E-R | BUR

n.272 del 22.08.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

“Completamento della variante cosidetta Pedemontana alle S.P. 467 - S.P. 569 nel tratto Fiorano Spilamberto - 4° Stralcio: dalla localita' S.Eusebio al Ponte sul Torrente Tiepido – Lotti: 2° e 3°a - S.P. 17 – Via S.Eusebio” (Rev. 2018, acquisita agli atti d’archivio con prot.n. 7438 del 27/02/2018).Avviso di deposito del progetto definitivo

Il Responsabile dell'U.O. Espropri della Provincia di Modena, ai sensi e per gli effetti dell’art.16 della legge regionale n. 37 del 19/12/2002,

Premesso che:

- la Provincia di Modena ha avviato una procedura espropriativa per la realizzazione dell’opera pubblica prevista dal progetto di cui all'oggetto.

- Con deliberazione della Giunta provinciale n. 95 del 12/03/2002, è stato approvato il progetto preliminare delle opere di cui all’oggetto.

- Con determinazione dirigenziale n. 9 del 19/03/2012, è stato approvato il progetto definitivo denominato “Completamento della variante cosiddetta Pedemontana alle S.P. 467 – S.P. 569 nel tratto Fiorano Spilamberto – 4° Stralcio dalla località S.Eusebio al Ponte sul Torrente Tiepido – 2°, 3° e 4° Lotto Via S.Eusebio -Via Montanara di Castelnuovo”, relativamente al 2° Lotto e 3° Lotto Parte A e contestualmente è stata dichiarata la pubblica utilità delle relative opere.

- Una delle ditte proprietarie dei terreni coinvolti dalla progettazione approvata, ha presentato ricorso giudiziale contro la determinazione di approvazione del progetto definitivo, relativamente ai contenuti aventti effetto sui terreni di proprie ragioni e i decreti d'esproprio dei medesimi.

- Con sentenza n. 521/2016, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso.

- A seguito della citata sentenza sono stati rimossi gli effetti della determinazione n. 9/2012, limitatamente alla sola ditta ricorrente e impregiudicato ogni altro effetto e contenuto, nonché dei soli decreti relativi ai terreni di sue ragioni.

- Per potere procedere alla realizzazione dell’opera, è stato quindi necessario avviare la redazione di un nuovo progetto di fattibilità tecnico economica, redatto ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs. 50/2016 e limitato: a) alle aree interessate dalle conseguenze dell a sentenza del Consiglio di Stato n.521/2016, che ha annullato, limitatamente alla parte relativa ai terreni espropriati alla ditta ricorrente, la determinazione n. 9/2018 e i relativi decreti di esproprio; b) alle scelte progettuali riguardanti le sole aree interessanti l’intersezione fra la nuova Pedemontana e via Belvedere in comune di Castelvetro di Modena (MO).

- Con Atto del Presidente n. 152 del 18/09/2017, è stato approvato il suddetto progetto di fattibilità tecnica ed economica, previa conclusione di conferenza dei servizi, convocata ex art. 36 sexies della L.R. 20/2000, costituente altresì, ove necessario, formale approvazione della relativa variante urbanistica al PRG del Comune di Castelvetro di Modena e apposizione del vincolo preordinato all’esproprio relativamente alle aree indicate nei relativi elaborati progettuali.

- All'approvazione del citato progetto di fattibilità tecnica ed economica ha fatto seguito il deposito del progetto definitivo, redatto ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 50/2016 ed acquisito agli atti d'archivio della Provincia di Modena con prot.n. 7438 del 27/02/2018 che, al termine delle procedure di deposito di cui al presente avviso, verrà approvato e, successivamente, integrato con il progetto definitivo approvato con determinazione n. 9/2012, in un unico progetto esecutivo.

- Il progetto definitivo attualmente depositato, così come il progetto di fattibilità tecnica ed economica precentemente approvato, riguarda esclusivamente: a) le aree interessate dalle conseguenze dell a sentenza del Consiglio di Stato n.521/2016, che ha annullato, limitatamente alla parte relativa ai terreni espropriati alla ditta ricorrente, la determinazione n. 9/2018 e i relativi decreti di esproprio; b) alcune modifiche tecniche al progetto originario approvato con determinazione 9/2018, consistenti nella previsione di una rotatoria al posto del sovrappasso per l’intersezione fra la nuova Pedemontana e via Belvedere in comune di Castelvetro di Modena.

- Il progetto definitivo approvato con determinazione 9/2012, resta quindi confermato in ogni altra sua parte, contenuto ed effetto.

Per la realizzaizone delle opere previste sulle aree interessate dagli effetti della citata sentenza del Consiglio di Stato 516/2016, è prevista la dichiarazione di pubblica utilità contestualmente all'approvazione del progetto definitivo e la successiva adozione del decreto d'esproprio, previo svolgimento del relativo procedimento esopropriativo.

- Per la realizzazione delle opere interessate dalle modifiche tecniche relative all'intersezione tra la nuova Pedemontana e via Belvedere, non saranno invece necessari alcuna ulteriore dichiarazione di pubblica utilità e provvedimento d'esproprio, in quanto l'ingombro delle medesime ricade interamente all'interno delle aree già espropriate a favore della Provincia di Modena, trovando piena applicazione gli effetti della determinaziomne n. 9/2012 e dei decreti d'esproprio già emessi nei confronti delle precedenti proprietà.

avvisa: 

- che presso l’Area Lavori Pubblici della Provincia di Modena, via Jacopo Barozzi, 340, Modena, è depositato il progetto definitivo in oggetto e in premessa richiamato, acquisito agli atti d'archivio della Provincia di Modena con prot.n. 7438 del 27/02/2018, completo degli atti indicanti le aree da espropriare al fine della realizzazione dei lavori previsti ed i nominativi di coloro che risultano proprietari, della relazione che indica la natura, lo scopo, la spesa prevista ed ogni altro atto di cui alla normativa vigente;

- che i terreni interessati dalla realizzazione delle opere progettate sono i seguenti:

  • LOTTO 2 – Comune di Castelvetro: Fg.13, Map. 295, 297, 299; Fg. 7, Map.319, 320, 322, 325, 328, 330, 332, 334; Fg. 6 Map. 199;
  • LOTTO 3 – Comune di Castelvetro: Fg. 6, Map. 227, 230, 232, 235, 236, 8, 238, 241, 244, 247, 251, 254, 257; Fg. 2 Map. 245, 455, 471, 475, 477, 480, 483, 493, 494, 495;

- che, in relazione alla considerazione che l'ingombro delle opere relative all'intersezione tra la nuova Pedemontana e via Belvedere in comune di Castelvetro di Modena, in variante tecnica alla progettazione approvata con determinazione n. 9/2012, ricade interamente all'interno delle aree già espropriate a favore della Provincia di Modena, la procedura espropriativa, finalizzata all'acquisizione della proprietà delle aree necessarie alla realizzazione del progetto in oggetto, riguarda esclusivamente i terreni catastalmente identificati come segue:

  • LOTTO 3 – Comune di Castelvetro: Fg. 6 Map. 8, 238, 241, 244, 247, 257;

- che l’approvazione del progetto definitivo comporterà, ove necessario in relazione a quanto precedentemente esposto e a integrazione della determinazione 9/2012, la dichiarazione di pubblica utilità delle relative opere;

- che ogni altro terreno interessato dalla realizzazione delle opere di cui al progetto definitivo depositato, in precedenza catatstalmente descritto, risulta già di proprietà della Provincia di Modena.

- che il presente avviso ha valore di comunicazione dell’avvio del procedimento espropriativo, dell’avvio del procedimento di approvazione del progetto definitivo e dell’avvenuto deposito del medesimo;

- che il presente avviso verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna (B.U.R.) e verrà altresì pubblicato su un quotidiano a diffusione locale;

- che, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, verrà inviata ai proprietari dei terreni interessati dalla progettazione, comunicazione dell’avvenuto deposito, che gli stessi potranno prendere visione del progetto definitivo nei 20 giorni successivi al ricevimento della citata raccomandata A.R. e che, negli ulteriori 20 giorni, potranno formulare osservazioni alla Provincia di Modena, autorità competente all’approvazione del progetto definitivo;

- che il deposito avrà durata di 20 giorni dalla data di pubblicazione sul B.U.R. del presente avviso e che, negli ulteriori 20 giorni, potranno altresì formulare osservazioni coloro ai quali, pur non essendo proprietari, possa derivare un pregiudizio diretto dall’atto che comporta dichiarazione di pubblica utilità;

- che, in sede di approvazione del progetto definitivo, la Provincia di Modena procederà all'esame puntuale delle osservazioni presentate dai soggetti legittimati;

- che il Responsabile del procedimento per la progettazione e la realizzazione delle opere progettate è l’Ing. Alessandro Manni, Direttore dell’Area Lavori Pubblici della Provincia di Modena;

- che il Responsabile del procedimento espropriativo finalizzato all’acquisizione delle aree necessarie alla realizzazione delle opere progettate è il Dott. Matteo Rossi, Responsabile dell'U.O. Espropri della Provincia di Modena;

- che, per ogni chiarimento sul presente, è possibile contattare il dott. Matteo Rossi Responsabile dell'U.O. Espropri della Provincia di Modena, tel. 059209687 e-mail rossi.matteo@provincia.modena.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it