E-R | BUR

n.100 del 20.06.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Dichiarazione di decadenza di componenti del Consiglio delle Autonomie locali a seguito della cessazione dalla carica e nomina in sostituzione dei nuovi componenti

IL PRESIDENTE

Richiamata la Legge regionale 9 Ottobre 2009, n. 13 “Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali”, come modificata dalla Legge regionale 24 maggio 2012, n. 4;

Visti in particolare gli artt.:

- 2 c. 2 della citata legge che dispone che sono componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali (CAL) i Presidenti delle Province, i Sindaci dei Comuni capoluogo e i Sindaci dei Comuni con più di 50.000 abitanti;

- 2 c. 3 che dispone che sono componenti elettivi ventidue Sindaci dei Comuni non capoluogo fino a 50.000 abitanti, di cui la metà appartenenti a Comuni montani, come individuati ai sensi dell’art. 1, c. 5 della Legge regionale 20 gennaio 2004, n. 2 (Legge per la montagna), eletti secondo le procedure di cui all’art. 3;

- 5 c. 1 che dispone che i “componenti del CAL decadono nell’ipotesi di cessazione, per qualsiasi causa, dalla carica di Sindaco o di Presidente di Provincia e che la decadenza è dichiarata dal Presidente della Regione con proprio decreto, su proposta del Presidente del CAL”;

- 5 c. 3, come modificato dalla citata L.R. n. 4/2012, che dispone: “Nell’ipotesi di decadenza nel corso della legislatura regionale di uno dei componenti elettivi, il Presidente della Regione dichiara eletto e nomina, in sostituzione, il primo dei candidati presenti nella graduatoria di cui all’art. 3, c. 5, rispettando il rapporto tra Comuni montani e non montani. Qualora non sia possibile procedere alla sostituzione del componente decaduto per l’assenza di candidati nella graduatoria dei non eletti, l’organo opera validamente composto dai restanti componenti in carica, fino alla nuova elezione di tutti componenti elettivi. In tal caso non è richiesto il rispetto delle proporzioni tra componenti elettivi indicate dall’art. 2, c. 3”; 

- 5 c. 6 che dispone che “se cessa dalla carica un componente di diritto subentra allo stesso il nuovo Sindaco o Presidente di Provincia”;

Richiamati i propri decreti:

- n. 281 del 19 ottobre 2009 relativo alla nomina dei componenti di diritto del CAL;

- n. 322 del 9 dicembre 2009 relativo alla nomina dei componenti elettivi di cui all’art. 2 e 3 della stessa legge;

nonché quelli relativi alla dichiarazione di decadenza di componenti del CAL a seguito della cessazione dalla carica e nomina in sostituzione dei nuovi componenti:

- n. 73 del 9 aprile 2010

- n. 96 del 5 maggio 2010

- n. 124 del 27 maggio 2010

- n. 119 del 14 giugno 2011

- n. 235 del 16 dicembre 2011

Constatato che, a seguito delle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio 2012 e del turno di ballottaggio del 20 e 21 maggio:

- sono cessati dalla carica i seguenti componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali:

  • Roberto Reggi Sindaco di Piacenza
  • Mario Ciclosi Commissario straordinario per la provvisoria gestione del Comune di Parma

- sono stati proclamati Sindaci:

  • Paolo Dosi Sindaco di Piacenza
  • Federico Pizzarotti Sindaco di Parma

- è altresì cessato dalla carica il Sindaco di Budrio Carlo Castelli, componente elettivo.

Ritenuto pertanto, su proposta della Presidenza del Consiglio delle Autonomie locali, di procedere, ai sensi del richiamato art. 5, c. 1 della L.R. 13/2009, alla dichiarazione di decadenza da componenti del CAL dei sopracitati amministratori cessati dalla carica:

  •  Roberto Reggi (componente di diritto) 
  •  Mario Ciclosi (componente di diritto) 
  •  Carlo Castelli (componente elettivo)

Ritenuto conseguentemente:

di nominare Paolo Dosi e Federico Pizzarotti - proclamati rispettivamente Sindaco del Comune di Piacenza e Sindaco del Comune di Parma, a seguito delle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio 2012 e del turno di ballottaggio del 20 e 21 maggio 2012 – quali componenti di diritto del CAL, in sostituzione dei predetti componenti di diritto uscenti, così come previsto dall’art. 5, c. 6 della L.R. 13/2009;

Acquisite agli atti del Servizio Rapporti con gli Enti locali in ambito del Consiglio delle Autonomie locali le dichiarazioni di avvenuta proclamazione;

Constatata l’assenza di candidati nella graduatoria dei non eletti, come riportata nel proprio decreto n. 322 del 9/12/2009, dovuta al fatto che i tre candidati in essa presenti sono già stati nominati quali componenti del CAL in sostituzione di componenti decaduti;

Ritenuto pertanto di non procedere alla sostituzione di Carlo Castelli, in applicazione di quanto previsto dal novellato art. 5, c. 3 della sopracitata L.R. n. 13/09, stante l’assenza di candidati nella graduatoria dei non eletti;

Dato atto del parere allegato;

decreta:

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate

1. i signori:

  •  Roberto Reggi (componente di diritto)
  • Mario Ciclosi (componente di diritto)
  • Carlo Castelli (componente elettivo)

ai sensi dell’art. 5, c. 1 della L.R. 13/2009, sono dichiarati decaduti da componenti del Consiglio delle Autonomie locali, a seguito della loro cessazione, rispettivamente, dalla carica di Sindaco del Comune di Piacenza, di Commissario straordinario per la provvisoria gestione del Comune di Parma e di Sindaco del Comune di Budrio;

2. i signori:

  • Paolo Dosi
  • Federico Pizzarotti

proclamati rispettivamente Sindaco di Piacenza e Sindaco di Parma a seguito delle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio 2012 e del turno di ballottaggio del 20 e 21 maggio 2012, sono nominati, in sostituzione, quali componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali;

3. il sig. Carlo Castelli, in applicazione di quanto previsto dal novellato art. 5, c. 3 della sopracitata L.R. n. 13/09, non è sostituito, stante l’assenza di candidati nella graduatoria dei non eletti.

Il presente decreto verrà pubblicato in forma integrale nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it