E-R | BUR

n.295 del 02.11.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione dello schema di convenzione tra le Aziende Sanitarie regionali e le Forze Armate italiane per l'implementazione delle competenze cliniche in emergenza-urgenza del personale sanitario militare, in attuazione della propria deliberazione n. 963/2015

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la propria deliberazione n. 963/2015, con la quale è stato approvato lo schema di Protocollo d’intesa da stipulare tra la Regione Emilia-Romagna e l’Esercito italiano, al fine di rafforzare la collaborazione tra la Regione Emilia-Romagna e il Ministero della Difesa, per sviluppare sinergie tra il Servizio Sanitario Regionale ed il Servizio Sanitario degli Enti militari;

Dato atto che gli obiettivi, condivisi tra le due Amministrazioni, da perseguire attraverso la collaborazione di cui si tratta, sono così indicati dalla richiamata DGR 963/2015:

-        incrementare la professionalità e competenza clinica degli ufficiali medici e sottufficiali infermieri;

-        organizzare attività di formazione teorica e addestramento pratico del personale sanitario militare e civile che, sempre più spesso, si trova impegnato a condividere operazioni di soccorso e per tutte le altre possibili attività di maxiemergenza;

-        costituire, nel tempo, un nucleo consolidato di operatori sanitari esperti nella gestione delle emergenze, da utilizzare a beneficio della collettività in caso di calamità sul territorio regionale;

-        accrescere l’efficacia e l’efficienza dello strumento sanitario militare a vantaggio di una migliore protezione sanitaria nei teatri operativi;

-        implementare la competenza clinica certificata in emergenza/urgenza;

-        sviluppare sinergie finalizzate alla promozione delle attività di donazione di organi ed emocomponenti;

Dato atto altresì che gli impegni presi dalle parti, come sancito nella DGR 963/2015 più volte citata, attengono:

per quanto riguarda la Regione Emilia-Romagna

-        promuovere percorsi di addestramento per il personale sanitario militare in materia di emergenza/urgenza, presso le strutture deputate del servizio sanitario regionale, che li integrano con questa finalità nei loro contratti assicurativi, per i rischi che possono derivare dall’attività svolta;

-        realizzare, a seguito di valutazione delle competenze acquisite nella fase di addestramento, una fase di tutoraggio nelle strutture del servizio sanitario regionale;

-        mettere a disposizione strutture didattiche per lo svolgimento di corsi/ lezioni/ seminari/ esercitazioni;

-        favorire sinergie finalizzate all’ottimizzazione di percorsi di medicina preventiva;

e per quanto riguarda il Ministero della Difesa:

-        rendere disponibile il personale sanitario militare per situazioni di emergenza e pubblica calamità che dovessero verificarsi nel territorio della Regione Emilia-Romagna;

-        mettere a disposizione, nelle medesime circostanze, propri mezzi e materiali sanitari, fermi restando eventuali impegni istituzionali precedentemente assunti;

-        mettere a disposizione strutture e personale militare per addestramento di personale della Regione Emilia-Romagna finalizzato a operare in contesti e condizioni particolari (ad es. protezione NBCR -Nucleare, Biologica, Chimica, Radiologica – o situazioni non permissive);

dando atto da entrambe le parti che gli impegni predetti si realizzino in regime di parità economica, in assenza di costi per le parti contraenti, identificando in un beneficio per la collettività l’incremento delle competenze e delle risorse sanitarie in ambito di emergenza-urgenza e pubblica calamità, il miglioramento dello stato di salute complessivo e la sensibilizzazione diffusa alla donazione di organi ed emocomponenti;

Considerato che la richiamata DGR 963/2015 prevede che gli obiettivi dalla medesima indicata, sopra richiamati, debbano essere meglio definiti ed implementati in uno schema tipo di convenzione, da stipularsi fra i singoli reparti militari e ciascuna azienda sanitaria emiliano-romagnola che si renda disponibile all’iniziativa, e che allo scopo di dare attuazione a tale previsione debba essere costituito dal Direttore Generale Cura della Persona, Salute e Welfare, ai sensi della normativa regionale vigente, un gruppo di lavoro composto da tre referenti di Regione Emilia-Romagna e delle aziende sanitarie emiliano-romagnole e tre referenti del Ministero della Difesa;

Verificato che con determinazione del Direttore Generale Cura della Persona, Salute e Welfare n. 11613/2017 è stato costituito il gruppo di lavoro “Implementazione competenze cliniche del Personale Sanitario militare in emergenza-urgenza”, con il mandato di definire l’azione progettuale contenente gli ambiti di intervento e i contenuti specifici delle attività necessarie al raggiungimento degli obiettivi di cui al protocollo medesimo, nonché lo schema di convenzione esplicitato al precedente paragrafo;

Preso atto che il gruppo di lavoro sopra citato ha portato a termine il mandato di cui si tratta, e che i professionisti coinvolti hanno elaborato il previsto schema di convenzione tra le Aziende Sanitarie regionali e l’Esercito Italiano per l’implementazione delle competenze in emergenza-urgenza del personale sanitario militare;

Ritenuto opportuno e necessario approvare tale documento in allegato alla presente deliberazione quale sua parte integrante e sostanziale;

Richiamati altresì:

-        la L.R. 12 maggio 1994, n. 19 “Norme per il riordino del servizio sanitario regionale ai sensi del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, modificato dal decreto legislativo 7 dicembre 1993, n. 517“ e successive modifiche;

-        la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni;

-        il D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” così come modificato dal D.Lgs. n. 97/2016;

Vista la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”, e successive modifiche;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni:

-        n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016, n. 1681/2016, n. 2344/2016 e n. 3/2017 relative alla riorganizzazione dell’Ente regione ed alle competenze dirigenziali;

-        n. 89/2017 “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2017-2019”;

-        n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

-        n. 486/2017 “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle politiche per la salute;

A voti unanimi e palesi

delibera:

  1. di approvare, per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, lo Schema di Convenzione tra le Aziende Sanitarie Regionali e le Forze Armate Italiane per l’implementazione delle competenze cliniche in emergenza-urgenza del personale sanitario miliare, in attuazione della propria deliberazione n. 963/2015;
  2. di impegnare le Aziende Sanitarie della Regione ad attenersi allo schema tipo di cui al precedente punto 1. nella stipula delle convenzioni di cui si tratta;
  3. di stabilire che ogni modifica o integrazione in sede locale allo schema tipo di convenzione oggetto della presente deliberazione debba essere sottoposta al gruppo di lavoro costituito dal Direttore Generale Cura della Persona, Salute e Welfare, ai sensi della propria deliberazione n. 963/2015, e dal medesimo, a seguito di positiva valutazione, proposta a questa Giunta per la necessaria approvazione;
  4. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;
  5. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it