E-R | BUR

n.349 del 23.11.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Avviso di deposito della domanda di autorizzazione relativa alla “linea elettrica a 15 kV in cavo sotterraneo per contro-alimentare le cabine elettriche esistenti denominate “TOMASINI” e “CAPPONA”, nei pressi di via Pisciatello, in località Sala del comune di Cesenatico - Provincia di Forlì-Cesena”, (rif. E-Distribuzione AUT_2538024 3574/2159)

Arpae Servizio Autorizzazioni e Concessioni di Forlì-Cesena (di seguito Arpae S.A.C.) rende noto che E-distribuzione S.p.A., con istanza AUT_3574/ 2159 presentata il 5/10/2022, acquisita al protocollo di Arpae con PG/2022/162915 del 5/10/2022 (successivamente completata con nota del 14/11/2022, acquisita al protocollo di Arpae con PG/2022/187010 del 14/11/2022) ha chiesto, ai sensi dell’art. 2 comma 1 della L.R. n. 10/1993, l'autorizzazione alla costruzione e all’esercizio della linea elettrica, come di seguito denominata:

Linea elettrica a 15 kV in cavo sotterraneo per contro-alimentare le cabine elettriche esistenti denominate “TOMASINI” e “CAPPONA”, nei pressi di via Pisciatello, in località Sala del comune di Cesenatico - Provincia di Forlì-Cesena”.

L’impianto di cui trattasi non risulta inserito nel “ Programma annuale degli interventi – Anno 2022 – Province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini” pubblicato da “ E -distribuzione S.p.A.” nel BURERT n. 56 del 2/3/2022; ai sensi dell’art. 2 comma 6 della L.R. n. 10/1993, con nota acquisita al PG/2022/163259 del 5/10/2022 è stato pertanto trasmesso l’avviso di integrazione al medesimo programma ai fini della pubblicazione nel BURERT; avviso che è stato inserito nel BURERT n. 221 del 20/7/2022 (Periodico Parte Seconda).

In merito all’intervento in progetto, E-distribuzione S.p.A. ha precisato che:

  • la realizzazione dell’elettrodotto in progetto si rende necessaria per poter intervenire in maniera più rapida durante eventi meteorologici molto intensi che possono generare disservizi e guasti sulla rete elettrica, al fine di migliorare la stabilità e la sicurezza del servizio elettrico;
  • la costruzione della nuova linea consentirà di collegare diverse parti della rete elettrica così da rendere la stessa contro-alimentabile da una parte o dall’altra in caso di disservizi e, di conseguenza, assicurare la continuità della fornitura di energia elettrica;
  • verrà realizzata una nuova linea MT a 15 kV, tramite la posa di un cavo sotterraneo ad elica visibile (3x1x185 mm²) di lunghezza complessiva pari a circa 0,805 km, per il collegamento tra le cabine secondarie esistenti n. 167229 “TOMASINI” e n. 431138 “CAPPONA”, poste lungo la via Pisciatello (tra le intersezioni con la via Canale Bonificazione e con la via Fiorentina);
  • il tracciato si svilupperà interamente in Comune di Cesenatico ed interesserà quasi esclusivamente la viabilità esistente e solo in minima parte aree private, per il collegamento alle cabine esistenti;
  • l’opera presenta interferenze con il Torrente Pisciatello;
  • i cavi sotterranei saranno posati con scavo a cielo aperto, ad una profondità superiore a 1,00 m dal piano stradale e dal piano di campagna;
  • tutte le opere saranno realizzate da E-distribuzione S.p.A. tramite impresa appaltatrice;
  • non è prevista la costruzione di nuove cabine, né la posa di nuovi trasformatori;
  • la spesa presunta ammonta a circa 95.000,00 Euro.

L’opera in oggetto interesserà i terreni identificati dalle particelle catastali del Comune di Cesenatico di seguito riportate:

Particelle: 220, 14, 161, 162, 165, 166, 496, 476, 15, 186, 185, 22, 342, 181, 24, 588, 448, 597, 595, 540, 282, 251, 336, 209, 592, 598, 29, 589, 458, 457, 253, 208, 206, 207 del Foglio 44;

Particelle: 117, 619, 138, 621, 617, 222 e 172 del Foglio 45;

La linea elettrica in oggetto non risulta prevista negli strumenti urbanistici del Comune di Cesenatico, per cui l'autorizzazione, ai sensi dell'art. 2-bis della L.R. 10/1993, avrà efficacia di variante urbanistica, con l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e con l'introduzione delle fasce di rispetto ai sensi del D.M. 29/5/2008 e della L.R. 30/2000.

Per le opere elettriche in oggetto è stata richiesta la dichiarazione di pubblica utilità, ai sensi dell'art. 4-bis comma 1 della L.R. 10/1993, e a tal fine è stato depositato l’elaborato in cui sono indicate le aree interessate ed i nominativi di coloro che risultano proprietari secondo le risultanze dei registri catastali. E’ stata richiesta inoltre la dichiarazione di inamovibilità delle opere.

Le servitù di elettrodotto verranno costituite in conformità al Testo Unico delle disposizioni di legge sulle acque e impianti elettrici (R.D. n. 1775/1933 e successive modificazioni ed integrazioni), alla L.R. n. 10/1993 e al D.P.R. n. 327/2001 in materia di espropri. La fascia di servitù di elettrodotto avrà una larghezza pari a 2 metri per parte (4 metri complessivi) dall’asse dell’elettrodotto.

Gli originali della domanda ed i documenti allegati, comprensivi dell’elaborato contenente l’indicazione delle aree da espropriare (asservimento) ed i nominativi di coloro che risultano proprietari secondo le risultanze dei registri catastali, sono depositati presso Arpae S.A.C. di Forlì-Cesena, ai sensi degli articoli 3 e 4-bis della L.R. 10/1993. Il deposito avrà una durata di 20 giorni, decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso.

Chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e degli elaborati allegati, previo accordo telefonico, nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00;

presso Arpae S.A.C. di Forlì-Cesena, Piazza Morgagni n. 9 – 47121 Forlì:

  • Unità Sanzioni e autorizzazioni ambientali specifiche, piano terra – stanza 14 (tel.0543/451727 – 451722 – 451729).

Eventuali osservazioni da parte degli interessati dovranno essere presentate ad Arpae S.A.C. di Forlì-Cesena in forma scritta (in carta semplice o utilizzando l’indirizzo PEC: aoofc@cert.arpa.emr.it) nei 20 giorni successivi alla scadenza del termine di deposito di cui sopra, e saranno puntualmente esaminate.

Il Responsabile del procedimento è il Dr. Cristian Silvestroni di Arpae S.A.C. di Forlì-Cesena (tel. 0543/451727 – e-mail: csilvestroni@arpae.it ). La competenza per il rilascio del provvedimento conclusivo è della Dott.ssa Tamara Mordenti, Dirigente del S.A.C. di Forlì-Cesena di Arpae.

Il termine per la conclusione del procedimento di autorizzazione è pari a 180 giorni a decorrere dalla pubblicazione del presente avviso, fatta salva eventuale sospensione dei termini del procedimento.

Arpae S.A.C. di Forlì-Cesena indirà la Conferenza di servizi decisoria in forma semplificata ed in modalità asincrona, ai sensi dell'art. 14-bis della L. 241/90, per l'acquisizione dei pareri e dei nulla-osta necessari alla realizzazione dell’opera da parte di altri Enti e Amministrazioni.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it