E-R | BUR

n.56 del 02.03.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

FEAMP 2014-2020 -Aggiornamento delle determinazioni nn. 6859/2018 e 4550/2020 - Individuazione di nuovi responsabili/referenti di misura e collaboratori da adibire ai controlli di 1° livello e controlli ex - post

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, relativo al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga i regolamenti (CE) n. 2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio;

- la Decisione di esecuzione della Commissione europea C (2014) 8021 del 29 ottobre 2014, che approva determinati elementi dell’Accordo di partenariato 2014-2020 con l’Italia, per l'impiego dei “Fondi strutturali e di investimento europei” (Fondi SIE);

- il “Programma operativo FEAMP ITALIA 2014-2020” (PO FEAMP), nella formulazione approvata da ultimo, dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione C (2021) 1648 del 31 agosto 2021 che identifica, tra l'altro, le Regioni quali Organismi intermedi (O.I.) delegati all'attuazione di parte del Programma stesso;

- l’Accordo Multiregionale del 9 giugno 2016, così come modificato nella seduta del 6 agosto 2020, per l'attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal FEAMP nell'ambito del PO FEAMP 2014-2020, sul quale è stata sancita l’intesa della Conferenza, in particolare l’allegato 2 che riporta le Misure di competenza esclusiva degli O.I. nonché l'elenco delle Misure a gestione condivisa tra O.I. e Autorità di Gestione (AdG);

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 833 del 6 giugno 2016, recante "Reg. (UE) n. 1303/2013 e Reg. (UE) n. 508/2014. Presa d'atto del Programma Operativo FEAMP ITALIA 2014-2020 e delle disposizioni attuative emanate dall'Autorità di Gestione. Designazione del Referente dell'Organismo intermedio dell'Autorità di Gestione e disposizioni collegate" con la quale, tra l’altro, è stato:

- designato quale referente dell'O.I. il Responsabile del Servizio Attività faunistico-venatorie e pesca della Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca;

- demandata al referente dell'O.I. l'individuazione dei responsabili delle singole Misure e dei controlli di I livello ed ex post, secondo le attribuzioni definite in seno all’organizzazione regionale;

- n. 1799 del 31 ottobre 2016, recante "FEAMP 2014-2020 - Reg. (UE) n. 1303/2013. Approvazione schema di convenzione tra il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, quale Autorità di Gestione, e la Regione Emilia-Romagna quale Organismo intermedio" - sottoscritta digitalmente in data 18 novembre 2016;

Richiamate, inoltre le proprie determinazioni:

- n. 6859 del 10 maggio 2018, avente per oggetto, “FEAMP 2014-2020 individuazione responsabili/referenti di misura e collaboratori per il controllo di 1° livello.”, con particolare riferimento all’Allegato 1;

- n. 4550 del 18 marzo 2020, avente per oggetto, “FEAMP 2014-2020 - aggiornamento della determinazione n. 6859/2018 - individuazione di nuovi responsabili/referenti di misura e collaboratori da adibire ai controlli di 1° livello;

Richiamata, altresì, la deliberazione della Giunta regionale n. 2326 del 22 novembre 2019, avente per oggetto “Aggiornamento Manuale delle Procedure e dei Controlli della Regione Emilia-Romagna in qualità di Organismo Intermedio per le misure delegate in attuazione del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la pesca (FEAMP) 2014/2020”, ed in particolare dell’allegato Manuale:

- il paragrafo 2. Tabella 2, che individua le strutture ed i responsabili regionali coinvolti nella gestione del PO FEAMP e le relative funzioni nell’ambito del programma, precisando che i nominativi dei responsabili/referenti di Misura siano individuati con nomina dirigenziale da trasmettere all’AdG;

- il paragrafo 5.1, che disciplinando le modalità di attuazione del piano di sviluppo locale, prevede, tra l’altro, che i controlli di primo livello siano effettuati, al fine di garantire un’adeguata separazione delle funzioni:

- dalla Regione per le Operazioni a titolarità, spese di gestione e animazione e attività di cooperazione;

- dal FLAG per le Operazioni a regia relativamente alla parte del controllo amministrativo;

- il paragrafo 6.1 che, in conformità a quanto indicato al paragrafo 4 dell’art. 125, del citato Reg. (UE) n. 1303/2013, regolamenta i controlli di 1°livello;

- il paragrafo 6.2 che disciplina i controlli ex - post, finalizzati alla verifica del mantenimento dei vincoli di inalienabilità e destinazione d’uso secondo quanto previsto dal Reg (UE) 1303/2013;

Preso atto che sono stati conferiti, con le determinazioni del Direttore Generale Agricoltura, caccia e pesca n. 8683 del 17 maggio 2019 e n. 21733 del 22 novembre 2019, gli incarichi delle posizioni organizzative, prorogati da ultimo con determinazione n. 20266 del 29 ottobre 2021;

Dato atto che sono intervenute variazioni nell’organigramma del Servizio Attività faunistico-venatorie e pesca, con particolare riferimento ai collaboratori:

- Arianna Lombardi, Paolo Secchieri e Gianluigi Verni che per ragioni diverse non risultano più in carico al Servizio,

- Davide Bottazzi, Giuseppe Marchianò, Carmen Lucarelli, e Rubina Sirri assunti in Regione ed assegnati al Servizio nel corso del 2021;

- Luca Chiodini, precedentemente individuato per lo svolgimento dei controlli di 1° livello, pur rimanendo in carico al Servizio, è stato destinato ad altre attività;

Preso atto che con nota prot. n. NP.0028359.I del 21 novembre 2018 il Direttore Generale Agricoltura, al fine del rispetto il principio di terzietà, ha, tra l’altro, assegnato al collaboratore Alberto Magnani il controllo di 1° livello sui progetti a titolarità riguardanti l’incarico per i controlli di 1° livello e del revisore, nonché per eventuali altre analoghe attività laddove le stesse non potessero essere svolte dal soggetto incaricato;

Considerato che:

- con propria nota prot. n. 25/02/2021.0163624 si è provveduto, nelle more dell’aggiornamento della determinazione n. 4550/2020, ad individuare la collaboratrice Carmen Lucarelli, quale componente dei collaboratori adibiti ai controlli di 1° livello – verifiche amministrative;

- la suddetta collaboratrice sta concludendo l’istruttoria Amministrativa di 1° livello relativa a dei progetti afferenti alle Mis. 1.42 “Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate”, Mis 1.26 “Innovazione” e Mis. 1.43 “Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all'asta e ripari di pesca”;

Ritenuto opportuno, al fine di una economicità dei tempi amministrativi, che Carmen Lucarelli concluda i procedimenti di cui al precedente alinea, attualmente in corso, per i quali non potrà svolgere i controlli di 1° livello in loco;

Dato atto, inoltre, che la collaboratrice Maria Cristina Zarri ricoprirà gli incarichi assegnati con il presente provvedimento fino al 30 aprile 2022, data di collocamento a riposo;

Ritenuto pertanto che, in attesa di un’eventuale ridefinizione delle competenze, a far data dal 1°maggio 2022, gli incarichi attualmente assegnati alla suddetta collaboratrice, saranno svolti dal sottoscritto Responsabile del Servizio Attività faunistico venatore e pesca;

Valutato di dover procedere, con l’individuazione:

- dei responsabili e dei referenti, limitatamente alle Misure per le quali risultano presenti risorse finanziarie a seguito delle rimodulazioni apportate al Piano finanziario regionale;

- dei collaboratori adibiti ai controlli di 1° livello, nel rispetto dei principi comunitari sulla separazione delle funzioni, differenziando pertanto, i collaboratori preposti ai controlli amministrativi-contabili, ivi compresi quelli in materia di appalti pubblici, da quelli destinati ai controlli in loco;

- di un gruppo di collaboratori, per le misure del FLAG (4.63 “Attuazione di strategie locali di tipo partecipativo” e 4.64 “attività di cooperazione”), che svolgano:

- per le operazioni a titolarità, i controlli di 1° livello sia amministrativo – contabile, ivi compresi quelli in materia di appalti pubblici, e quello da effettuarsi in loco, nel rispetto del principio della separazione delle funzioni;

- per le operazioni a regia, i controlli di primo livello in loco;

- dei collaboratori adibiti ai controlli ex – post, ivi compreso il nucleo che opererà l’estrazione dei progetti da sottoporre ai controlli ex – post;

Dato atto che i controlli ex – post saranno effettuati nel rispetto del principio della separazione delle funzioni, ovvero i controllori che eseguiranno dette verifiche non potranno aver preso parte a controlli di 1° livello propedeutici alla liquidazione del contributo relativo alla stessa operazione,

Dato atto infine, che restano confermati, gli affidamenti alla società “ART-ER Attrattività Ricerca Territorio” e l’assunzione del personale con contratto di lavoro dipendente a tempo determinato nell’ambito dell’Assistenza tecnica del programma FEAMP;

Sentito il Responsabile del Servizio Programmazione e Sviluppo locale integrato della Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca;

Ritenuto pertanto, con il presente provvedimento, necessario procedere:

- alla modifica dell’Allegato 1 alla citata determinazione n. 4550/2020, definendo nuovi responsabili/referenti di misura e nuovi collaboratori da adibire ai controlli di 1° livello, come riportato nell’Allegato 1 “Funzionigramma dell’OI dell’ADG – Regione Emilia-Romagna”, parte integrante e sostanziale del presente atto;

- individuare un gruppo di collaboratori da adibire ai controlli ex - post nonché il nucleo che procederà all’estrazione del campione da sottoporre a verifica;

Ritenuto, inoltre, di precisare che resta confermata ogni altra disposizione contenuta nelle citate determinazioni n. 6859/2018 e n. 4550/2020;

Visto il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche ed integrazioni;

Richiamata, inoltre, la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2021-2023”, ed in particolare l’allegato D) recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2021-2023”;

Vista la Legge regionale n. 43 del 26 novembre 2001 "Testo unico in materia di riorganizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche, per quanto applicabile;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013 del 28 dicembre 2020 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’Ibacn”;

Viste altresì:

- la determinazione del Direttore Generale Agricoltura, Caccia e Pesca n. 10333 del 31 maggio 2021 recante: “Conferimento di incarichi dirigenziali e proroga di incarichi ad interim nell’ambito della Direzione Generale, Agricoltura, Caccia e Pesca”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Attestato che il sottoscritto dirigente, Responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale di interessi;

Attestata inoltre la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

1) di provvedere alla modifica dell’Allegato 1 alla citata determinazione n. 4550/2020, definendo nuovi responsabili/referenti di misura, nuovi collaboratori da adibire ai controlli di 1° livello, come riportato nell’Allegato 1 “Funzionigramma dell’OI dell’ADG – Regione Emilia-Romagna”, parte integrante e sostanziale del presente atto;

2) di stabilire che la collaboratrice Carmen Lucarelli, individuata nel suddetto Funzionigramma quale componente dei collaboratori adibiti ai controlli di 1° livello in loco, concluda i procedimenti già assegnatele relativamente ai controlli di 1° livello – verifiche amministrative inerenti le misure: 1.42 “Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate” annualità 2020, 1.26 “Innovazione” annualità 2019 e 1.43 “Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all'asta e ripari di pesca” annualità 2019;

3) di individuare per l’esecuzione dei controlli ex – post, i seguenti collaboratori: Simona Artusi - Davide Bottazzi - Francesco Langella - Carmen Lucarelli - Giuseppe Marchianò - Rubina Sirri - Marco Valli: Collaboratori incaricati ART - ER

4) di stabilire inoltre che l’estrazione del campione dei progetti da sottoporre ai controlli ex-post, sarà svolto dal sottoscritto Avv. Vittorio Elio Manduca, Responsabile del Servizio Attività Faunistico venatorie e pesca supportato dai collaboratori Stella Negretti e Francesco Langella;

5) di precisare altresì che a far data dal 1 maggio 2022 gli incarichi affidati con il presente provvedimento alla collaboratrice Maria Cristina Zarri verranno attuati dal sottoscritto Avv. Vittorio Elio Manduca, Responsabile del Servizio del Servizio Attività Faunistico venatorie e pesca;

6) di stabilire che per lo svolgimento dei compiti affidati, i collaboratori debbono attenersi alle indicazioni di cui al paragrafo 6.1 e 6.2 dell’allegato alla deliberazione di Giunta n. 2326/2019;

7) di individuare, altresì, i collaboratori di cui all’Allegato 1 quali incaricati del trattamento, limitatamente ai dati personali riferiti all'attività del gruppo stesso, evidenziando che i dati devono essere trattati nell’osservanza della normativa nazionale e regionale in materia di privacy, nonché degli specifici disciplinari tecnici adottati in materia;

8) di dare atto che resta confermata ogni altra disposizione riportata nelle citate determinazioni n. 6859/2018 e n. 4550/2020;

9) di portare a conoscenza degli incaricati individuati all’Allegato 1 alla presente determinazione, il contenuto del presente atto con modalità tali da garantire la ricezione delle istruzioni;

10) di trasmettere il presente atto al MIPAAF, Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura;

11) di dare atto che si provvederà alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano Triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.Lgs. n. 33/2013;

12) di stabilire, infine, che il presente provvedimento sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Il Responsabile del Servizio

Vittorio Elio Manduca

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it