E-R | BUR

n. 27 del 16.02.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Effettuazione della procedura di verifica (screening) relativa al progetto per l'esercizio dell'attività estrattiva di una cava di argilla, denominata "Cava Monte Bago - I.D.1"

Si avvisa che, ai sensi del Titolo II della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 come modificata dalla L.R. 16 novembre 2000, n. 35, sono stati depositati all’Autorità competente: Uff. Urbanistica – Edilizia privata del Comune di Medesano, Provincia di Parma, Regione Emilia –Romagna per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) relativi al:

progetto: per l’esercizio dell’attività estrattiva di una cava di argilla, denominata “Cava Monte Bago – I.D.1”;

localizzato in Medesano fraz. Felegara Via Cisa;

presentato da: Soc. Scaramuzza Fabrizio s.r.l. – Str. S. Giuseppe n. 24/a – Salsomaggiore Terme – Parma.

Il progetto appartiene alla seguente categoria: B.3. 4) – Cave e torbiere.

Il progetto interessa il territorio (in relazione sia alla localizzazione degli impianti, opere o interventi principali ed agli eventuali cantieri o interventi correlati sia ai connessi impatti ambientali attesi) dei seguenti comuni: Comune di Medesano (PR)

e delle seguenti province: Provincia di Parma.

Il progetto prevede: l’estrazione di argilla per un quantitativo massimo di mc 25.000 – cava denominata “Monte Bago – I.D.1” su una superficie di mq 96.200 (perimetro di cava).

La destinazione finale dell’ambito estrattivo sarà di tipo naturalistico ed artigianale.

La sistemazione finale si compone dei seguenti punti:

a) riprofilatura e modellamento delle superfici residue dell’attività estrattiva in modo da raccordarsi perfettamente, senza scarpate e/o salti morfologici, con le aree adiacenti;

b) messa in sicurezza del versante mediante la stabilizzazione della frana;

c) ricalibratura del sistema idrografico superficiale attraverso la realizzazione di linee di compluvio con la funzione di convogliare le acque meteoriche verso la rete di smaltimento naturale senza provocare l’insorgere di fenomeni erosivi e di ruscellamento diffuso;

d) utilizzo del cappellaccio per la ricostituzione del suolo e per il modellamento finale delle superfici residue dell’attività estrattiva;

e) realizzazione di argine in terra nella parte inferiore del versante;

f) ripristino ambientale naturalistico.

Le finalità del progetto sono l’organizzazione razionale delle modalità di coltivazione e ripristino dell’intervento, con attenzione a conseguire il corretto recupero dell’area sia in senso morfologico che ambientale. 

L’Autorità competente: Comune di Medesano – Uff. Urbanistica – Edilizia Privata, Provincia di Parma, Regione Emilia-Romagna.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) presso la sede dell’Autorità competente: Comune di Medesano (PR) P.zza Marconi n. 6.

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) sono depositati per 30 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione. 

Entro il termine di 30 giorni naturali consecutivi dalla pubblicazione della domanda effettuata in data 16/2/2011 dallo Sportello Unico sui propri strumenti ai sensi dell’art. 6, comma 2 del DPR 447/98, chiunque, ai sensi dell’art. 9 comma 4, può presentare osservazioni all’Autorità competente: Comune di Medesano (PR) Uff. Urbanistica – Edilizia Privata – Piazza Marconi n. 6.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it