E-R | BUR

n.164 del 09.11.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Sistema regionale IEFP - Percorso sperimentale volto a favorire il conseguimento della qualifica triennale A.S. 2011/12. Approvazione documentazione tecnica

IL RESPONSABILE

Richiamate:

  • la L.R. 5/2011 “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale” in particolare l’art. 11 “Azioni di supporto al sistema”;
  • la delibera di Giunta regionale 533/11 “Azione regionale per l’integrazione progettuale e operativa per il triennio a qualifica 2011/2013 a supporto dei soggetti del sistema IeFP”;
  • la determinazione dirigenziale 4819/11 “Costituzione del Comitato tecnico regionale per il coordinamento e la gestione del sistema regionale IeFP e nomina dei relativi componenti, secondo quanto previsto dalla DRG 533/11” e successiva integrazione e modifica con determinazione dirigenziale 12791/11;
  • la delibera di Giunta regionale 1140/11 “Disposizioni per la realizzazione di un percorso sperimentale volto a favorire il conseguimento della qualifica triennale per i ragazzi ad alto rischio di abbandono/dispersione, da svolgersi per l’A.s. 2011/2012 nell’ambito dell’azione regionale di supporto al sistema di IeFP, in attuazione dell’art. 11 c. 2 della L.R. 5/11;

Considerato che:

  • con la citata deliberazione 1140/11 viene delineato un percorso sperimentale rivolto agli studenti che hanno conseguito in ritardo il titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione o non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, che si avvia con lo svolgimento - a cura dei soggetti formativi del sistema regionale di IeFP - Istituti Professionali ed Enti di Formazione - di una verifica congiunta della situazione individuale di ogni studente, con riferimento alle condizioni motivazionali, al percorso di studio pregresso, alle competenze possedute e carenti;
  • il Comitato Tecnico Regionale, nelle sedute del 12 e 23 settembre 2011, ha validato la seguente documentazione tecnica, quale strumentazione necessaria per corrispondere alle disposizioni, di cui alla sopradetta deliberazione 1140/11:
  1. schema tipo per evidenziare l’esito della verifica svolta e della proposta di percorso formativo individuato per l’acquisizione della qualifica, a favore degli studenti che hanno conseguito in ritardo il titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione;
  2. schema tipo per evidenziare l’esito della verifica svolta e della proposta di percorso formativo individuato per l’acquisizione della qualifica, a favore degli studenti che non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione;
  • il Comitato Tecnico Regionale, nella seduta del 7 ottobre 2011, ha validato altresì il “Documento di indirizzo relativo ai progetti personalizzati e flessibili finalizzati all’acquisizione della qualifica professionale per gli studenti ad alto rischio di abbandono scolastico e formativo”; tale documento ripercorre il quadro delle azioni attivate per giungere all’approvazione del sistema regionale IeFP con particolare riferimento alle finalità di favorire il successo scolastico e formativo e di contrastare la dispersione, quale premessa alla presentazione dello schema progettuale per i progetti personalizzati e flessibili da realizzare presso gli Enti di FP a favore degli studenti a forte rischio di abbandono;

Ritenuto necessario, al fine della relativa diffusione ed implementazione da parte dei soggetti interessati, approvare la documentazione suddetta, predisposta con il contributo e la condivisione del CTR;

Ritenuto altresì che il presente atto venga inviato ai Comitati Territoriali, costituiti ai sensi della delibera G.R. 533/11 affinché lo trasmettano ai soggetti formativi - Istituti Professionali ed Enti di Formazione - quali soggetti chiamati a verificare congiuntamente la situazione individuale degli allievi ed elaborare il progetto personalizzato e flessibile, sottoponendolo ai Comitati Settoriali competenti chiamati ai sensi della delibera di Giunta 1140/2011 a validarne la coerenza complessiva con l’impianto formativo di riferimento (per qualifica/settore) entro il 30 novembre 2011;

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale 1057/06, 1663/06, 2060/10, 1377/10 così come rettificata dalla deliberazione della Giunta regionale 1950/10 e 1222/11;

Richiamata altresì la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008, recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e succ. mod.;

Attestata la regolarità amministrativa;

determina:

1) di approvare, sulla base di quanto espresso in premessa e qui integralmente richiamato, due schemi - tipo a) e schema tipo b) - riepilogativi dell’esito della verifica svolta dall’Istituto Professionale ed Ente di Formazione (Allegato 1 e 2) e il “Documento di indirizzo relativo ai progetti personalizzati e flessibili finalizzati all’acquisizione della qualifica professionale per gli studenti ad alto rischio di abbandono scolastico e formativo” (Allegato 3), quali parti integranti del presente atto;

2) di inviare il presente atto ai Comitati Territoriali affinché lo trasmettano ai soggetti formativi - Istituti Professionali ed Enti di Formazione - quali soggetti chiamati a verificare congiuntamente la situazione individuale degli allievi ed elaborare il progetto personalizzato e flessibile, sottoponendolo ai Comitati Settoriali competenti chiamati ai sensi della delibera di Giunta 1140/11 a validarne la coerenza complessiva con l’impianto formativo di riferimento (per qualifica/settore) entro il 30 novembre 2011;

3) di pubblicare il presente atto nel BURER al fine di garantirne la più ampia diffusione.

Il Responsabile del Servizio

Cristina Bertelli

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it