E-R | BUR

n.281 del 04.11.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

D.G.R. 2318/2005 - Integrazione elenco regionale degli impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio con impianti di selezione della frazione secca dei rifiuti urbani indifferenziati per la produzione di CDR/CSS, ubicati nel comune di Roma, Via Malagrotta n. 257, gestito da E.GIOVI s.r.l.

 IL RESPONSABILE

Viste:

- la legge 28 dicembre 1995 n. 549, recante “Misure di razionalizzazione della finanza pubblica”, ed in particolare l'art.3, commi da 24 a 40, che ha istituito il tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi;

- la legge regionale 19 agosto 1996, n. 31 recante “Disciplina del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2318 del 29 dicembre 2005 recante “L.R. 31/96 – Disciplina del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi – prime disposizioni”;

- la deliberazione della Giunta regionale 29 dicembre 2008, n. 2416 avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”;

- il decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, recante “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

Premesso che la ditta E.GIOVI S.R.L. (C.F. n. 04773710589 e P. IVA n. 01301101000) con sede legale a Roma, via Portuense n. 881:

- il 19 dicembre 2014 (Prot. PG.2014.0506310 del 22 dicembre 2014), ha presentato richiesta di inserimento degli impianti di Trattamento Meccanico e Biologico (TMB) ubicati a Roma, via Malagrotta n. 257 - linee di produzione del Combustibile Derivato da Rifiuto/Combustibile Solido Secondario (CDR/CSS), denominati TMB M1 e TMB M2, nell’elenco regionale di cui al punto 7. della suddetta deliberazione della Giunta regionale n. 2318/2005, allegando al contempo la seguente documentazione:

- descrizione del processo relativo agli impianti TMB di Malagrotta 1 e Malagrotta 2 e schema di flusso dei rifiuti;

- rendicontazione attività di recupero della linea di produzione del CDR/CSS negli impianti TMB M1 e TMB M2 relativamente al I°, II° e III° trimestre 2014;

- copia Autorizzazione Integrata Ambientale n. G06042 rilasciata dalla Regione Lazio il 23 dicembre 2013;

- il 29 dicembre 2014 (Prot. PG.2014.0512125 del 29 dicembre 2014), ha presentato istanza (richiesta di iscrizione e dichiarazione sostitutiva di atto notorio), ai sensi del punto 6. della sopra richiamata deliberazione della Giunta regionale n. 2318/2005 per l’iscrizione degli impianti TMB M1 e TMB M2 ubicati a Roma, via Malagrotta n. 257 - linee di produzione del CDR/CSS - nell’elenco regionale degli impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio che possono usufruire del pagamento del tributo speciale in misura ridotta;

Preso atto della determinazione 23 dicembre 2013, n. G06042, del Direttore della Direzione Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti della Regione Lazio, recante “E.GIOVI S.r.l. - Autorizzazione Integrata Ambientale ai sensi del Titolo III bis del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. - impianti di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) denominati Malagrotta 1 e Malagrotta 2” pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 12 (Supplemento n. 1) dell’11 febbraio 2014;

Dato atto che con nota regionale Prot. PG.2015.0133810 del 4 marzo 2015 è stata presentata alla Prefettura di Roma richiesta di informazione ai sensi dell’art. 91 del DLgs 6 settembre 2011, n. 159, per la ditta E.GIOVI S.R.L.;

Preso atto che la Prefettura di Roma, con nota del 5 marzo 2015 (Prot. n. 65152/Area I Bis O.S.P.), in risposta alla predetta nota regionale del 4 marzo 2015, non si è pronunciata nel merito, comunicando che è pendente in giudizio al Consiglio di Stato ricorso in appello avverso la sentenza n. 8069/2014 del T.A.R. per il Lazio che ha annullato il provvedimento interdittivo adottato ai sensi dell’art. 91 del DLgs n. 159/2011 dalla Prefettura di Roma il 24 gennaio 2014 nei confronti della ditta E.GIOVI S.R.L.;

Valutato che:

- gli impianti TMB M1 e TMB M2 ubicati a Roma, via Malagrotta n. 257 - linee di produzione del CDR/CSS - possiedono le caratteristiche tecniche per poter essere iscritte nell’elenco regionale degli impianti di cui al punto 7. della deliberazione della Giunta regionale n.2318/2005 rispettivamente come impianti di selezione della frazione secca dei rifiuti urbani per la produzione di CDR/CSS;

- l’applicazione del tributo speciale in misura ridotta per lo smaltimento in discarica degli scarti e dei sovvali prodotti presso gli impianti TMB M1 e TMB M2 ubicati a Roma, via Malagrotta n. 257 - linee di produzione del CDR/CSS decorre, ai sensi dei punti 8. e 9. della sopracitata deliberazione della Giunta regionale n. 2318/2005, dal 29 dicembre 2014;

Considerato l’esito della richiesta di informazione alla Prefettura di Roma, come sopra riportato;

Ritenuto che sussistono gli elementi per poter procedere all’iscrizione degli impianti TMB M1 e TMB M2 ubicati a Roma, via Malagrotta n. 257 - linee di produzione del CDR/CSS - gestiti da E.GIOVI S.R.L., nell’elenco regionale degli impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio, costituito ai sensi del punto 7. della deliberazione di Giunta regionale n. 2318/2005, che possono usufruire del pagamento del tributo speciale in misura ridotta, con riserva di procedere alla revoca dell’iscrizione all’esito del giudizio di appello al Consiglio di Stato qualora tale giudizio non dovesse confermare quanto statuito con la citata sentenza del T.A.R. per il Lazio n. 8069/2014;

Attestata la regolarità amministrativa;

determina:

1) di prendere atto della determinazione 23 dicembre 2013, n. G06042, del Direttore della Direzione Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti della Regione Lazio, recante “E.GIOVI S.r.l. - Autorizzazione Integrata Ambientale ai sensi del Titolo III bis del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. - impianti di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) denominati Malagrotta 1 e Malagrotta 2” pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 12 (Supplemento n. 1) dell’11 febbraio 2014;

2) di integrare l’elenco regionale - di cui alla determinazione n. 17737 del 13 dicembre 2006 del Responsabile del Servizio Rifiuti e Bonifica Siti e successive modifiche e integrazioni - degli impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio, costituito ai sensi del punto 7. della deliberazione di Giunta regionale n. 2318 del 29 dicembre 2005, che possono usufruire del pagamento del tributo speciale in misura ridotta, con i seguenti impianti:

  • Impianti di selezione della frazione secca dei rifiuti urbani indifferenziati per la produzione di CDR/CSS: impianti di Trattamento Meccanico e Biologico (TMB) ubicati a Roma, via Malagrotta n. 257 - linee di produzione del Combustibile Derivato da Rifiuto/Combustibile Solido Secondario (CDR/CSS), denominati TMB M1 e TMB M2;
  • Gestore: E.GIOVI S.R.L. (C.F. n. 04773710589 e P. IVA 01301101000) con sede legale a Roma, Via Portuense n. 881;
  • Decorrenza iscrizione: 29 dicembre 2014; 

con riserva di procedere alla revoca dell’iscrizione all’esito del giudizio di appello al Consiglio di Stato qualora tale giudizio non dovesse confermare quanto statuito con la sentenza del T.A.R. per il Lazio n. 8069/2014 che ha annullato il provvedimento interdittivo adottato ai sensi dell’art. 91 del D.Lgs. 159/2011 dalla Prefettura di Roma il 24 gennaio 2014 nei confronti della ditta E.GIOVI S.R.L.;

3) di notificare il presente provvedimento alla ditta E.GIOVI S.R.L.;

4) di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it