E-R | BUR

n.73 del 22.03.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Assunzione del vincitore della selezione pubblica per il conferimento di incarico dirigenziale, ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001, presso il Gabinetto del Presidente della Giunta

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la L.R. n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” ed in particolare l'art. 18 rubricato “Copertura dei posti della qualifica dirigenziale mediante contratti a tempo determinato” che dispone:

- al comma 1: “È facoltà della Regione provvedere alla copertura dei posti della qualifica dirigenziale con contratti a tempo determinato di durata non superiore a cinque anni nel limite del dieci per cento delle dotazioni organiche del Consiglio e della Giunta regionali;

- al comma 2: “Le assunzioni di cui al comma 1 avvengono con deliberazione della Giunta regionale o dell'Ufficio di Presidenza dell'Assemblea legislativa, per le rispettive dotazioni organiche, a seguito di selezione pubblica. La procedura selettiva è disciplinata con deliberazione assunta dai precitati organi politici, d'intesa tra loro;

- al comma 4: “L'individuazione del soggetto da assumere avviene previo accertamento degli specifici requisiti culturali e professionali posseduti. Requisiti indispensabili per l'assunzione sono in ogni caso:

  1. possesso del diploma di laurea e degli altri requisiti previsti per l'accesso alla qualifica;
  2. comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell'incarico, acquisita nella Pubblica Amministrazione, in Enti di diritto pubblico o aziende pubbliche o private, nelle libere professioni, ovvero in altre attività professionali di particolare qualificazione”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1522/2015 recante “Direttiva per la procedura di assunzione di dirigenti con contratto a tempo determinato ai sensi dell’art. 18 della L.R. n. 43/2001”, d’ora in poi per brevità Direttiva;

- n. 1107/2016 recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta Regionale a seguito dell’implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera n. 2189/2015”;

- n. 1108/2016 recante “Individuazione di posizioni dirigenziali da coprire”;

Atteso che la Direttiva stabilisce, in particolare:

  • le modalità e i termini di svolgimento della procedura selettiva da avviare con pubblicazione di un avviso nel quale sono indicati i requisiti generali e specifici di partecipazione;
  • che ai fini dello svolgimento della selezione la Giunta regionale si avvale di una Commissione esaminatrice costituita con atto del Direttore Generale competente in materia di personale;
  • che al termine della selezione la Commissione formula la graduatoria di merito per individuare il candidato risultato il più idoneo a ricoprire la posizione oggetto di selezione;

Dato atto che:

- con determinazione del Direttore Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni n. 16161 del 17/10/2016 è stata indetta una procedura selettiva, con pubblicazione di apposito avviso NEl Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico n. 315 del 21 ottobre 2016 e sul sito internet dell'Ente, per la copertura con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato della durata di anni cinque, ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001, della seguente posizione dirigenziale presso il Gabinetto del Presidente della Giunta:

  • n. 1 posto di Responsabile del Servizio “Autorità di Audit”;

- con determinazione del Direttore Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni n. 20916 del 28/12/2016 è stata nominata la commissione esaminatrice per lo svolgimento della selezione di cui in oggetto;

- con determinazione del Responsabile del Servizio Organizzazione e Sviluppo n. 278 del 12/1/2017 sono stati ammessi alla procedura selettiva i candidati in possesso dei requisiti previsti dall’avviso;

- terminata la procedura di selezione la commissione esaminatrice ha formulato la graduatoria finale di merito per la procedura selettiva di cui trattasi, sommando il punteggio relativo alla valutazione del curriculum ed al colloquio per i candidati ammessi e l’ha trasmessa al Servizio competente per la verifica della regolarità delle operazioni espletate;

- il Responsabile del procedimento ha verificato la regolarità delle operazioni svolte dalla Commissione esaminatrice;

Dato atto che la graduatoria acquisita dal Servizio competente, trasmessa con nota NP/2017/1497 del 25/1/2017 risulta così composta:

  • Graduatoria finale per n. 1 posto di Dirigente Responsabile del Servizio “Autorità di Audit”:

N.

Cognome

Nome

Punteggio Totale

1.

Canu

Marisa

46,980

2.

Maini

Elisabetta

30,712

Ritenuto di assumere con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, stipulato ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001, per il conferimento dell'incarico dirigenziale di seguito indicato con decorrenza dalla data indicata nel contratto di assunzione e per la durata massima di anni cinque, il candidato collocato al primo posto della graduatoria e precisamente:

  • la Dott.ssa Canu Marisa, Responsabile del Servizio “Autorità di Audit” presso il Gabinetto del Presidente della Giunta;

Precisato che per la dott.ssa Canu Marisa l'assunzione avviene ai sensi del combinato disposto degli artt. 18 e 19 comma 9 L.R. n. 43/2001 e che la stessa dovrà presentare richiesta di aspettativa senza assegni per l’intera durata del contratto di lavoro a tempo determinato stipulato ai sensi dell’art. 18 della medesima legge;

Visti inoltre i seguenti provvedimenti:

- la legge 6 novembre 2012, n.190 recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”;

- il decreto legislativo 8 aprile 2013, n.39 recante “Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n.190”;

Precisato che in via preliminare alla sottoscrizione del contratto individuale si procederà alla verifica del possesso dei requisiti dichiarati nella domanda di partecipazione alla selezione e all'acquisizione delle dichiarazioni, ai sensi del D.Lgs. 39/2013, sull'assenza di cause di inconferibilità e incompatibilità previste dalla normativa anticorruzione, con riferimento all'attribuzione dell'incarico dirigenziale sulla predetta posizione:

- Dott.ssa Marisa Canu, Dirigente Responsabile del Servizio “Autorità di Audit” -  che s’intende autorizzato con il presente atto;

Dato atto che il rapporto di lavoro a tempo determinato del dirigente sopra indicato sarà disciplinato secondo lo schema di contratto individuale allegato al presente atto come parte integrante e sostanziale, sub Allegato A), in cui viene regolamentato il trattamento giuridico ed economico alle seguenti condizioni:

- l'assunzione a tempo determinato ed il relativo incarico dirigenziale avranno durata massima di anni cinque, a decorrere dalla data indicata nel contratto individuale di lavoro;

- la durata del periodo di prova è fissato in mesi sei;

- il trattamento economico spettante è stabilito con riferimento a quello dei dirigenti di ruolo e determinato su base annua come segue:

  • retribuzione base (tabellare + vacanza contrattuale) nella misura definita per i dirigenti di ruolo, alla data dell’assunzione;
  • retribuzione di posizione nella misura stabilita, alla data dell’assunzione, per la fascia retributiva FR2;
  • potrà inoltre essere erogata, all’esito del processo di valutazione delle prestazioni, una retribuzione di risultato nella misura prevista, a parità di valutazione, per i dirigenti di ruolo, secondo la quantificazione definita in sede di contratto collettivo decentrato integrativo;
  • le componenti economiche sopra elencate sono individuate nella stessa misura che si applica ai dirigenti di ruolo e potranno di conseguenza variare, anche in diminuzione, in seguito a modifiche derivanti dai Contratti collettivi nazionali e decentrati o da revisione della disciplina in materia di dirigenza regionale;

Richiamate infine le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e ss.mm.;

- n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore al Bilancio, Riordino Istituzionale, Risorse Umane e Pari Opportunità, Emma Petitti;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1. di disporre l'assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato presso la Regione Emilia-Romagna, stipulato ai sensi degli artt. 18 e 19 della LR 43/2001, nella qualifica dirigenziale, del dirigente di seguito indicato, risultato vincitore in esito alla selezione pubblica, espletata secondo la direttiva di cui alla deliberazione regionale n. 1522/2015, per la copertura della posizione dirigenziale presso il Gabinetto del Presidente della Giunta:

  • Dirigente Responsabile del Servizio “Autorità di Audit” – Dott.ssa Marisa Canu;

2. di stabilire che il rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato sia disciplinato secondo quanto contenuto nello schema di contratto individuale riportato nell’Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, ed in particolare che:

- il contratto decorra dalla data indicata nell'art. 3 e abbia durata massima pari ad anni cinque;

- la durata del periodo di prova è fissato in mesi sei;

- il trattamento economico spettante è stabilito con riferimento a quello dei dirigenti di ruolo e determinato su base annua come segue:

  • retribuzione base (tabellare + vacanza contrattuale) nella misura definita per i dirigenti di ruolo, alla data dell’assunzione;
  • retribuzione di posizione nella misura stabilita, alla data dell’assunzione, per la fascia retributiva FR2;
  • potrà inoltre essere erogata, all’esito del processo di valutazione delle prestazioni, una retribuzione di risultato nella misura prevista, a parità di valutazione, per i dirigenti di ruolo, secondo la quantificazione definita in sede di contratto collettivo decentrato integrativo;
  • le componenti economiche sopra elencate sono individuate nella stessa misura che si applica ai dirigenti di ruolo e potranno di conseguenza variare, anche in diminuzione, in seguito a modifiche derivanti dai Contratti collettivi nazionali e decentrati o da revisione della disciplina in materia di dirigenza regionale;

3. di autorizzare il Direttore Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni, Dott. Francesco Raphael Frieri alla sottoscrizione del contratto di lavoro a tempo determinato sottoscritto dal medesimo dirigente secondo quanto contenuto nello schema allegato sotto la lettera A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

4. di dare atto che ai sensi del decreto legislativo n. 39/2013 dovranno essere presentate le dichiarazioni e, di conseguenza, verificata l’insussistenza di cause di inconferibilità e incompatibilità per l’attribuzione dell’incarico di cui al punto 1), che saranno depositate agli atti della Direzione generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni e pubblicate sul sito dell’Amministrazione;

5. di dare atto, inoltre, che gli oneri derivanti dall’assunzione per il personale a tempo determinato di cui al presente atto sono da imputare, per l’anno 2017, così come per gli anni successivi, sui capitoli di spesa del personale, istituiti per missione e programma a norma del D.Lgs. n. 118/2011 e che saranno dotati della necessaria disponibilità;

6. di dare infine atto che ai sensi della normativa contabile vigente il Responsabile del Servizio competente per materia, provvederà con proprio atto formale alla liquidazione di quanto dovuto sulla base dei conteggi elaborati mensilmente;

7. di stabilire che il presente provvedimento costituisce approvazione ai fini dell’art. 44, comma 2, della L.R. n. 43/2001, relativamente all’incarico di Responsabile di Servizio attribuito dal Direttore generale competente, fissando la medesima decorrenza e durata del rapporto di lavoro a tempo determinato;

8. di disporre che del medesimo provvedimento di incarico sia effettuata la pubblicazione NEl Bollettino Ufficiale regionale a cura della direzione generale interessata;

9. di pubblicare la presente deliberazione NEl Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, nonché nelle forme previste dall’ordinamento regionale, nel rispetto delle disposizioni di cui al Decreto legislativo n. 33 del 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte di pubbliche amministrazioni” e delle relative disposizioni applicative nell’ordinamento regionale. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it