E-R | BUR

n.114 del 05.07.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma straordinario per la riapertura delle scuole per l'anno scolastico 2112 - 2013. Approvazione

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L.N. 74/2012

Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225;

Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;

Visto il D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327;

Visto l’art. 3 del decreto-legge 30 novembre 2005, n. 245, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 gennaio 2006, n. 21;

Visto l’art. 8 della L. R. n.1 del 2005, recante “Norme in materia di protezione civile”;

Visto il decreto del Presidente del Consigli dei Ministri del 21 Maggio 2012 recante la dichiarazione dell’eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari a causa dei predetti interventi sismici, ai sensi dell’art. 3, comma 1, del decreto legge 4 novembre 2002 n. 245, convertito con modificazioni dall’art. 1 della Legge 27 dicembre 2002, n. 286;

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 Maggio 2012 con il quale è stato dichiarato fino al 21 Luglio 2012 lo stato d’emergenza in ordine agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova il giorno 20 maggio 2012 ed è stata disposta la delega al capo del dipartimento della Protezione Civile ad emanare ordinanze in deroga ad ogni disposizione vigente e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico;

Visto il Decreto-Legge 6 giugno 2012, n. 74, recante “interventi urgenti in favore delle aree colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”;

Visto l’articolo 10 del Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83 “misure urgenti per la crescita del paese”;

Vista la delibera del Consiglio dei Ministri per l’attribuzione dei poteri in deroga ai Presidenti delle regioni Commissari Delegati, adottata nella riunione del Consiglio dei Ministri del 15 giugno 2012;

Facendo riferimentoal DPCM di ripartizione del Fondo di cui all’art. 2 del D.L. n. 74/2012;

Visto il comma 1 dell’articolo 4 del Decreto legge n° 74 del 6 giugno 2012 il quale dispone che i Presidenti di Regione stabiliscono, con propri provvedimenti adottati in coerenza con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, le modalità di predisposizione e di attuazione di un piano di interventi urgenti per il ripristino degli immobili pubblici, danneggiati dagli eventi sismici, compresi quelli adibiti all’uso scolastico;

Rilevato che da una ricognizione, ancora in corso di completamento, risultano danneggiati con esiti di agibilità B,C,D,E,F, nelle Province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia oltre 240 edifici scolastici che ospitano una popolazione scolastica di circa 70.000 studenti;

Ritenuto prioritario assicurare agli studenti delle aree terremotate lo svolgimento dell’anno scolastico 2012-2013 attraverso la predisposizione di un programma straordinario che preveda:

- la riparazione immediata, con miglioramento sismico, degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità B e C, secondo quanto disposto dalle Ordinanze del Commissario Delegato n. 2 del 16 giugno e n. 4 del 3 luglio 2012, che consenta il riutilizzo delle scuole al settembre 2012;

- la riparazione immediata, con miglioramento sismico, degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità “E” che consenta il riutilizzo delle scuole per l’anno scolastico 2013-2014;

- la costruzione di edifici scolastici temporanei in sostituzione delle scuole che non possono essere riparate o riattivate entro il settembre 2013;

- l’affitto, montaggio e smontaggio di moduli scolastici provvisori per quelle scuole che verranno riparate, con miglioramento sismico, entro il settembre 2013;

Preso atto che con le Ordinanze n. 2 del 16 giugno 2012 e n. 4 del 3 luglio 2012 sono state impartite disposizioni per consentire la riparazione immediata, con miglioramento sismico, degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità “B” e “C”;

Atteso che è in corso di predisposizione l’Ordinanza del Commissario Delegato per autorizzare la presentazione dei progetti per la riparazione immediata, con miglioramento sismico, degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità “E” per i quali è previsto il riutilizzo delle scuole esistenti per l’anno scolastico 2013-2014;

Visto il programma straordinario per la riapertura delle scuole che prevede la costruzione di edifici scolastici temporanei in sostituzione delle scuole che non possono essere riparate e riattivate entro il settembre 2013 e l’affitto, montaggio e smontaggio di moduli scolastici provvisori per quelle scuole che verranno riparate, con miglioramento sismico, entro il settembre 2013 (Allegato “A”), che si allega in copia al presente atto per farne parte integrante e sostanziale;

Rilevato che i Comuni e le Province interessate hanno collaborato attivamente alla formazione del programma inviando al Commissario Delegato le richieste di strutture provvisorie ed indicando le aree all’interno delle quali saranno realizzati gli edifici scolastici provvisori;

Considerato che il programma straordinario relativo alla riapertura delle scuole è stato sottoposto al Comitato Istituzionale, istituito ai sensi dell’ordinanza n° 1 dell’8 giugno 2012, nelle sedute del 28 giugno e 3 luglio 2012 che lo ha condiviso;

Ritenuto che l’attuazione del programma straordinario per consentire la realizzazione degli interventi necessari ad assicurare la riapertura delle scuole in tempo utile per lo svolgimento dell’attività scolastica dell’anno 2012-2013 richieda il ricorso ai poteri in deroga concessi al Presidente della Regione in qualità di Commissario Delegato, nel rispetto della sopracitata Del. Cons. Min. del 15/6/2012;

Ravvisata la necessità di procedere alla nomina del responsabile unico del procedimento (RUP) per la realizzazione delle strutture scolastiche temporanee che saranno realizzate in sostituzione delle scuole danneggiate e/o distrutte dagli eventi sismici del maggio 2012;

Ritenuto opportuno di avvalersi dell’Agenzia Regionale Intercent-ER per l’assistenza nell’espletamento delle procedure di gara che saranno effettuate dal Commissario Delegato;

Visto l’art. 27 comma 1, della L. 24 novembre 2000, n.340 e successive modifiche ed integrazioni ai sensi del quale i provvedimenti commissariali divengono efficaci decorso il termine di 7 giorni per l’esercizio del controllo preventivo di legittimità da parte della Corte dei Conti, ma possono essere dichiarati con motivazione espressa dell’organo emanante, provvisoriamente efficaci;

Ritenuto che l’estrema urgenza di avviare la procedura oggetto della presente ordinanza, dovuta alla necessità di garantirne la sua conclusione entro l’avvio del nuovo anno scolastico, è tale da non consentire la dilazione della sua efficacia sino al compimento del prescritto termine di 7 giorni, e che ricorrano quindi gli estremi per dichiarare la presente ordinanza provvisoriamente efficace; 

DISPONE

1) di approvare il programma straordinario che prevede la costruzione di soluzioni alternative per le scuole non riparabili in tempi brevi costituite da edifici scolastici temporanei per le scuole non riattivabili entro il settembre 2013 e dall’affitto, montaggio e smontaggio di moduli scolastici provvisori, per la durata di nove mesi, per le scuole riparabili, con miglioramento sismico, entro il settembre 2013 descritto nell’elaborato (Allegato “A”) che in copia si allega al presente atto per farne parte integrante e sostanziale;

2) di stabilire che per consentire la riapertura delle scuole in tempo utile per lo svolgimento dell’attività scolastica dell’anno 2012-2013, si provveda alla realizzazione di una serie di interventi costituiti da:

- riparazione immediata, con miglioramento sismico, degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità “B” e “C”, secondo quanto disposto dalle Ordinanze del Commissario Delegato n. 2 del 16 giugno e n. 4 del 3 luglio 2012, che consenta il riutilizzo delle scuole al settembre 2012;

- riparazione immediata, con miglioramento sismico, degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità “E” che consenta il riutilizzo delle scuole per l’anno scolastico 2013-2014;

- costruzione di edifici scolastici temporanei in sostituzione delle scuole che non possono essere riparate e riattivate entro il settembre 2013;

- affitto, montaggio e smontaggio di moduli scolastici provvisori per quelle scuole che verranno riparate, con miglioramento sismico, entro il settembre 2013;

3) di dare atto che gli interventi necessari ad assicurare la riapertura delle scuole in tempo utile per lo svolgimento dell’attività scolastica dell’anno 2012-2013 ai sensi del precedente punto 2 saranno realizzati anche in deroga alla vigenti disposizioni, nel rispetto della succitata Del. Con. Min. 15/06/2012;

4) di nominare quale responsabile unico del procedimento (RUP) per la realizzazione delle strutture scolastiche temporanee l’Ing. Manuela Manenti;

5) di avvalersi dell’Agenzia Regionale Intercent-ER per l’assistenza nell’espletamento delle procedure di gara effettuate dal Commissario Delegato;

6) di dare atto che per gli oneri conseguenti al presente atto la copertura finanziaria deve riferirsi all’art.2 del D.L. 74/2012;

7) di dichiarare la presente ordinanza provvisoriamente efficace ai sensi della L. 24/11/2000 n.340 e di disporre l’invio della stessa alla Corte dei Conti per il controllo preventivo di legittimità, ai sensi della legge n. 20 del 1994;

La presente ordinanza è, altresì, pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Bologna, 05/07/2012

 Il Commissario Delegato

Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it