E-R | BUR

n.234 del 28.07.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione delle direttive disciplinanti i criteri, le modalità e i termini per la presentazione delle domande di contributo e per la relativa concessione a favore dei soggetti privati e delle attività produttive dei Comuni delle Province di Forlì-Cesena e Rimini per i danni subiti in conseguenza delle eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

VISTI:

- la legge 24 febbraio 1992, n. 225 “Istituzione del Servizio nazionale di protezione civile”;

- il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- il decreto legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 recante “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

- il decreto legge 15 maggio 2012, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2012 n. 100 recante “Disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”;

- la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 "Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile";

PREMESSO CHE:

- nel periodo compreso tra il 31 gennaio e il 12 febbraio 2012 il territorio della Regione Emilia-Romagna è stato interessato da eccezionali precipitazioni nevose con conseguenti danni a immobili privati ad uso abitativo e produttivo, nonché danni ad edifici pubblici;

- con decreto del Presidente della Giunta regionale n. 11 del 6 febbraio 2012 è stato dichiarato, ai sensi dell'art. 8, comma 1, della legge regionale n. 1/2005, lo stato di crisi regionale fino al 31 maggio 2012 per le eccezionali nevicate e gelate che hanno interessato i territori delle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, Ferrara, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma, Piacenza;

- con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 febbraio 2012 è stato dichiarato l’eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari a causa delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio nazionale nel mese di febbraio 2012, ai sensi dell’art 3, comma 1 del decreto legge 4 novembre 2002, n. 245, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2002, n. 286;

- con D.L. 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, art. 23, comma 9, è stata autorizzata la spesa di 9 milioni di euro per gli interventi connessi alle avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio nazionale nel mese di febbraio 2012;

- con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 28 settembre 2012 sono state ripartite le risorse stanziate dall’art. 23, comma 9, del decreto legge del 6 luglio 2012, n. 95, in misura proporzionale alle spese autorizzate e per un importo di € 789.981,05 a favore della Regione Emilia-Romagna;

DATO ATTO che:

- con Legge 24 dicembre 2012, n. 228, art. 1, comma 290 (legge di stabilità 2013), si è disposto che l’autorizzazione di spesa relativa al Fondo di cui all'articolo 6, comma 1, del decreto legge 3 maggio 1991, n. 142, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 luglio 1991, n. 195, è incrementato di 47 milioni di euro nell'anno 2013, di 8 milioni di euro nel 2014 e di 50 milioni di euro nel 2015 per la realizzazione di interventi in conto capitale a seguito di diversi eventi atmosferici verificatisi in diverse regioni italiane, tra cui le eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012 nel territorio della Regione Emilia-Romagna;

- con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2013 sono state ripartite le risorse individuate dal citato comma 290 dell’art. 1 della Legge n. 228 del 24 dicembre 2013 e, per quanto qui rileva, per la Regione Emilia-Romagna colpita dalle eccezionali nevicate di febbraio 2012 le predette risorse sono state così articolate:

- Anno 2013: € 5.745.205,45

- Anno 2014: € 977.907,31

- Anno 2015: € 6.111.920,69

- con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 settembre 2013 recante “Disposizioni inerenti le procedure di utilizzo delle risorse individuate dall'articolo 1, comma 290 della legge 24 dicembre 2012, n. 228” all’art. 1, comma 3, viene stabilito che le risorse in parola possono essere utilizzate nel limite massimo del venticinque per cento per la concessione di contributi per interventi in conto capitale da destinare ai soggetti privati ed alle imprese;

- con propria Deliberazione n. 1447 del 8 ottobre 2012 la Giunta regionale ha ripartito risorse finanziarie regionali pari a 2 milioni di euro per le spese straordinarie sostenute e per gli interventi urgenti nei comuni maggiormente colpiti delle Province di Forlì-Cesena e Rimini;

- con propria Deliberazione n. 1682 del 18 novembre 2013 la Giunta regionale ha approvato il primo stralcio urgente del programma degli interventi per le spese straordinarie sostenute per fronteggiare le conseguenze delle forti nevicate di febbraio 2012, in anticipazione alle risorse statali stanziate con la legge 24 dicembre 2012, n. 228, art 1, comma 290, ripartendo tra i Comuni di Roncofreddo (FC), San Leo (RN) e Sant'Agata Feltria (RN) l’importo di € 364.286,51;

EVIDENZIATO che:

- con nota del Dipartimento della protezione civile, prot. n. DPC/ABI/69828 del 2 dicembre 2013, acquisita agli atti dell’Agenzia regionale di protezione civile con prot. n. PC 15698 del 2 dicembre 2013, è stato comunicato che si è dato corso all’erogazione delle somme riferite alla prima annualità di cui al citato DPCM del 23 marzo 2013, tenuto conto dei tagli lineari in bilancio per effetto delle disposizioni vigenti e che di conseguenza l’importo a favore della Regione Emilia-Romagna ammonta ad € 5.528.898,91;

- pertanto, le risorse finanziarie per l’evento in parola a favore della Regione Emilia-Romagna - tenuto conto dell’annualità 2013 di cui sopra effettivamente trasferita - ammontano complessivamente per le annualità 2013, 2014 e 2015 ad € 12.618.726,91;

DATO ATTO che la somma trasferita di € 5.528.898,91 è stata introitata sul capitolo di entrata E03408 “Assegnazione dello Stato per interventi in conto capitale nei territori colpiti dalle eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012 nelle Marche e nell’Emilia-Romagna (Art. 1 comma 290 Legge 24 dicembre 2012 n. 228; D.P.C.M. 23 marzo 2013)” del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2013;

DATO ATTO che con propria deliberazione n. 799 del 9 giugno 2014, per quanto qui rileva, si è provveduto a:

- destinare l’importo di € 3.154.681,73, corrispondente al 25% delle risorse finanziarie complessive, per la concessione di contributi per interventi in conto capitale a favore dei soggetti privati e delle imprese, e l’importo di € 9.464.045,18, corrispondente al restante 75%, per gli interventi infrastrutturali e di messa in sicurezza, così come stabilito con il citato DPCM del 20 settembre 2013;

- stabilire che i contributi a favore dei soggetti privati e delle attività produttive danneggiati potranno essere destinati ai territori di tutti i Comuni delle Province di Forlì-Cesena e Rimini, in quanto maggiormente colpiti dall’evento in parola;

- individuare le strutture di seguito indicate, che potranno comunque avvalersi del supporto delle Amministrazioni Provinciali:

- l’Agenzia regionale di protezione civile quale struttura competente sia per gli interventi a favore dei soggetti privati sia per gli interventi sulle opere pubbliche;

- la Direzione Generale Attività produttive, commercio, turismo e la Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie quali strutture competenti per gli interventi a favore delle attività produttive;

- stabilire che con successivi propri atti verranno determinati i criteri, le procedure e le priorità per la concessione dei contributi a favore dei soggetti privati e delle attività produttive danneggiate;

RITENUTO di procedere alla definizione di criteri, modalità e termini, come da Direttive in allegato 1 e 2 alla presente deliberazione, per la presentazione delle domande di contributo e la relativa concessione a favore rispettivamente di soggetti privati e attività produttive danneggiati dalle eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012 nei Comuni delle Province di Forlì-Cesena e Rimini;

RITENUTO di evidenziare che nelle Direttive di cui agli allegati 1 e 2 al presente atto si prevede in particolare che, secondo le modalità e nei termini ivi indicati:

- i soggetti interessati, per l’accesso ai contributi in parola, presentino la relativa domanda ai Comuni delle province di Forlì-Cesena e Rimini entro il termine perentorio del 30 settembre 2014;

- i Comuni interessati provvedano all’istruttoria delle domande di contributo presentate nel termine prescritto e a trasmettere alla Regione Emilia-Romagna, per il tramite delle Province che ne accerteranno la regolarità, gli elenchi riepilogativi di quelle ammissibili a contributo, ai fini del trasferimento delle relative risorse finanziarie;

VALUTATA la necessità di accelerare le procedure per il finanziamento dei contributi a favore dei soggetti privati e delle attività produttive danneggiati;

RITENUTO, pertanto, di stabilire che, nelle more del trasferimento delle annualità 2014 e 2015, a valere sulle risorse finanziarie di € 5.528.898,91 (annualità 2013) già trasferite dallo Stato ed introitate sul citato capitolo di entrata E03408 “Assegnazione dello Stato per interventi in conto capitale nei territori colpiti dalle eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012 nelle Marche e nell’Emilia-Romagna (art. 1 comma 290 Legge 24 dicembre 2012 n. 228; D.P.C.M. 23 marzo 2013)” del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2013:

- la somma di € 3.154.681,73 è destinata ai contributi ai soggetti privati ed alle attività produttive danneggiati;

- la restante somma di € 2.374.217,18 è destinata ai primi interventi infrastrutturali e di messa in sicurezza delle aree del territorio regionale interessate dall’evento calamitoso in parola;

DATO ATTO che solo in seguito alla presentazione delle domande di contributo e alla quantificazione dei danni ammissibili ai sensi delle predette Direttive sarà possibile stabilire le quote parti della somma di € 3.154.681,73 da impiegare per la concessione di contributi a favore rispettivamente dei soggetti privati e delle attività produttive;

RICHIAMATE:

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adeguamenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e s.m.i;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2060 del 20 dicembre 2010 di conferimento degli incarichi di Direttori generali per la Direzione generale “Attività produttive, commercio, turismo” alla Dott.ssa Morena Diazzi e per la Direzione generale “Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie” al Dott. Valtiero Mazzotti;

- la deliberazione di Giunta Regionale n. 1080 del 30 luglio 2012 di conferimento dell’incarico di Direttore dell’Agenzia regionale di Protezione Civile al Dott. Maurizio Mainetti;

DATO ATTO dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore a “Sicurezza territoriale. Difesa del suolo e della costa. Protezione Civile”, “ Attività produttive, piano energetico e sviluppo sostenibile, economia verde, edilizia, autorizzazione unica integrata” e “ Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatoria”;

A voti unanimi e palesi

delibera

Per le ragioni espresse in parte narrativa che qui si intendono integralmente richiamate:

1) di approvare le Direttive di cui agli allegati 1 e 2 e correlata modulistica, parti integranti e sostanziali del presente atto, disciplinanti i criteri, le modalità e i termini per la presentazione delle domande di contributo e la relativa concessione a favore rispettivamente di soggetti privati e delle attività produttive danneggiati dalle eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012 nei territori delle Province di Forlì-Cesena e Rimini;

2) di evidenziare che nelle Direttive di cui al punto 1 si prevede in particolare che, secondo le modalità e nei termini ivi indicati:

- i soggetti interessati, per l’accesso ai contributi in parola, presentino la relativa domanda ai Comuni delle province di Forlì-Cesena e Rimini entro il termine perentorio del 30 settembre 2014;

- i Comuni interessati provvedano all’istruttoria delle domande di contributo presentate nel termine prescritto e a trasmettere alla Regione Emilia-Romagna, per il tramite delle Province che ne accerteranno la regolarità, gli elenchi riepilogativi di quelle ammissibili a contributo, ai fini del trasferimento delle relative risorse finanziarie;

3) di stabilire che, nelle more del trasferimento delle annualità 2014 e 2015, a valere sulle risorse finanziarie di € 5.528.898,91 (annualità 2013) già trasferite dallo Stato ed introitate sul capitolo di entrata E03408 “Assegnazione dello Stato per interventi in conto capitale nei territori colpiti dalle eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012 nelle Marche e nell’Emilia-Romagna (Art. 1 comma 290 Legge 24 dicembre 2012 n. 228; D.P.C.M. 23 marzo 2013)” del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2013:

- la somma di € 3.154.681,73 è destinata ai contributi ai soggetti privati ed alle attività produttive danneggiati;

- la restante somma di € 2.374.217,18 è destinata ai primi interventi infrastrutturali e di messa in sicurezza delle aree del territorio regionale interessate dall’evento calamitoso di cui trattasi;

4) di dare atto che a seguito della presentazione delle domande di contributo e della quantificazione dei danni ammissibili ai sensi delle Direttive di cui al punto 1 si procederà con proprio successivo atto, su proposta congiunta degli Assessori a “Sicurezza territoriale. Difesa del suolo e della costa. Protezione Civile”, “ Attività produttive, piano energetico e sviluppo sostenibile, economia verde, edilizia, autorizzazione unica integrata” e “ Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatoria”, sia alla determinazione delle quote parti della somma di € 3.154.681,73 da impiegare per la concessione di contributi rispettivamente a favore dei soggetti privati e delle attività produttive danneggiati sia all’impegno delle relative somme;

5) di dare atto che i Comuni interessati, preposti all’istruttoria delle domande di contributo, provvedono in qualità di titolari del trattamento dei dati personali a fornire ai titolari di tali dati l’informativa di cui all’articolo 13 del D.Lgs n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” nonché, in quanto preposti alla concessione dei contributi agli aventi titolo, alla pubblicazione dei relativi atti ai sensi degli articoli 26 e 27 del D.Lgs. n. 33/2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

6) di pubblicare la presente deliberazione, le Direttive e correlata modulistica di cui al punto 1 nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it