E-R | BUR

n.108 del 19.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 2/2004 e s.m.i.. Riparto a favore delle Unioni di Comuni comprendenti zone montane e del Nuovo Circondario Imolese dei finanziamenti a titolo del Fondo regionale per la montagna (risorse regionali) disponibili nel bilancio finanziario gestionale 2017-2019 Anno di previsione 2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

per le ragioni espresse nella premessa che qui si intendono integralmente richiamate:

- di non attivare con riferimento all’anno 2017 la procedura per l’attribuzione a favore delle Unioni di Comuni montani e del Nuovo Circondario Imolese delle quote di premialità, prevista al quarto capoverso del punto 3.4 del vigente Programma regionale per la montagna e dettagliata al capitolo 4 dell’Allegato 1 della propria deliberazione n. 274 dell’8 febbraio 2010;

- di intendere in particolare come non sussistente la specificazione in merito alla limitazione percentuale degli stanziamenti annuali a titolo del Fondo regionale per la montagna da assoggettare alle modalità di riparto e attribuzione con criteri automatici, che è indicata al punto 3.2 “Riparto e assegnazione con criteri automatici” dell’Allegato 1 alla propria deliberazione n. 274 dell’8 febbraio 2010, e di prevedere pertanto il riparto con criteri automatici dell’intero ammontare delle risorse a titolo del Fondo regionale per la montagna per l’anno 2017;

- di disporre il riparto delle risorse stanziate a titolo del Fondo regionale per la montagna nel Bilancio di previsione della Regione 2017-2019, con riferimento all’anno 2017, per un ammontare totale pari a € 5.000.000,00, esclusivamente con criteri automatici previsti al punto 3.4, terzo capoverso, del vigente Programma regionale per la montagna, approvato con deliberazione assembleare del 22/12/2009, n. 268;

2. di ripartire pertanto, ai sensi dell’art. 8, comma 4, della L.R. n. 2/2004 e s.m.i., agli Enti beneficiari indicati nella tabella A allegata alla presente deliberazione, di cui costituisce parte integrante e sostanziale, la somma complessiva di € 5.000.000,00 a titolo di Fondo regionale per la montagna, per l’anno 2017, secondo gli importi dettagliatamente indicati nella medesima tabella A;

3. di dare atto che le risorse finanziarie, ripartite come disposto al precedente punto 2, risultano allocate al Cap. U03455 “Fondo regionale per la montagna. Trasferimenti alle Comunità
montane e ad altre forme associative di Comuni montani per il finanziamento di interventi per lo sviluppo delle zone montane (art.11, comma 1, lett.a), abrogato; art. 1, comma 5 bis e art. 8, comma 2, lett. b) e comma 3, L.R. 20 gennaio 2004, n.2)” del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019, anno di previsione 2017;

4. di dare atto che le quote di finanziamento indicate nella tabella A, allegata alla presente deliberazione, ripartite a favore degli Enti beneficiari indicati nella tabella medesima, dovranno essere destinate al finanziamento di Programmi annuali operativi dei medesimi Enti locali associativi, ex art. 6 della L.R. 2/2004 e s.m.i., riferiti al corrente anno 2017, con esclusivo riferimento ad interventi che si configurino come investimenti pubblici ai sensi di quanto specificamente previsto dall’art. 3, comma 18 della L. 350/2003, a pena di decadenza dal diritto all’attribuzione;

5. di fissare, a parziale modifica di quanto disposto al punto 2.1 dell’Allegato 1 della propria deliberazione n. 274/2010, alla data del 15 maggio 2017 la scadenza per la presentazione alla Regione, da parte delle singole Unioni di Comuni montani e del Nuovo Circondario Imolese, dei rispettivi Programmi Annuali Operativi (ai sensi dell’art. 6 della L.R. 2/2004 e s.m.i.) riferiti all’anno 2017, dando atto che gli interventi che potranno essere ammessi a finanziamento a valere sul Fondo Regionale per la Montagna per il 2017 dovranno riguardare interamente ed unicamente le zone montane ai sensi dell’art. 1, comma 5, della L.R. 2/2004 e s.m.i.;

6. di dare atto, sulla base delle considerazioni espresse in premessa, che, a parziale modifica di quanto indicato con propria deliberazione n. 368/2016 e in analogia a quanto disposto con proprio atto n. 1311/2016, il termine massimo per la conclusione degli interventi è fissato, per l’anno 2017, al termine del corrente esercizio;

7. di stabilire in particolare che gli Enti titolari dei PAO per i quali saranno concesse quote di finanziamento a titolo del Fondo regionale per la montagna 2017, dovranno concludere i singoli interventi previsti entro il 31/12/2017, provvedendo alla trasmissione alla Regione, entro il 31/03/2018, della rendicontazione necessaria per consentire la liquidazione del saldo del contributo, a pena di revoca del contributo concesso;

8. di dare atto che secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 33 del 14/03/2013 e s.m., nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella propria deliberazione n. 89/2017, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

9. di disporre la pubblicazione per estratto del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it