E-R | BUR

n.359 del 30.11.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 13/2000 - Approvazione della graduatoria dei progetti finalizzati alla promozione dell'esercizio della pratica motoria e sportiva in condizioni di tutela dei praticanti. Assegnazione e concessione dei contributi

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

 Vista la L.R. 25 febbraio 2000, n. 13 "Norme in materia di sport" e successive modificazioni ed in particolare, l’art. 2 che prevede al comma 1, lettera d), tra le funzioni regionali, la promozione dell’avviamento alla pratica sportiva, in particolare dei bambini, dei giovani, degli anziani e dei soggetti più svantaggiati e al comma 4, lettera a) “la concessione di contributi per attività, iniziative sperimentali e manifestazioni sportive di particolare valenza, di livello almeno regionale”;

Richiamata la propria deliberazione n. 1597 del 3/10/2016 relativa a “L.R. 13/2000 - Approvazione avviso per la concessione di contributi per la realizzazione di progetti finalizzati alla promozione dell'esercizio della pratica motoria e sportiva in condizioni di tutela dei praticanti - Anno 2016” ed in particolare i seguenti punti dell'Allegato A), parte integrante e sostanziale della stessa:

- punto 1 - relativo agli obiettivi e alle azioni che la Regione intende perseguire per l’anno 2016;

- punto 2 - relativo all’individuazione dei soggetti beneficiari del contributo;

- punto 3 - relativo alle risorse finanziarie disponibili per la realizzazione degli interventi ammessi a contributo e ai criteri di spesa

- punto 4 - relativo alle procedure e termini per la presentazione ed ammissione delle domande di richiesta di contributo regionale, la cui ammissibilità sarà effettuata dal Servizio regionale competente in materia di Sport,;

- punto 5 - relativo alla individuazione dei progetti e alle modalità di redazione della graduatoria;

- punto 7 - relativo alla assegnazione e concessione dei contributi;

Considerato che al punto 3.2 dell'Allegato A) della suddetta deliberazione n. 1597/2016, si stabilisce, fra l’altro, che:

  • l’importo del contributo regionale per ogni progetto è di Euro 1.000,00;
  • nel progetto deve essere compresa una nuova dotazione di defibrillatore;

e al punto 4.2 che il termine di conclusione delle attività programmate e di dotazione è il 31/12/2016;

Visto che, sulla base delle procedure indicate nella propria deliberazione n. 1597/2016, sono regolarmente pervenute alla Regione Emilia-Romagna n. 104 domande di contributo e che il Servizio Cultura, Sport e Giovani ha effettuato l’istruttoria sull’ammissibilità delle stesse, i cui esiti sono contenuti nei verbali conservati agli atti, ha formulato la graduatoria dei progetti da ammettere a contributo indicando per ciascuno di essi il relativo costo, l’importo di spesa ammissibile e l’entità del contributo da concedere e ha predisposto l’elenco dei progetti non ammessi a contributo con le relative motivazioni;

Visto l’Allegato 1) redatto dal Servizio suddetto sulla base della sopra citata istruttoria che riporta:

- la graduatoria, dei 99 progetti valutati positivamente, redatta sulla base dell’ordine cronologico di presentazione;

- l’elenco delle 5 domande escluse per le seguenti ragioni:

  • n. 4 domande perché presentate da Soggetti privi dei requisiti indicati al punto 2 dell’Allegato A) essendo questi giuridicamente diversi dagli Enti Locali unici destinatari del contributo;
  • n. 1 domanda perché la stessa non rispetta tutti i criteri di spesa previsti al punto 3.2 dell’Allegato A), vale a dire non prevede la dotazione di un nuovo defibrillatore per l’impianto sportivo individuato;

Dato atto:

- che al punto 3.1 dell’Allegato A) della già citata deliberazione n. 1597/2016 si stabilisce che le risorse finanziarie disponibili per la realizzazione degli interventi ammessi a contributo ammontano ad Euro 100.000,00;

- che al punto 3.2 dell’allegato A) della succitata deliberazione si stabilisce altresì che l’importo del contributo è pari a Euro 1.000,00;

Ritenuto, pertanto, con il presente provvedimento di:

- approvare la graduatoria in ordine di presentazione dei progetti ammessi a contributo, e l’elenco dei progetti non ammessi a contributo così come riportato nell’Allegato 1) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- assegnare e concedere i contributi a favore dei soggetti indicati nel suddetto Allegato 1) per Euro 1.000,00 ciascuno, per complessivi Euro 99.000,00;

- stabilire che alla liquidazione dei contributi, a favore dei beneficiari e per gli importi indicati nell'Allegato 1), provvederà con propri atti formali il Dirigente del Servizio competente per materia ai sensi del D.Lgs 118/2011 e ss.mm.ii. ed in conformità alle disposizioni indicate nella propria deliberazione n. 2416/08 e ss.mm., in un’unica soluzione a presentazione di una richiesta di liquidazione del contributo che dovrà pervenire esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) alla Regione Emilia-Romagna:

segreteriapresidente@postacert.regione.emilia-romagna.it

entro 30 giorni dall’avvenuta attuazione dei progetti finanziati e, comunque, non oltre il 31/1/2017 corredata dai seguenti documenti:

  • una relazione che attesti l’avvenuta conclusione del progetto, le modalità di esecuzione e i risultati conseguiti;
  • una rendicontazione delle spese sostenute, rendicontazione che dovrà necessariamente comprendere la spesa relativa ad una nuova dotazione di defibrillatore; 

Richiamate:

- la L.R. n. 40 del 15 novembre 2001 per quanto applicabile;

- la L.R. n. 43 del 26 novembre 2001 e successive modifiche;

- le LL.RR. 29 dicembre 2015 nn. 22, 23, 24;

- le LL.RR. 9 maggio 2016 nn.7 e 8;

- le LL.RR. 29 luglio 2016 nn.13 e 14;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n.2259/2015 recante “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018” e ss.mm.;

- n. 700/2016 “Prima variazione generale al Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018 Variazione al documento tecnico d’accompagnamento al Bilancio finanziario gestionale;

- n. 1258 del 1/8/2016 “Aggiornamento del Documento Tecnico di Accompagnamento e del Bilancio Finanziario Gestionale di Previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018”;

Visto il D.lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n. 42” e successive modifiche ed integrazioni;

Visti:

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”, ed in particolare l’art. 11 “Codice unico di progetto degli investimenti pubblici”;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

- il D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm. “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136” ed in particolare l'art. 83, comma 3, lett. e);

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm. “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” ed in particolare l'art. 26, comma 2;

- la propria deliberazione n. 66/2016 ”Approvazione del Piano triennale di previsione della corruzione e del Programma per la trasparenza e l’integrità. Aggiornamenti 2016-2018”;

- la determinazione n. 12096 del 25 luglio 2016”Ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art 7 comma 3 D. lgs. 33/2013, di cui alla deliberazione della giunta regionale 25 gennaio 2016 n.66”;

Considerato che, sulla base delle valutazioni effettuate dal Servizio Cultura Sport e Giovani i progetti oggetto dei contributi regionali di cui al presente atto non rientrano nell’ambito di quanto previsto dall’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n.3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di Pubblica amministrazione”;

Atteso che con riferimento a quanto previsto relativamente all’imputazione della spesa dal comma 1 del citato art. 56 del D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm. e dal punto 5.2 dell’allegato 4.2 al medesimo decreto, secondo i termini di realizzazione delle attività, la spesa di cui al presente atto è esigibile nell’anno 2016;

Ritenuto altresì che ricorrano gli elementi di cui al D.Lgs n. 118/2011 e ss.mm. in relazione alla tipologia di spesa prevista e alle modalità gestionali delle procedure medesime trattandosi di contributi soggetti a rendicontazione e che pertanto gli impegni di spesa possano essere assunti con il presente atto a favore dei soggetti beneficiari per l’importo di Euro 99.000,00 sul capitolo 78718 del bilancio finanziario gestionale 2016-2018, anno di previsione 2016;

Preso atto che la procedura dei conseguenti pagamenti che saranno disposti in attuazione del presente atto è compatibile con le prescrizioni previste dall’art. 56, comma 6, del citato D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

Richiamate le proprie deliberazioni n. 2416/2008 e succ. mod., n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n.702/2016 e n. 1107/2016;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta del Presidente della Giunta regionale, competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) stante quanto indicato in premessa e che qui si intende integralmente riportato e in attuazione della propria deliberazione n. 1597/2016, di prendere atto delle risultanze dell’istruttoria effettuata dal Servizio regionale competente in materia di Sport;

2) di approvare la graduatoria dei progetti ammessi ai contributi regionale redatta in ordine cronologico di presentazione e l’elenco dei progetti non ammessi a contributo così come sono stati predisposti dal Servizio competente e riportati nell’Allegato 1) parte sostanziale e integrante del presente provvedimento, dando atto che delle n. 104 domande pervenute:

  • n. 99 progetti risultano ammessi e finanziati;
  • n. 5 progetti risultano esclusi per i seguenti motivi:
    • n. 4 domande perché presentate da Soggetti privi dei requisiti indicati al punto 2 dell’Allegato A) essendo questi giuridicamente diversi dagli Enti Locali unici destinatari del contributo;
    • n. 1 progetto perché la domanda non rispetta tutti i criteri di spesa previsti al punto 3.2 dell’allegato A), vale a dire non prevede l’acquisto di un nuovo defibrillatore;

3) di assegnare e concedere i contributi regionali a favore dei Soggetti destinatari degli stessi come indicati dal n. 1 al n. 99 nell’Allegato 1) per Euro 1.000,00 ciascuno, per un totale complessivo di Euro 99.000,00;

4) di imputare la somma complessiva di Euro 99.000,00 registrata al n. 4743 di impegno sul capitolo 78718 “Contributi a enti delle amministrazioni locali per attività, iniziative sperimentali e manifestazioni sportive di particolare valenza (art. 2, comma 4, lett. a) L.R. 25 febbraio 2000, n.13)” del bilancio finanziario gestionale 2016-2018 anno di previsione 2016, che presenta la necessaria disponibilità, approvato con delibera n. 2259/2015 e succ. mod;

5) di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., la stringa concernente la codificazione della transazione elementare, come definita dal citato decreto, è di seguito indicata:

Comuni: Missione 06 - Programma 01- Codice Economico U.1.04.01.02.003 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 8 - SIOPE 1535 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

Unione di Comuni: Missione 06 - Programma 01- Codice Economico U.1.04.01.02.005 - COFOG 08.1 - Transazioni UE 8 - SIOPE 1536 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3;

6) di stabilire che alla liquidazione dei contributi, a favore dei beneficiari e per gli importi indicati nell'Allegato 1), provvederà con propri atti formali il Dirigente del Servizio competente per materia, ai sensi del D.Lgs 118/2011 e ss.mm.ii. ed in conformità alle disposizioni indicate nella propria deliberazione n. 2416/08 e ss.mm., in un’unica soluzione a presentazione di una richiesta di liquidazione del contributo che dovrà pervenire ESCLUSIVAMENTE per via telematica al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) alla Regione Emilia-Romagna:

segreteriapresidente@postacert.regione.emilia-romagna.it

entro 30 giorni dall’avvenuta attuazione dei progetti finanziati e, comunque, non oltre il 31/01/2017 corredata dai seguenti documenti:

  • una relazione che attesti l’avvenuta conclusione del progetto, le modalità di esecuzione e i risultati conseguiti;
  • una rendicontazione delle spese sostenute; rendicontazione che dovrà necessariamente comprendere la spesa relativa ad una nuova dotazione di defibrillatore;

7) di stabilire, inoltre, che il Servizio regionale competente provvederà all'effettuazione delle necessarie verifiche sulla corrispondenza e congruità delle attività svolte dai beneficiari con quelle contenute nei progetti presentati con la domanda di contributo;

8) di rinviare per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento alla propria deliberazione n. 1597/2016 più volte citata;

9) di dare atto che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, comma 7, del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

10) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazione, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in premessa;

11) di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it