E-R | BUR

n.71 del 26.04.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9 come integrata ai sensi del DLgs 3 aprile, 2006, n. 152 e successive modifiche ed integrazioni – Procedure di autorizzazione unica DLgs 387/03 Titolo III - Procedura di VIA relativa al progetto derivazione di acque superficiali dal Fiume Lamone ad uso plurimo e realizzazione di mini centrale idroelettrica denominata “Errano” in comune di Faenza (RA)

L’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione impatto e Promozione sostenibilità ambientale avvisa che ai sensi del Titolo III della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 come integrata ai sensi del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modifiche e integrazioni, nonché ai sensi del R.R. 20 novembre 2001, n. 41, del RD n. 1775 dell’11 dicembre 1933, del DPR n. 327 dell’8 giugno 2001 e della L.R. 37/02, sono state depositate, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, relativi al progetto: Derivazione di acque superficiali dal Fiume Lamone ad uso plurimo e realizzazione di mini centrale idroelettrica denominata “Errano” in comune di Faenza (RA).

  • Ubicato in località Errano, nel comune di Faenza (RA).
  • Presentato dal Comune di Faenza, con sede legale in Piazza del Popolo n. 31, 48018 Faenza (RA). 

Il progetto appartiene alla seguente categoria B.1. 8) “Impianti per la produzione di energia idroelettrica” - B.1. 21) “Derivazioni di acque superficiali ed opere connesse che prevedano derivazioni superiori a 200 litri al minuto secondo”

L’intervento interessa il territorio del comune di Faenza (RA).

Il progetto presentato prevede la derivazione di acqua ad uso plurimo (idroelettrico, irrigazione, igienico e alimentazione laghetti) tramite l’opera di presa esistente presso la chiusa di Errano al servizio del canale denominato Canal Grande e la realizzazione di un impianto idroelettrico ad acqua fluente e relativa linea elettrica di collegamento alla rete MT di ENEL Distribuzione, in sponda sinistra al fiume Lamone, immediatamente a valle della villa “la Cardinala”con derivazione dal Canal Grande e restituzione delle acque turbinate al fiume Lamone.

L’impianto idroelettrico ha le seguenti caratteristiche tecniche principali:

  • portata massima 4.000 l/s;
  • portata media 1.790 l/s;
  • potenza nominale di concessione 217,61 kW;
  • potenza installata 360 kW;
  • producibilità annua 1.300.000 kWh.

La domanda di concessione prevede i seguenti quantitativi massimi di derivazione per i diversi usi:

  • idroelettrico: 4.000 l/s;
  • irriguo: 375 l/s;
  • sanitario: 90 l/s;
  • alimentazione laghetti: 48 l/s.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, nonché di quelli richiesti per le procedure di variante urbanistica e per le procedure di esproprio, presso:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna (BO);
  • Provincia di Ravenna, Piazza Caduti per la Libertà n. 2 - 48121 Ravenna (RA);
  • Comune di Faenza, Piazza del Popolo n. 31 - 48018 Faenza (RA). 

I medesimi elaborati sono inoltre disponibili su sito web della Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo: http://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/Ricerche/

Gli elaborati in questione sono depositati per sessanta giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 24, comma 4, del DLgs 152/06 e s.m.i. può presentare osservazioni all’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna.

Si avvisa inoltre che, il progetto in esame è assoggettato ad Autorizzazione Unica ai sensi dell’at. 12 del DLgs 387/03. Ai sensi del DM 10 settembre 2010 gli esiti della procedura di VIA di cui al presente avviso confluiranno nel provvedimento di Autorizzazione Unica ex DLgs 387/03, di competenza dell’Amministrazione provinciale di Ravenna. L’Autorizzazione Unica provinciale comporterà variante allo strumento urbanistico del Comune di Faenza con apposizione del vincolo espropriativo sulle aree interessate dal progetto, ai sensi dell’art. 11 della L.R. 19 dicembre 2002, n. 37, e dichiarazione di pubblica utilità dell’opera derivante dall’approvazione del progetto definitivo, ai sensi degli artt. 15 e 16 della L.R. 19 dicembre 2002, n. 37. A tal fine la documentazione depositata comprende gli elaborati richiesti per la eventuale procedura di variante urbanistica e quelli previsti per le procedure di esproprio ai sensi della L.R. 37/02.

Si precisa che il presente avviso ha valore anche ai fini della domanda di concessione ai sensi del R.R. 41/01 e del RD 1775/33 per i soli quantitativi richiesti ad uso idroelettrico (4.000 l/s), data la preesistente domanda di rinnovo in sanatoria della concessione di derivazione ad uso irrigazione, igienico e alimentazione laghetti per una quantitativo derivabile dal fiume Lamone di Moduli 5,50 (550 l/s).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it