E-R | BUR

n.162 del 04.06.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Concessione del contributo straordinario per l'anno 2014 a favore dei Comuni di Valsamoggia (BO), Fiscaglia (FE), Poggio Torriana (RN), Sissa Trecasali (PR), istituiti mediante fusione di preesistenti Comuni

LA RESPONSABILE

Viste:

- la l.r. 7 febbraio 2013, n. 1 (BURERT n. 27 del 7 febbraio 2013, Parte prima), recante “Istituzione del Comune di Valsamoggia mediante fusione dei Comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno nella Provincia di Bologna” ed in particolare l’art. 5, comma 3 e l’art. 6;

- la l.r. 7 novembre 2013, n. 18 (BURERT n. 325 del 7 novembre 2013, Parte prima), recante “Istituzione del Comune di Fiscaglia mediante fusione dei Comuni di Migliaro, Migliarino e Massa Fiscaglia nella Provincia di Ferrara” ed in particolare l’art. 4, comma 3 e l’art. 5;

- la l.r. 7 novembre 2013, n. 19 (BURERT n. 326 del 7 novembre 2013, Parte prima), recante “Istituzione del Comune di Poggio Torriana mediante fusione dei Comuni di Torriana e Poggio Berni nella Provincia di Rimini” ed in particolare l’art. 5, comma 3 e l’art. 6;

- la l.r. 7 novembre 2013, n. 20 (BURERT n. 327 del 7 novembre 2013, Parte prima), recante “Istituzione del Comune di Sissa Trecasali mediante fusione dei Comuni di Sissa e Trecasali nella Provincia di Parma” ed in particolare l’art. 4, comma 3 e l’art. 5;

Viste altresì:

- la l.r. 15 novembre 2001, n. 40, recante “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” e in particolare gli artt. 47 e 49;

- la l.r. 26 novembre 2001, n. 43, recante “T.U. in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione” e successive modifiche e integrazioni;

- la l.r. 30 giugno 2008, n. 10, recante “Misure per il riordino territoriale, l’autoriforma dell’amministrazione e la razionalizzazione delle funzioni” ed in particolare l’art. 16;

- la l.r. 20 dicembre 2013, n. 28, recante “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della legge regionale 15 novembre 2011, n. 40 in coincidenza con l’approvazione del bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2014 e del bilancio pluriennale 2014-2016”;

- la l.r. 20 dicembre 2013, n. 29, recante “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2014 e bilancio pluriennale 2014-2016”;

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 390 dell’8 aprile 2013 avente ad oggetto “Disciplina transitoria annualità 2013 degli incentivi a sostegno delle gestioni associate. Integrazione del programma di riordino territoriale DGR n. 286/2013 e aggiornamento DGR n. 1072/2012 (l.r. n. 21/2012)” ed in particolare l’allegato A “Disciplina dei contributi alle fusioni sostituzione del § 5 del PRT 2012 approvato con DGR n. 1072/2012”;

Considerato che il suddetto nuovo § 5, che contiene la disciplina vigente in tema di contributi per le fusioni, prevede:

- al punto 1) che ai nuovi Comuni istituiti mediante fusione di preesistenti Comuni sia concesso un contributo per spese di investimento nei tre anni seguenti all’istituzione del nuovo comune e che per il primo anno tale contributo venga concesso d’ufficio, con determinazione del dirigente competente, entro 60 giorni dall’istituzione del comune derivante dalla fusione;

- al punto 3) che “Il contributo straordinario è finalizzato a compartecipare alle spese iniziali in conto capitale che il Comune neoistituito deve sostenere per l’acquisto di beni materiali ed immateriali necessari alla riorganizzazione delle preesistenti strutture amministrative comunali, alla messa in rete degli uffici comunali e all’eventuale costituzione degli opportuni sportelli decentrati, per l’effettuazione di eventuali lavori pubblici urgenti per uniformare gli standard prestazionali nelle diverse parti del territorio del nuovo ente e per l’acquisto di servizi necessari ad uniformare le procedure amministrative, i sistemi informativi ed i servizi per l’intero territorio del comune neoistituito. Il contributo può essere utilizzato per eventuali ulteriori tipologie di spese in conto capitale, purché strumentali all’avvio dell’attività del Comune unificato ed il consolidamento della gestione unitaria e tale finalità sia documentata in sede di rendicontazione del contributo”;

- al punto 5) che “Tale contributo è soggetto a rendicontazione ai sensi dell’art. 158 del TUEL (D.Lgs. 267/2000) nei termini indicati dalla norma predetta. La rendicontazione va trasmessa al Servizio Affari istituzionali e delle autonomie locali con posta certificata”;

Preso atto che dal 1° gennaio 2014 sono stati istituiti i Comuni di Valsamoggia, Fiscaglia, Poggio Torriana e Sissa Trecasali;

Preso altresì atto che dal 1° gennaio 2014 sono stati nominati, ai sensi dell’art. 19, comma 4, del regio decreto 3 marzo 1934, n. 383, quali Commissari straordinari per la gestione provvisoria dei nuovi Comuni fino all’insediamento degli organi ordinari a seguito della tornata elettorale del 2014, i seguenti Viceprefetti:

- dott. Andrea Gambassi per il Comune di Valsamoggia;

- dott. Carlo Torlontano per il Comune di Fiscaglia;

- dott. Giuseppe Puzzo per il Comune di Poggio Torriana;

- dott. Luigi Swich per il Comune di Sissa Trecasali;

Valutato che si è concretizzato l’avvio istituzionale dei nuovi Comuni a partire dal 1° gennaio 2014;

Considerato che è tuttora in atto tale fase di avvio e che i nuovi Comuni hanno la necessità di porre in essere una serie di attività volte a rendere pienamente operativi i nuovi Comuni, uniformando sistemi informativi, procedimenti, servizi per l’intero territorio dei comuni neoistituiti;

Ritenuto, quindi, che sussistano tutte le condizioni per concedere d’ufficio, entro 60 giorni dall’istituzione dei suddetti comuni, il contributo straordinario per l’anno 2014 quantificato, secondo disposizioni di legge, nei seguenti importi:

- 300.000,00 euro a favore del Comune di Valsamoggia (art. 5, comma 3, l.r. n. 1/2013);

- 150.000,00 euro a favore del Comune di Fiscaglia (art. 4, comma 3, l.r. n. 18/2013);

- 120.000,00 euro a favore del Comune di Poggio Torriana (art. 5, comma 3, l.r. n. 19/2013);

- 150.000,00 euro a favore del Comune di Sissa Trecasali (art. 4, comma 3, l.r. n. 20/2013);

Ritenuto, inoltre, che ricorrano gli elementi di cui all’art. 47, comma 2, della l.r. n. 40/2001, nonché all’art. 4 comma 2, della l.r. n. 29/2013 e che pertanto col presente atto si possa procedere all’assunzione dell’impegno di spesa per l’importo di euro 720.000,00 sul cap. 03217 del bilancio di previsione per l’esercizio 2014;

Preso atto delle dichiarazioni dei legali rappresentanti dei Comuni di Valsamoggia, Fiscaglia, Poggio Torriana e Sissa Trecasali - acquisite agli atti rispettivamente con prot. PG. 2014.0072144 del 14/03/2014, PG. 2014. 0083354 del 26/03/2014, PG. 2014.0071521 del 14/03/2014, PG. 2014.0064770 del 07/03/2014 - che attestano che gli interventi finanziati con il presente atto, rientrano nell’ambito delle spese di investimento ammissibili ai sensi dell’art. 3, comma 18, della legge 24 dicembre 2003, n. 350;

Visti:

- la legge 24 dicembre 2003, n. 350, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2004)” e, in particolare, l’art. 3, comma 18, lettera g);

- la legge 13 agosto 2010, n. 136, recante “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia”;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4, recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

- l’art. 11 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1621 dell’11 novembre 2013, avente ad oggetto “Indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 68 del 27 gennaio 2014, avente ad oggetto “Approvazione del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità 2014 – 2016”;

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale n. 2416/2008 e successive modificazioni, n. 1057/2006, n. 1663/2006, n. 1222/2011, nn. 720 e 722 del 31/05/2010 e n. 2058 del 20/12/2010;

Dato atto dei pareri allegati;

determina

a) per le motivazioni richiamate in premessa, di concedere ai Comuni di Valsamoggia (BO), Fiscaglia (FE), Poggio Torriana (RN) e Sissa Trecasali (PR), istituiti dal 1° gennaio 2014 mediante fusione di preesistenti Comuni, il contributo straordinario per l’anno 2014 quantificato, secondo disposizioni di legge, nei seguenti importi:

- 300.000,00 euro a favore del Comune di Valsamoggia (art. 5, comma 3, l.r. n. 1/2013);

- 150.000,00 euro a favore del Comune di Fiscaglia (art. 4, comma 3, l.r. n. 18/2013);

- 120.000,00 euro a favore del Comune di Poggio Torriana (art. 5, comma 3, l.r. n. 19/2013);

- 150.000,00 euro a favore del Comune di Sissa Trecasali (art. 4, comma 3, l.r. n. 20/2013);

b) di impegnare la somma di complessivi euro 720.000,00 registrata al n. 1695 di impegno, sul capitolo 03217 “Contributi straordinari in conto capitale ai comuni derivati da fusione (art. 16, l.r. 30 giugno 2008, n. 10)” di cui all’U.P.B. 1.2.2.3.2800 del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014, che presenta la necessaria disponibilità;

c) di dare atto che secondo quanto previsto dall’art. 26 del D.Lgs. n. 33/2013, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi e adempimenti contenuti nelle deliberazioni della Giunta regionale n. 1621/2013 e n. 68/2014, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

d) di stabilire che alla liquidazione dei contributi di cui alla lettera a) sopra riportata e alla relativa richiesta di emissione dei titoli di pagamento, si provvederà con propri atti formali ai sensi degli artt. 51 e 52 della L.R. 40/01 nonché della deliberazione di Giunta n. 2416/2008 e successive modificazioni, a seguito di pubblicazione di cui alla lettera c);

e) di dare atto inoltre che i contributi concessi col presente provvedimento saranno oggetto di rendicontazione ai sensi dell’art. 158 del D.Lgs. n. 267/2000;

f) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it