E-R | BUR

n.123 del 28.04.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

“Avviso per manifestazioni d'interesse 2021 per l'accesso ai contributi della Legge regionale n. 5/2018" - Approvazione esito della selezione dal parco progetti delle opere pubbliche che accedono alla fase di negoziazione

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la Legge Regionale 20 aprile 2018, n. 5 “Norme in materia di interventi territoriali per lo sviluppo integrato degli Ambiti locali”;

Considerato che la Regione promuove la predisposizione e la realizzazione di programmi territoriali, denominati programmi speciali per gli ambiti locali (PSAL), in attuazione dell'articolo 24 dello Statuto regionale. Tali programmi perseguono l'integrazione tra livelli di governo, il coordinamento delle politiche, l'impiego integrato delle risorse finanziarie e la promozione di un sistema di governance tra le amministrazioni locali;

Constatato che i PSAL configurano un complesso di interventi per la realizzazione dei quali sia necessaria l'azione coordinata ed integrata di più soggetti pubblici. I programmi sono finalizzati al sostegno di aree territoriali caratterizzate da peculiari situazioni istituzionali, economiche, ambientali, sociali, culturali e identitarie, nonché di aree urbane per le quali appaiano necessari interventi di riqualificazione o di valorizzazione;

Richiamate:

- la propria deliberazione n. 861 del 13/7/2020 “Integrazione dell'atto di indirizzo 2019-2021 in materia di interventi territoriali per lo sviluppo integrato degli ambiti locali di cui alla legge regionale 20 aprile 2018, n. 5 - programma straordinario di investimenti – proposta all'assemblea legislativa”;

- la deliberazione assembleare n. 23 del 30 luglio 2020 Integrazione dell'atto di indirizzo 2019-2021 in materia di interventi territoriali per lo sviluppo integrato degli ambiti locali di cui alla legge regionale 20 aprile 2018, n. 5 - Programma straordinario di investimenti;

Rilevata la necessità di dare attuazione a quanto previsto nell'atto di indirizzo dell’Assemblea legislativa di cui al punto precedente, definendo gli obiettivi specifici ed i risultati attesi, promuovendo il concorso degli Enti locali interessati attraverso la presentazione di istanze e approvando un avviso per manifestazioni di interesse;

Richiamata la propria Deliberazione n. 1736 del 30/11/2020 “Avviso per manifestazioni d'interesse. Norme per l'invio delle istanze e l'accesso ai contributi della legge regionale n. 5/2018 – Atto d’indirizzo 2020-2023” nel quale Allegato A) sono contenute le norme e il formulario per la presentazione delle Istanze per accedere al Parco progetti;

Richiamata la propria deliberazione n. 1737 del 30/11/2020 "Programma straordinario di investimenti, bando 2021, legge regionale 20 aprile 2018, n. 5" presa d'atto esito delle Conferenze Territoriali;

Considerato che con le proprie citate Deliberazioni n. 1736 del 30/11/2020 e n. 1737 del 30/11/2020 si è riservata la priorità di intervento ai territori montani e alle aree interne della nostra regione per limitare il possibile inasprimento della strutturale distanza “centroperiferia”, ulteriormente accentuato dalla pandemia che ha reso ancora più fragili il tessuto produttivo, i presidi dei servizi pubblici e le strutture della socialità delle aree interne e montane della regione;

Dato atto che per i territori montani e per le aree interne della regione, il Piano d’investimento è stato concertato con tutte le Amministrazioni dei rispettivi territori e mirato a rimuovere quegli ostacoli strutturali e quei divari territoriali che, in questa fase, rischiano viceversa di accentuarsi;

Constatato che l’Atto d’Indirizzo sostiene più programmi territoriali, definiti e regolati dai rappresentanti delle filiere istituzionali locali attraverso l’attivazione di Conferenze territoriali, con il compito di mettere in luce le necessità, le opportunità e gli strumenti per rilanciare le infrastrutture territoriali, sociali ed economiche;

Considerato che le Conferenze territoriali per il Programma straordinario di investimenti si sono svolte per le Aree montane e Interne nei territori delle provincie di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Forlì Cesena, Ravenna, come esposto nei Verbali allegati alla delibera n. 1737/2020 riportanti gli esiti delle Conferenze quale Allegato 1 Parma, Allegato 2 Reggio Emilia, Allegato 3 Modena, Allegato 4 Bologna, Allegato 5 Ferrara, Allegato 6 Forlì Cesena, Allegato 7 Ravenna;

Preso atto che, in base all’avviso per manifestazioni d’interesse e alle Conferenze territoriali come sopra esposto, sono giunte all’amministrazione regionale le Istanze di tutti i Comuni previsti dalla Conferenze territoriali con le opere da inserire nel Parco Progetti istituito a favore dei territori montani e delle aree interne ritenuti prioritari per l’anno 2021;

Richiamata la determinazione del Direttore generale risorse, Europa, innovazione e istituzioni n. 16169 del 6/9/2019, “Costituzione del gruppo di lavoro interdirezionale di cui all'art 3, comma 2 e comma 5 e dell'art. 8, comma 3 della legge regionale 20 aprile 2018, n. 5” con la quale è stata prevista la Cabina di Regia alla quale spetta la funzione di relazionare alla Giunta regionale in merito all’esame del rispetto dei criteri e delle condizioni concordate dalle conferenze territoriali;

Dato atto che non sono stati riscontrati motivi di inammissibilità nelle Istanze presentate e non vi sono state domande inviate oltre i termini di scadenza del bando;

Ritenuto di procedere all’approvazione dell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, che riporta l’esito delle Istanze inserite nel Parco Progetti;

Visti:

- la L.R. 26/11/2001, n. 43 e succ. mod. “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna”;

- il D.lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42” e successive modifiche ed integrazioni;

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii., per quanto applicabile;

- n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016 e n. 1059/2018;

- n. 111 del 28 gennaio 2021 avente per oggetto “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. anni 2021-2023”;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamata altresì la determinazione n. 23245 del 30 dicembre 2020, avente ad oggetto: “Proroga e conferimento incarichi dirigenziali nell’ambito della direzione generale Risorse, Europa, innovazione e istituzioni e della nuova direzione generale Finanze”;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta del Assessore alla montagna, aree interne, programmazione territoriale, pari opportunità e del Presidente della Giunta regionale

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di approvare, per le ragioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, che riporta le Istanze ammesse a contributo;

2. di dare atto altresì che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, comma 7, del citato D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

3. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;

4. di disporre la pubblicazione prevista dall’art. 26, comma 2, del D.Lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii. e l’ulteriore pubblicazione prevista dal Piano Triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art.7 bis, comma 3, del medesimo Decreto legislativo.

5. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it