E-R | BUR

n.73 del 22.03.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

POR FESR 2014/2020 - Asse 5 - Azione 6.6.1 Riqualificazione beni ambientali e Azione 6.7.1. Riqualificazione beni culturali - Approvazione rimodulazione progetti - Errata corrige della determinazione n. 1121 del 31 gennaio 2017

LA RESPONSABILE 

Vista la propria determinazione n. 1121 del 31 gennaio 2017, POR FESR 2014/2020 - Asse 5 - Azione 6.6.1 Riqualificazione beni ambientali e Azione 6.7.1. Riqualificazione beni culturali - Approvazione rimodulazione progetti; 

Dato atto che fra le richieste di rimodulazione è stata presentata la richiesta da parte del Comune di Sassuolo per il progetto integrato, riguardante l’azione 6.7.1. (riqualificazione dei beni culturali) che riguardava l’intervento dello stesso comune di Sassuolo (capofila) e della Galleria Estense, ID 549-570 richieste trasmesse con Pec: protocollo PG/2017/3288 DEL 4/1/2017; 

Dato, inoltre, atto che nella seduta nel nucleo di valutazione del 23 gennaio 2017 il progetto integrato è stato valutato e sono state ammesse le rimodulazioni di entrambi gli interventi componenti il progetto integrato ma che per mero errore materiale, l’intervento del comune di Sassuolo è stato erroneamente inserito nell’allegato 2) della determinazione 1121/2017, come intervento per il quale non era stata richiesta la rimodulazione;

Considerato perciò che è necessario correggere tale errore e che pertanto con il presente atto viene integrato il quadro complessivo degli interventi soggetti a rimodulazione riguardanti l’azione 6.7.1 e che lo stesso è riepilogato nell’allegato 1) parte integrante del presente atto: “ Allegato 1) sostitutivo dell'allegato B) della determinazione n. 2212/2017 - POR-FESR 2014-2020. Progetti che hanno richiesto la rimodulazione (Azione 6.7.1 – Qualificazione beni culturali)” 

Visti: 

- il D.Lgs. 159/2011 e successive modificazioni ed in particolare l’art. 83, comma 3, lett. a);

- L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni ed integrazioni;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la deliberazione della Giunta regionale Delibera di Giunta n. 89 del 30/1/2017 ad oggetto “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017 - 2019;

- la determinazione dirigenziale n.12096 del 25 luglio 2016 relativa all'ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art.7 comma 3, D.Lgs. 33/13 di cui alla deliberazione di Giunta regionale 25 gennaio 2016 n.66;

- la determinazione dirigenziale n.7288 del 29/4/2016 avente ad oggetto: “Assetto organizzativo della Direzione Generale Economia della Conoscenza, del lavoro e dell'Impresa, in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n.622/2016. Conferimento incarichi dirigenziali in scadenza al 30/4/2016”;

Richiamate le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2189 del 21 dicembre 2015 “Riorganizzazione a seguito della riforma del sistema di governo regionale e locale”;

- n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 concernente “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali e dell'anagrafica per la stazione appaltante”;

- n. 1107 dell’11 luglio 2016 recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta Regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 1681 del 17 ottobre 2016 recante “Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con delibera n. 2189/2015;

- n. 2416 del 29 dicembre 2008, esecutiva ai sensi di legge, avente ad oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n. 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007" e successive modificazioni;

Dato atto del parere allegato;

determina

Per le motivazioni meglio specificate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1) di dare atto, del mancato inserimento nel testo e nell’allegato B) della determinazione n. 1121 del 31 gennaio 2017, per mero errore materiale, della rimodulazione del progetto integrato presentato da parte del Comune di Sassuolo. Intervento regolarmente presentato e valutato positivamente in ordine al mantenimento della validità culturale del progetto, da parte del nucleo di valutazione di cui alla determinazione del Direttore Generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa n. 10594/2016 e successiva rettifica n. 12806/2016, nella seduta del 23 gennaio 2017, ai sensi di quanto disposto con deliberazione della Giunta regionale n. 1737/2016 e della propria determinazione n 18855/2016;

2) di correggere e sostituire l’allegato B) della determinazione n. 1121/2016 con l’allegato 1) parte integrante della presente determinazione, che comprende la rimodulazione del progetto presentato dal Comune di Sassuolo comprensivo dei due interventi riguardanti il comune di Sassuolo stesso e la Galleria Estense;

3) di dare atto che il Comune di Sassuolo dovrà, ai sensi di quanto disposto con deliberazione della Giunta regionale
n. 1737/16, entro 15 giorni dalla comunicazione dell'approvazione della proposta di rimodulazione del progetto, sottoscrivere la convenzione secondo lo schema 5D (schema per beneficiari associati - Azione 6.7.1) della deliberazione della Giunta regionale n. 1737/2016, conformemente alle modalità ivi previste;

4) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

5) di pubblicare integralmente la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

6) di rendere pubblica infine la presente determinazione sul sito http://fesr.regione.emilia-romagna.it

La Responsabile del Servizio

Paola Castellini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it