E-R | BUR

n.8 del 09.01.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Adozione di un sistema informatico per la gestione dei centri del riuso e aggiornamento modulistica

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- la legge regionale 5 ottobre 2015, n. 16 “Disposizioni a sostegno dell'economia circolare, della riduzione della produzione dei rifiuti urbani, del riuso dei beni a fine vita, della raccolta differenziata e modifiche alla legge regionale 19 agosto 1996, n. 31 (disciplina del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi)”;

- la deliberazione di Giunta regionale 25 settembre 2017, n. 1382 “Linee guida regionali per i centri del riuso comunali e non comunali”;

- la deliberazione di Giunta regionale 2 ottobre 2017, n. 1454 “Rettifica deliberazione di Giunta regionale n. 1382/2017”;

- la determinazione 31 marzo 2017, n. 4806 “Aggiornamento dell’Elenco regionale dei centri comunali del riuso”;

- la determinazione 1 ottobre 2018, n. 15696 “Elenco dei centri del riuso non comunali”;

- il Regolamento UE 2016/679, “Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali”;

Premesso che:

- con le deliberazioni di Giunta n. 1382/2017 e n. 1454/2017 sono state aggiornate le linee per i centri del riuso comunali;

- le linee hanno previsto la possibilità che la Regione fornisca ai centri del riuso comunali un sistema informatico regionale da utilizzare per la gestione della propria attività;

- nell’Allegato 2 alle suddette linee guida è riportato il modulo di iscrizione al centro del riuso contenente un’informativa sulla privacy;

- il Regolamento UE 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE è diventato attuativo il 28 maggio 2018;

Considerato che:

- il Programma di prevenzione della produzione dei rifiuti contenuto nel Piano regionale di gestione dei rifiuti, approvato con deliberazione dell'Assemblea legislativa n. 67 del 3 maggio 2016, prevede tra le misure di prevenzione la promozione dei centri del riuso e per il raggiungimento di tale obiettivo prevede, tra le varie azioni, di favorire i progetti di riuso dei beni a fine vita e di promuovere i centri comunali per il riuso;

- la Regione, anche al fine di favorire i progetti di riuso dei beni a fine vita e per promuovere i centri comunali di riuso, ha realizzato per la gestione dei centri del riuso comunali iscritti nell’Elenco regionale un sistema informatico denominato SUGAR (Sistema Unificato Gestione Area Riuso) che è disponibile all’indirizzo internet https://www.ermesservizi.it/centririuso/;

- si è reso, altresì, necessario adeguare al regolamento (UE) n.2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio l’informativa sul trattamento dei dati personali del modulo di iscrizione di cui all’Allegato 2 della DGR n. 1454/2017,

Ritenuto, pertanto, opportuno:

- adottare il sistema informatico per la gestione dei centri del riuso comunali, denominato SUGAR (Sistema Unificato Gestione Area Riuso);

- avviare l’uso in via sperimentale del sistema informatico SUGAR (Sistema Unificato Gestione Area Riuso), che potrà essere soggetto a modifiche e perfezionamenti, qualora si rendessero necessari a seguito del suo utilizzo;

- istituire la rete ReUSER (Rete Utilizzatori Sugar Emilia-Romagna) a cui potranno aderire i centri di riuso iscritti nell’Elenco regionale che vorranno accedere gratuitamente al suddetto sistema informativo;

- che i centri del riuso comunali potranno aderire alla rete ReUSER (Rete Utilizzatori Sugar Emilia-Romagna) ed utilizzare il sistema informativo SUGAR, previo rilascio delle credenziali di accesso a cura del servizio giuridico dell’ambiente, rifiuti, bonifica siti contaminati e servizi pubblici ambientali della Direzione generale cura del territorio e dell'ambiente dell'Emilia-Romagna;

- sostituire l’Allegato 2 alla DGR n. 1454/2017 con il modulo di iscrizione aggiornato alla normativa europea in materia di trattamento di dati personali allegato alla presente;

Ritenuto inoltre di concedere una proroga del termine del 30 giugno 2018 per l’adeguamento dei Centri regionali esistenti, tenuto conto delle difficoltà dagli stessi manifestate, al 31 dicembre 2019;

Visti:

- L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii, per quanto applicabile;

- la propria deliberazione n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviate con Delibera 2189/2015”;

- la propria deliberazione n. 622 del 28 aprile 2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- la propria deliberazione n. 702 del 16 febbraio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe della stazione appaltante”;

- la propria deliberazione n. 56 del 25 gennaio 2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art.43 della L.R. 43/2001”;

- la propria deliberazione n. 1107 del 11 luglio 2016 "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- la propria deliberazione n. 121 del 6 febbraio 2017 “Nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza”;

Visti, inoltre:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 di “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e della montagna;

A voti unanimi e palesi

delibera

per le ragioni indicate in premessa che qui si intendono integralmente richiamate:

  1. di adottare il sistema informatico per la gestione dei centri del riuso comunali, denominato SUGAR (Sistema Unificato Gestione Area Riuso) ed avviarne l’uso in via sperimentale;
  2. di prevedere che il sistema informatico potrà essere soggetto a modifiche e perfezionamenti, qualora si rendessero necessari a seguito del suo utilizzo;
  3. di istituire la rete ReUSER (Rete Utilizzatori Sugar Emilia-Romagna) a cui potranno aderire i centri di riuso iscritti nell’Elenco regionale che vorranno accedere gratuitamente al sistema informativo SUGAR;
  4. di prevedere che i centri del riuso comunali potranno aderire alla rete ReUSER (Rete Utilizzatori Sugar Emilia-Romagna) ed utilizzare il sistema informativo SUGAR, previo rilascio delle credenziali di accesso che verrà gestita dal Servizio giuridico dell’ambiente, rifiuti, bonifica siti contaminati e servizi pubblici ambientali della Direzione generale cura del territorio e dell'ambiente dell'Emilia-Romagna;
  5. di concedere una proroga alla data del 31 dicembre2019 per l’adeguamento alle direttive da parte dei Centri comunale del riuso essitenti;
  6. di sostituire l’Allegato 2 alla DGR n. 1454/2017 con il modulo di iscrizione aggiornato alla normativa europea in materia di trattamento dati personali allegato alla presente, di cui costituisce parte integrante e sostanziale;
  7. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;
  8. di trasmettere la presente deliberazione ad Atersir e ad ANCI Emilia-Romagna;
  9. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it