 2015, n. 24 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018” e succ. mod.;
  • la propria deliberazione n. 2259 del 28 dicembre 2015 avente per oggetto “Approvazione del Documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018” e succ. mod.;
  • L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni ed integrazioni;
  • il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;
  • la propria deliberazione n. 66 del 25/1/2016 "Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l’integrità. Aggiornamenti 2016-2018";

- la determinazione dirigenziale n. 12096 del 25 luglio 2016 “Ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art. 7, comma 3 D.Lgs. 33/2013, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n. 66”;

Dato atto che, ai sensi dell’art. 91, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 159/2011 e successive modificazioni, è stata acquisita l’informazione di cui all’art. 84, comma 3 del D.Lgs. medesimo, per i seguenti soggetti:

  • Confidi per le imprese Società Cooperativa di garanzia Collettiva Fidi - Cesena (FC)(PG/717993 del 15/11/2016);
  • Unifidi Emilia-Romagna Soc. Coop. AR.L. - Bologna (PG/718290 del 15/11/2016);

conservate agli atti della competente struttura regionale;

Dato atto inoltre di aver richiesto tramite la Banca dati nazionale unica per la documentazione antimafia (BDNA) le informazioni antimafie di cui al D.Lgs. medesimo, per i seguenti soggetti:

  • Cofiter - Confidi Terziario Emilia-Romagna Società Cooperativa - Bologna (PR_BOUTG_Ingresso_0082777 del 27/10/2016);
  • a Confidi Punto Net Società Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi – Rimini (PR_RNUTG_Ingresso_0047333 del 04/11/2016);
  • Coop. di Garanzia S. Coop. A R.L. “Creditcomm” - Forlì (PR_FCUTG_Ingresso_0065203 del 26/10/2016);
  • Italia Com-Fidi Soc. Cons. AR.L. - Firenze (PR_FIUTG_Ingresso_0114541 del 27/10/2016);

Dato atto, altresì, che:

  • per il decorso del termine di 30 giorni di cui al comma 2, art. 92 del citato D.Lgs. 159/2011 e successime modificazioni, si ritiene di procedere in assenza dell’informazione antimafia per i suddetti soggetti, fatta comunque salva la facoltà di revoca, così come previsto al comma 3 del medesimo articolo;
  • la documentazione che sarà acquisita, della quale si darà atto nel primo provvedimento di liquidazione, sarà conservata agli atti del competente Servizio;

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui al D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. in relazione all'esigibilità della spesa negli anni 2016 e 2017 (scadenza dell'obbligazione) e che pertanto si possa procedere, sulla base di quanto previsto al paragrafo 6 dell’allegato A della citata deliberazione n. 490/2014 nonché al punto 7 del dispositivo della presente deliberazione, all’assunzione dell’impegno di spesa a favore dei soggetti beneficiari del presente provvedimento, per la somma di € 2.000.000,00 (art. 6 - capitolo 27700) sull'annualità 2016 ed di € 650.000,00 (art. 7 - capitolo 27712) sull'annualità 2017;

Preso atto che la procedura dei conseguenti pagamenti disposti in attuazione del presente atto a valere per l'anno di previsione 2016 è compatibile con le prescrizioni previste dall'art. 56, comma 6, del citato D.Lgs. n. 118/2011 e che analoga attestazione dovrà essere resa nei successivi provvedimenti nei quali si articolerà la procedura di spesa per l'anno di previsione 2017;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

  • n. 2189 del 21 dicembre 2015 “Riorganizzazione a seguito della riforma del sistema di governo regionale e locale”;
  • n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;
  • n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 702 del 16 maggio 2016 concernente “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenzae accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali e dell'anagrafici per la stazione appaltante”;
  • n. 1107 dell’11 luglio 2016 recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta Regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 1681 del 17 ottobre 2016 recante “Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con delibera n. 2189/2015”;
  • n. 2416 del 29 dicembre 2008, esecutiva ai sensi di legge, avente ad oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007" e successive modificazioni;

Vista la determinazione dirigenziale n. 18966 del 25 novembre 2016 concernente “Proroga dell'incarico ad interim sul Servizio gestione della spesa regionale, nell'ambito della Direzione generale Risorse, Europa, Innovazioni e Istituzioni”, nonché la propria deliberazione n. 2123/2016;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore regionale al Turismo, Commercio;

A voti unanimi e palesi

delibera:

sulla base delle ragioni espresse in premessa, che qui si intendono integralmente riportate:

1. di prendere atto delle domande presentate ai sensi degli artt. 6 e 7 della L.R. n. 41/97 in attuazione della propria deliberazione n. 490/2014 e s.m.i., di cui rispettivamente agli allegati A e B, parti integranti della presente deliberazione;

2. di prendere atto che le richieste pervenute ai sensi dell'art. 6, primo comma della L.R. n. 41/97 danno luogo a importi complessivamente ammissibili per € 16.985.490,52 e quelle pervenute ai sensi dell'art. 7 della legge medesima danno luogo a importi complessivamente ammissibili per € 16.985.490,52 come risulta rispettivamente dagli allegati A e B, parti integranti della presente deliberazione;

3. di approvare il piano annuale di ripartizione e di concessione dei contributi secondo gli importi indicati a fianco ai soggetti elencati nell’allegato A per un totale di € 2.000.000,00 e nell’allegato B per un importo di € 650.000,00 e riepilogati negli ammontari complessivi nell’allegato C, parti integranti e sostanziali della presente deliberazione, ai quali sono stati assegnati i codici unici di progetto specificati nei relativi allegati A e B, parti integranti e sostanziali del presente;

4. di impegnare, sulla base di quanto previsto alla lettera a) del paragrafo 6 della propria deliberazione n.490/2014, la spesa di € 2.000.000,00 registrata con n. 5279 di impegno sul capitolo 27700 "Contributi per la formazione o l'integrazione dei fondi rischi e del patrimonio di garanzia delle Cooperative di garanzia e dei Consorzi fidi operanti nel settore del commercio (art. 3 comma 1 lett. a) L.R. 10 dicembre 1997 n. 41)" d el bilancio finanziario gestionale 2016-2018 anno di previsione 2016, approvato con propria deliberazione n. 2259/2015 e succ. mod., che presenta la necessaria disponibilità;

5. di impegnare, sulla base di quanto previsto alla lettera b) del paragrafo 6 della propria deliberazione n. 490/2014 nonché del punto 7 che segue, la spesa di € 650.000,00 registrata col n. 728 di impegno sul capitolo 27712 "Contributi alle cooperative di garanzia ed ai consorzi fidi finalizzati alla concessione di contributi in conto interessi attualizzati (art. 3, comma 1, lett. b) della L.R. 10 dicembre 1997, n. 41)" d el bilancio finanziario gestionale 2016-2018 anno di previsione 2017, approvato con propria deliberazione n. 2259/2015 e succ. mod., che presenta la necessaria disponibilità;

6. di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n.118/2011 e ss.mm.ii., le stringhe concernenti la codificazione della Transazione elementare, come definita dal citato decreto, sono di seguito espressamente indicate:

  • Capitolo 27700 - Missione 14 - Programma 02 - Codice Economico U.2.03.03.03.999 - COFOG 04.7 - Transazione UE 8 - SIOPE 2323 - C.I. Spesa 4 - Gestione ordinaria 3
  • Capitolo 27712 - Missione 14 - Programma 02 - Codice Economico U.2.03.03.03.999 - COFOG 04.7 - Transazione UE 8 - SIOPE 2323 - C.I. Spesa 4 - Gestione ordinaria 3

e che in relazione ai Codici CUP si rinvia ai citati allegati A e B;

7. di dare atto che le cooperative ed i consorzi di garanzia dovranno comunicare a cura del Legale Rappresentante l'elenco delle imprese destinatarie dei contributi in conto interessi attualizzati con l'indicazione dell’impegno finanziario assunto per ciascuna iniziativa entro il 31 dicembre 2017, utilizzando apposito modello reperibile sul sito regionale;

8. di dare atto che i fondi concessi eventualmente non utilizzati dalle cooperative o dai consorzi entro il suddetto termine, verranno recuperati dalla Regione, salvo compensazione con eventuali nuove concessioni da parte delle cooperative e dei consorzi stessi, entro il termine di ventiquattro mesi dalla data di notifica della presente deliberazione;

9. di dare atto che alla liquidazione dei contributi di cui agli allegati A e B provvederà il dirigente regionale competente con propri atti formali, ai sensi del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. e in attuazione della propria deliberazione n. 2416/2008 e successive modificazioni, con le modalità previste al paragrafo 6 "Termini e modalità di liquidazione dei contributi alle cooperative di garanzia e ai consorzi fidi” della predetta deliberazione n. 490/2014 a cui espressamente si rinvia;

10. di fissare, per l'anno di utilizzo dei fondi assegnati con la presente deliberazione, il contributo massimo di cui all'art. 9 della L.R. n. 41/97, nella misura di 2 punti, su riferimento annuale, del tasso di interesse risultante dalla convenzione stipulata tra la cooperativa o il consorzio fidi e l'istituto di credito, elevato a 5 punti sulle aree beneficiarie dei fondi europei nonché nei rimanenti territori compresi nelle Comunità Montane;

11. di dare atto che, ai sensi dell’art. 91, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 159/2011 e successive modificazioni, è stata acquisita l’informazione di cui all’art. 84, comma 3 del D.Lgs. medesimo per Confidi per le imprese Società Cooperativa di garanzia Collettiva Fidi – Cesena (FC) e per Unifidi Emilia-Romagna Soc. Coop. AR.L. (Bologna);

12. di dare atto che la concessione a Cofiter - Confidi Terziario Emilia-Romagna Società Cooperativa – Bologna, a Confidi Punto Net Società Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi – Rimini, a Coop. di Garanzia S. Coop. A R.L. “Creditcomm” - Forlì, e a Italia Com-Fidi Soc. Cons. AR.L. - Firenze è disposta ai sensi del comma 3, dell’art. 92 del D.Lgs. 159/2011 e successive modificazioni, fatta salva la facoltà di revoca prevista dal medesimo comma;

13. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

14. di dare atto inoltre che per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento si rinvia alle disposizioni tecnico operative gestionali indicate nella propria deliberazione n. 490/2014 e successive modifiche e integrazioni di cui alla deliberazione n. 657/2016;

15. di pubblicare integralmente la presente deliberazione nel Bollettino Telematico Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it