E-R | BUR

n.163 del 14.06.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione del Piano integrato delle azioni regionali per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile e la prevenzione del crimine organizzato e mafioso e dei fenomeni corruttivi, ai sensi dell'art. 3 della L.R. 28 ottobre 2016, n. 18 - Anno 2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la legge regionale 28 ottobre 2016, n. 18 "Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili” ed in particolare l'art. 3 che prevede:

- al comma 1 che la Giunta regionale predispone annualmente un piano integrato delle azioni regionali per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile e la prevenzione del crimine organizzato e mafioso e dei fenomeni corruttivi. Il piano definisce le azioni regionali finalizzate a perseguire gli obiettivi di cui all’articolo 1 con indicazione delle risorse, finanziarie e organizzative, a tal fine dedicate e delle strutture regionali responsabili della loro attuazione. Il piano è predisposto tenendo conto delle indicazioni della Consulta regionale per la legalità di cui all’articolo 4 e delle analisi svolte mediante l’osservatorio di cui all’articolo 5;

- al comma 2 che il piano integrato delle attività è approvato dalla Giunta Regionale, previo parere della competente commissione assembleare;

- al comma 3 che la Regione assicura la più ampia diffusione del piano integrato delle azioni regionali e può promuovere forme di valutazione partecipata, coinvolgendo cittadini e soggetti attuatori degli interventi previsti, mediante la realizzazione di consultazioni, audizioni e incontri sulle tematiche ritenute di maggiore interesse; 

Ritenuto di provvedere all’elaborazione del piano integrato delle azioni regionali per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile e la prevenzione del crimine organizzato e mafioso e dei fenomeni corruttivi relativo all’anno 2017, contenuto nell’Allegato 1) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; 

Dato atto che l’osservatorio regionale sui fenomeni connessi al crimine organizzato e mafioso nonché ai fatti corruttivi, di cui all’articolo 5 della L.R. 18/2016, la cui definizione, composizione e modalità di funzionamento sono state stabilite con propria delibera n. 115/2017, è stato regolarmente costituito con determinazione dirigenziale n. 3121/2017;

Viste le analisi svolte mediante l’osservatorio medesimo che si è riunito il 21 marzo 2017; 

Sentita la Consulta regionale per la legalità e la cittadinanza responsabile, di cui all’articolo 4 della L.R. 18/2016, che si è riunita il 20 aprile 2017 al fine, tra l’altro, di acquisire valutazioni e proposte; 

Acquisito il parere favorevole espresso dalla Commissione Assembleare Cultura, scuola, formazione, lavoro, sport e legalità nella seduta del 25 maggio 2017 e trattenuto agli atti del Gabinetto del Presidente della Giunta; 

Richiamati il D.lgs 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” nonché la propria deliberazione n. 89/2017 “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”; 

Richiamate inoltre le proprie deliberazioni:

  • nn. 53/2015, n. 2184/2015, n. 2189/2015, n. 106/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 2338/2016, n. 1107/2016 e il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 242/2015; 
  • n. 2416 del 29 dicembre 2008, recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e succ. mod.; 

Viste le seguenti leggi regionali:

  • 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazioni della L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4” per quanto applicabile; 
  • 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni; 
  • la legge regionale del 23 dicembre 2016, n. 26 “Disposizione per la formazione del Bilancio di previsione 2017-2019 (Legge di Stabilità regionale 2017); 
  • la legge regionale del 23 dicembre 2016, n. 27 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019”; 

Dato atto del parere allegato; 

Su proposta dell'Assessore alla cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità; 

A voti unanimi e palesi 

delibera: 

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate: 

1.di approvare il piano integrato delle azioni regionali per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile e la prevenzione del crimine organizzato e mafioso e dei fenomeni corruttivi relativo all’anno 2017, ai sensi dell’art. 3 della L.R. 28 ottobre 2016, n. 18 contenuto nell’Allegato 1) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; 

2.di stabilire che il piano di cui al punto 1. sia valido fino all'approvazione da parte propria del piano per l’anno successivo; 

3.di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, al fine di garantirne la più ampia diffusione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it