E-R | BUR

n.61 del 26.02.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione degli Indirizzi per l'elaborazione del Piano Forestale regionale 2014-2020 (PFR 2020)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • il decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 227 "Orientamento e modernizzazione del settore forestale, a norma dell'articolo 7 della Legge 5 marzo 2001, n. 57" il quale all’art. 3 prevede che “le Regioni definiscono le linee di tutela, conservazione, valorizzazione e sviluppo del settore forestale nel territorio di loro competenza attraverso la redazione e la revisione dei propri Piani forestali”;
  • il decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 15 giugno 2005 recante "Linee guida di programmazione forestale", il quale individua gli indirizzi e gli orientamenti per la predisposizione della pianificazione forestale regionale;
  • il Programma Quadro per il Settore Forestale (PQSF) redatto ai sensi dell’art. 1, comma 1082, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 dal gruppo di lavoro interistituzionale coordinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, recepito dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome con accordo sancito nella seduta del 18/12/2008, che persegue l'obiettivo di armonizzare l’attuazione delle disposizioni sovranazionali in materia forestale (CBD, MCPFE, UNFCCC, Protocollo di Kyoto, ecc.);
  • la Comunicazione della Commissione Europea del 3 maggio 2011 denominata “La nostra assicurazione sulla vita, il nostro capitale naturale: strategia dell'UE sulla biodiversità fino al 2020” - COM(2011)244;
  • la Nuova Strategia per le Foreste adottata dalla Commissione UE in data 20.9.2013 COM(2013) 659 final

Visti inoltre:

  • il Piano forestale regionale 2007-2013, approvato dalla Assemblea Legislativa con deliberazione n. 90/2006;
  • il Piano Paesaggistico regionale approvato con deliberazione del Consiglio regionale n. 1338 del 28/1/1993;
  • la Legge regionale 4 settembre 1981, n. 30 “Incentivi per lo sviluppo e la valorizzazione delle risorse forestali, con particolare riferimento al territorio montano. Modifiche ed integrazioni alle leggi regionali 25 maggio 1974, n. 18 e 24 gennaio 1975, n. 6”;
  • la Legge regionale 21 aprile 1999, n. 3 “Riforma del sistema regionale e locale”;
  • la Legge regionale 24 marzo 2000, n. 20 “Disciplina generale sulla tutela e l’uso del territorio”;

Dato atto che:

  • come previsto dal Decreto legislativo n. 227 del 18 maggio 2001, le Regioni devono provvedere alla pianificazione forestale, tenendo conto del ruolo multifunzionale della foresta;
  • lo stesso D.Lgs. n. 227/2001 afferma la necessità di coordinare la politica forestale da attuarsi in sede nazionale e regionale con gli impegni sottoscritti dal nostro Paese in sede comunitaria ed internazionale, riconducibili in particolare al concetto di “gestione forestale sostenibile”;
  • lo Stato ha dato attuazione a quanto previsto dal citato D.Lgs. n. 227/2001 attraverso le “Linee Guida in materia forestale”, indirizzando le Regioni e le Province Autonome a dotarsi di strumenti di pianificazione forestali improntati alla tutela, conservazione, valorizzazione e sviluppo del settore forestale, tenendo conto di tutte le componenti ecologiche, sociali ed economiche e nel rispetto degli impegni internazionali sottoscritti dal nostro Paese, individuando i seguenti obiettivi prioritari:

1. Tutela dell’ambiente;

2. Rafforzamento della competitività della filiera foresta-legno;

3. Miglioramento delle condizioni socio economiche degli addetti;

4. Rafforzamento della ricerca scientifica;

  • i regolamenti attuativi delle politiche di sviluppo rurale della UE subordinano il finanziamento delle misure forestali alla presenza di piani di settore coerenti con la strategia forestale dell’Unione Europea;
  • il Piano forestale regionale, ai sensi dell’art. 10 della L.R. n. 20/2000, deve essere predisposto nel rispetto delle previsioni dei piani sovraordinati e degli obiettivi strategici e delle scelte di piano generale del medesimo livello di pianificazione, sviluppando e specificando gli obiettivi prestazionali di settore ivi stabiliti;
  • per l’approvazione del Piano regionale si applicano le disposizioni in materia di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) di cui alla parte seconda del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”;
  • il Piano forestale regionale 2007-2013, approvato dalla Assemblea Legislativa con deliberazione n. 90/2006, è vigente fino al 31/12/2013;

Considerato, quindi, che si rende necessario dare avvio al percorso teso all’approvazione del nuovo Piano forestale regionale indicando i criteri e gli indirizzi sulla base dei quali le competenti strutture tecniche dovranno procedere alla redazione del documento preliminare;

Ritenuto, a tale fine:

  • di approvare, in allegato al presente provvedimento, i criteri e gli indirizzi per l’elaborazione del Piano forestale regionale 2014-2020 (PFR 2020);
  • che, sulla base dei criteri ed indirizzi contenuti nel documento allegato, le competenti strutture tecniche della Direzione Generale Ambiente e Difesa del suolo e della Costa dovranno procedere alla redazione del documento preliminare;
  • che, ai fini dell’elaborazione del Documento preliminare e del Rapporto ambientale preliminare, potranno essere consultate le altre Amministrazioni competenti in materia ambientale;
  • che sia opportuno costituire, per l’elaborazione del documento preliminare, uno o più gruppi di lavoro da formalizzarsi con successivo atto del Direttore generale Ambiente e Difesa del suolo e della Costa;

Viste:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e s.m.;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07" e ss.mm.;

Visto, inoltre, il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 178 del 6/9/13;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta del Presidente della Giunta regionale;

A voti unanimi e palesi

delibera:

  1. di approvare l’Allegato A) “Indirizzi per l’elaborazione del Piano forestale regionale 2014-2020 (PFR 2020)”, allegato parte integrante della presente deliberazione;
  2. di stabilire che, sulla base dei criteri ed indirizzi riportati nel documento allegato, le competenti strutture tecniche della Direzione generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa dovranno procedere alla redazione dei documenti di Piano;
  3. di stabilire che ai fini dell’elaborazione del Documento preliminare e del Rapporto ambientale preliminare, potranno essere consultate le altre Amministrazioni competenti in materia ambientale;
  4. di costituire, per l’elaborazione dei documenti di Piano, uno o più Gruppi di lavoro da formalizzarsi con successivo atto del Direttore generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa;
  5. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it