E-R | BUR

n. 147 del 27.10.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma di interventi di solidarietà da attuare nel territorio della regione Abruzzo colpito dal sisma del 6 aprile 2009: realizzazione di "Poliambulatorio di Primo Livello" nel comune di Villa Sant'Angelo

IL DIRETTORE

Premesso:

- che la legge regionale n. 9 del 23 luglio 2009, recante “Legge finanziaria regionale approvata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2009 e del Bilancio pluriennale 2009-2011. Primo provvedimento generale di variazione”e, in particolare, l’art. 18 che ha disciplinato l’intervento del “Sistema Emilia-Romagna” nel territorio della regione Abruzzo, ha previsto che:

- la Giunta regionale autorizzi, con proprio atto, l’Agenzia regionale di Protezione civile ad attivare un conto corrente postale finalizzato a raccogliere le donazioni provenienti da soggetti pubblici e privati e destinate al finanziamento di un programma di attività urgenti di soccorso alle popolazioni colpite nonché di interventi di realizzazione, ripristino o ricostruzione di infrastrutture pubbliche strategiche o di infrastrutture pubbliche o private di particolare rilevanza sociale, distrutte o danneggiate nel territorio dei comuni colpiti;

- il programma possa essere approvato anche per stralci successivi e possa prevedere sia l’erogazione di contributi a soggetti pubblici aventi sede nelle aree colpite dall’evento, sia l’acquisizione di beni o servizi finalizzati al superamento dell’emergenza ed al ritorno alle normali condizioni di vita nelle aree interessate;

- l’Agenzia introiti periodicamente le risorse versate sul predetto conto corrente postale per iscriverle in appositi capitoli di entrata e di spesa all’uopo istituiti con determina del Direttore dell’Agenzia medesima;

- all’approvazione dei programmi provveda la Giunta regionale, su proposta della cabina di regia costituita con il decreto del Presidente della Giunta regionale n. 125/09;

Dato atto che con deliberazione n. 1100 del 27 luglio 2009, l’Agenzia regionale di protezione civile è stata autorizzata ai sensi dell’art. 18 della legge regionale n. 9/2009 ad attivare un conto corrente postale per le finalità descritte sopra;

Vista la propria determinazione n. 210 del 4 agosto 2009, con la quale si è provveduto all’attivazione del predetto conto corrente postale;

Dato atto che ad integrazione delle risorse affluenti nel predetto conto corrente postale la Regione ha stanziato, ai sensi dei commi 7 e 8 del richiamato art. 18 della L.R. 9/2009, la somma di euro un milione, che verrà attribuita all’Agenzia regionale di Protezione civile in sede di definizione degli interventi da realizzare e delle connesse modalità attuative;

Dato atto inoltre che con legge regionale 22/7/2010 n. 8 del 23 luglio 2010 “Assestamento del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del Bilancio pluriennale 2010-2012” la Regione Emilia-Romagna ha provveduto ad integrare il predetto stanziamento con euro trecentomila.

Rilevato che nel conto corrente postale citato sono stati accreditati versamenti in danaro da parte di soggetti privati ed enti pubblici, allo stato ammontanti ad € 741.659,57;

Preso atto:

- che in data 10 giugno 2010 si è riunita la Cabina di regia regionale nella quale si è convenuto di procedere alla programmazione di due interventi nel territorio della regione Abruzzo, da attuarsi in due stralci successivi, di cui il primo prevede la realizzazione di un Poliambulatorio di Primo Livello nel comune di Villa Sant’Angelo (AQ) posto a servizio anche della popolazione residente nel comune di Sant’Eusanio Forconese (AQ), ed il secondo la realizzazione della Centrale operativa del 118 presso l’ospedale San Salvatore de l’Aquila;

- che la proposta di tale programma, maturata nell’ambito di una preliminare valutazione congiunta con gli enti pubblici interessati della regione Abruzzo, nasce dall’esigenza di sopperire alla completa inutilizzabilità delle strutture preesistenti, rimaste gravemente danneggiate dal sisma del 6 aprile 2009;

Preso atto, altresì:

- che la Giunta regionale con propria deliberazione n. 1255 del 6 settembre 2010 ha approvato tale programma degli interventi da realizzarsi in due stralci successivi nel territorio della regione Abruzzo;

- che tale programma prevede il concorso di azioni e di interventi finanziari dei seguenti soggetti pubblici e privati:

- Comune di Villa Sant’Angelo; Società G.D. S.p.A. e Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di Protezione civile, per la realizzazione del Poliambulatorio;

- Azienda Sanitaria Locale (ASL 1) de l’Aquila e Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di Protezione civile, per la realizzazione della Centrale Operativa del 118;

- che la citata deliberazione articola, nelle linee generali, le attività e gli interventi da espletarsi a cura dei soggetti sopra indicati, e rinvia a successive convenzioni, tra i medesimi soggetti, la definizione delle disposizioni di dettaglio attuative del programma;

- che la Regione, con la citata deliberazione n. 1255/2010 ha dato atto che gli atti convenzionali, a cui rinvia il programma degli interventi saranno sottoscritti, per quanto di competenza della Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di Protezione civile, dal Direttore dell’Agenzia ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 652/2007

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina:

  1. di dare attuazione a quanto stabilito dalla Giunta regionale Emilia-Romagna con delibera n. 1255 del 6 settembre 2010 provvedendo a sottoscrivere la Convenzione con la Società G.D SPA, la Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) della G.D SPA, l’Amministrazione comunale di Villa Sant’Angelo (AQ) per la realizzazione della sede del Poliambulatorio di Primo Livello nel nuovo insediamento del comune di Villa Sant’Angelo, il cui testo in Allegato 1 al presente atto è stato predisposto in conformità ai contenuti della citata deliberazione n. 1255/2010;
  2. di pubblicare il presente atto e il testo della convenzione in Allegato 1 nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Il Direttore

Demetrio Egidi 

Allegato 1

Convenzione tra

  • la Società G.D SpA con sede legale nel comune di Bologna, Via Battindarno, 91;
  • la Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) della G.D SpA;
  • la Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di Protezione civile;
  • l’Amministrazione comunale di Villa Sant’Angelo (AQ)

per la realizzazione della sede del Poliambulatorio di Primo Livello nel nuovo insediamento del comune di Villa Sant’Angelo

Con il presente accordo:

  • La Società G.D S.p.A. con sede legale nel Comune di Bologna, Via Battindarno, 91, cap. soc. Euro 4.000.000 i.v., iscritta al Registro delle imprese di Bologna n. 02075320370, Cod. Fisc. e Partita IVA 02075320370, rappresentata dal Presidente del Consiglio di Amministrazione sig.ra Isabella Seràgnoli;
  • La Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) della G.D S.p.A. nelle persone di Fabrizio Torri, Valeria Frascari, Dimer Cotti, Maurizio Pini, Bruno Attardo, Alessandro Tampellini;
  • La Regione Emilia-Romagna - Agenzia Regionale di Protezione Civile (C.F.91278030373), rappresentata dal Direttore dell’Agenzia ing. Demetrio Egidi domiciliato per la carica presso la sede dell’Agenzia sita in Bologna, Viale Silvani n. 6, il quale interviene nella presente Convenzione in forza della deliberazione della Giunta regionale n. 1255 del 6 settembre 2010, con la quale sono stati approvati i contenuti essenziali della presente convenzione;
  • L’Amministrazione comunale di Villa Sant’Angelo (C.F. 80002590661) di seguito denominata Comune, rappresentata dal Sindaco, domiciliato per la carica presso la Sede Comunale sita in Villa Sant’Angelo (AQ), Piazza Grande n. 10, il quale interviene nella presenta Convenzione in forza della deliberazione del Consiglio comunale n. 15 del 29 settembre 2010 con la quale è stato approvato lo schema della presente convenzione;

Premesso

- che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 6 aprile 2009, pubblicato nella G.U. n. 81 del 7 aprile 2009, è stato dichiarato lo stato di emergenza ai sensi dell’art. 5 della richiamata legge n. 225/1992 nei territori della regione Abruzzo colpiti dal gravissimo evento sismico verificatosi nella notte del 6 aprile 2009;

- che ai sensi dell’art. 14 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3782 del 17 giugno 2009, pubblicata nella G.U. n.145 del 25 giugno 2009, è previsto (art. 14) che le Regioni e le Province Autonome sono autorizzate ad effettuare specifici interventi volti a contribuire alla realizzazione di nuovi edifici o complessi da edificare, nonché alla riparazione o ricostruzione di quelli esistenti ed alla sistemazione del territorio, mettendo a disposizione proprie risorse ovvero, provvedendo, a tal fine, anche all’utilizzo di somme provenienti da donazioni da parte di soggetti pubblici e privati;

- che con decreto del Presidente della Giunta regionale Emilia-Romagna n. 125 del 28 aprile 2009, è stata costituita una Cabina di regia regionale con il compito di promuovere e coordinare gli interventi del “Sistema Emilia-Romagna” a favore delle aree terremotate della regione Abruzzo, ne sono stati individuati i componenti e definite le procedure operative;

- che l’art. 18 della legge della Regione Emilia-Romagna n. 9 del 23 luglio 2009, recante “Legge finanziaria regionale approvata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2009 e del Bilancio pluriennale 2009-2011. Primo provvedimento generale di variazione” ha disciplinato l’intervento del “Sistema Emilia-Romagna” nel territorio della regione Abruzzo, prevedendo, in particolare, che:

  • la Giunta regionale autorizzi, con proprio atto, l’Agenzia regionale di protezione civile ad attivare un conto corrente postale finalizzato a raccogliere le donazioni provenienti da soggetti pubblici e privati e destinate al finanziamento di un programma di attività urgenti di soccorso alle popolazioni colpite nonché di interventi di realizzazione, ripristino o ricostruzione di infrastrutture pubbliche strategiche o di infrastrutture pubbliche o private di particolare rilevanza sociale, distrutte o danneggiate nel territorio dei comuni colpiti;
  • il programma possa essere approvato anche per stralci successivi e possa prevedere sia l’erogazione di contributi a soggetti pubblici aventi sede nelle aree colpite dall’evento, sia l’acquisizione di beni o servizi finalizzati al superamento dell’emergenza ed al ritorno alle normali condizioni di vita nelle aree interessate;
  • l’Agenzia introiti periodicamente le risorse versate sul predetto conto corrente postale per iscriverle in appositi capitoli di entrata e di spesa all’uopo istituiti con determina del direttore dell’Agenzia medesima;
  • all’approvazione dei programmi provveda la Giunta Regionale, su proposta della Cabina di regia costituita con il richiamato decreto del Presidente della Giunta regionale n. 125/09;

- che in data 10 giugno 2010 si è riunita la Cabina di regia regionale nella quale si è convenuto, come da verbale acquisito agli atti dell’Agenzia regionale di protezione civile, di procedere alla programmazione di due interventi nel territorio della regione Abruzzo, da attuarsi in due stralci successivi, di cui il primo prevede la realizzazione di un Poliambulatorio di Primo Livello nel comune di Villa Sant’Angelo (AQ) posto a servizio anche della popolazione residente nel comune di Sant’Eusanio Forconese (AQ), ed il secondo la realizzazione della Centrale operativa del 118 presso l’ospedale San Salvatore de l’Aquila;

- che la proposta di tale programma, maturata nell’ambito di una preliminare valutazione congiunta con gli enti pubblici interessati della regione Abruzzo, nasce dall’esigenza di sopperire alla completa inutilizzabilità delle strutture preesistenti, rimaste gravemente danneggiate dal sisma del 6 aprile 2009;

- che la Giunta della Regione Emilia-Romagna ha approvato con propria deliberazione n. 1255 in data 6 settembre 2010 il programma degli interventi proposto dalla Cabina di regia, così come previsto dall’art. 18 della L.R. n. 9 del 23/7/2009;

- che su tale programma è stata acquisita l’intesa del Presidente della Regione Abruzzo, come da nota prot. n. 13792/AG del 12 luglio 2010 trasmessa alla Regione Emilia-Romagna;

- che la RSU-G.D, volendo continuare una tradizione di solidarietà, ha proposto al Presidente del Consiglio di Amministrazione di G.D S.p.A di coinvolgere le lavoratrici ed i lavoratori in un progetto di raccolta fondi a favore di una comunità abruzzese colpita dal terremoto, istituendo un gruppo di lavoro congiunto RSU/Azienda che ha promosso una raccolta di risorse economiche attraverso la cessione volontaria di ore di lavoro da parte delle lavoratrici e dei lavoratori della G.D. L’iniziativa è stata estesa successivamente anche a tutte le altre imprese italiane appartenenti al medesimo gruppo industriale (Coesia S.p.A., Acma S.p.A., Gdm S.p.A, Comesca S.r.l., Cima S.p.A e Group Service S.r.l.), nonché al Circolo Aziendale G.D che ha contribuito in proprio all’iniziativa;

- che G.D S.p.A, non solo ha inteso aderire all’iniziativa proposta dalla RSU-G.D, ma si è dichiarata disponibile a mettere a disposizione le proprie strutture e le risorse necessarie per realizzare il Poliambulatorio. L’intera operazione sarà gestita in totale autonomia economica direttamente da G.D senza utilizzare il tramite del conto corrente postale citato nei precedenti punti della premessa;

- che il programma in parola prevede, per la realizzazione del Poliambulatorio, il concorso di azioni e di interventi finanziari dei seguenti soggetti pubblici e privati:

  • Comune di Villa Sant’Angelo;
  • G.D. S.p.A. in collaborazione con la Rappresentanza sindacale unitaria (RSU);
  • Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di Protezione civile;

Tutto ciò premesso e considerato, le Parti di cui in epigrafe convengono e stipulano quanto segue:

Articolo 1 - Premessa

La premessa che precede costituisce parte integrante e sostanziale della presente Convenzione.

Articolo 2 - Oggetto e finalità della Convenzione

Tutte le Parti manifestano congiuntamente la volontà di realizzare in comune di Villa Sant’Angelo, in località Via Madonna delle Prata (Area Servizi Borgo Trento) una struttura come da elaborato planimetrico in Allegato 1, parte integrante della presente Convenzione, da destinare a sede del Poliambulatorio di primo livello a servizio delle popolazioni dei Comuni di Villa Sant’Angelo e Sant’Eusanio Forconese.

Articolo 3 - Validità

La presente Convenzione rimarrà in vigore fino alla entrata in possesso da parte del Comune di Villa Sant’Angelo della struttura realizzata, collaudata e dichiarata idonea all’uso.

Qualora, decorsi quarantacinque (45) giorni dal perfezionamento della presente Convenzione, il Comune di Villa Sant’Angelo non abbia ancora adempiuto agli impegni di cui al successivo articolo 4 comma 1 lettera b), c) e d) la Convenzione decadrà automaticamente liberando le Parti da ogni impegno assunto.

Articolo 4 - Accordi tra le Parti

Il Comune di Villa Sant’Angelo:

a) consentirà a G.D S.p.A. di realizzare il Poliambulatorio sull’area di proprietà comunale identificata dall’elaborato planimetrico Allegato 2 secondo il progetto predisposto da G.D S.p.A;

b) approverà il progetto predisposto da G.D S.p.A. e provvederà al rilascio degli eventuali titoli abilitativi per la costruzione, previa acquisizione degli assensi comunque denominati da rilasciarsi a cura delle amministrazioni competenti, tra cui il parere dell’Azienda Sanitaria Locale (ASL 1) de L’Aquila, in ragione della destinazione d’uso della struttura in parola.;

c) realizzerà a proprie spese la platea di fondazione e gli allacciamenti alle reti tecnologiche, con un onere stimato di euro 50.000;

d) metterà a disposizione di G.D S.p.A. l’area di cui al precedente punto a).

G.D. S.p.A., utilizzando le proprie disponibilità economiche nonché i fondi raccolti dalle lavoratrici e dai lavoratori della G.D grazie al coordinamento della Rappresentanza sindacale unitaria (RSU), dal Circolo aziendale G.D, ed i contributi delle lavoratrici e dei lavoratori delle altre imprese italiane appartenenti al medesimo gruppo industriale (Coesia S.p.A., Acma S.p.A., Gdm S.p.A, Comesca S.r.l., Cima S.p.A e Group Service S.r.l.):

e) costruirà – tramite idoneo contratto di appalto - l’intera struttura dell’edificio da adibire a Poliambulatorio, provvedendo a tutte le attività di progettazione, di direzione lavori, di coordinamento della sicurezza del cantiere, nonché al collaudo statico dell’opera, per un onere complessivo stimato in Euro 210.000. L’edificio realizzato su terreno di proprietà del Comune di Villa Sant’Angelo, così come previsto dagli art. 934 e seguenti del Codice Civile, verrà acquisito in perpetuo dal Comune di Villa Sant’Angelo;

f) rinuncerà fin d’ora e irrevocabilmente a richiedere e/o a ricevere, contestualmente al pagamento dei lavori effettuati, alcunché dal Comune di Villa Sant’Angelo quale indennizzo/pagamento ex art. 936 del Codice Civile, costituendo la suddetta rinuncia una “erogazione liberale in denaro” ai sensi della vigente normativa fiscale prevista per le erogazioni a favore delle popolazioni colpite da calamità naturali;

g) riconsegnerà al Comune di Villa Sant’Angelo l’area e l’opera realizzata solo dopo che il Poliambulatorio sarà stato completato degli arredi e di quant’altro meglio descritto nel successivo punto sugli impegni assunti dalla Regione Emilia-Romagna – Agenzia regionale di protezione civile nonché dichiarato idoneo all’uso a cui è destinato dall’Azienda Sanitaria Locale (ASL 1) de L’Aquila e dalle altre autorità competenti in materia;

h) interverrà nell’eventuale atto pubblico di identificazione catastale del fabbricato edificato.

La Regione Emilia-Romagna – Agenzia regionale di Protezione civile:

i) acquisterà gli arredi da destinarsi al Poliambulatorio e curerà il loro posizionamento secondo quanto previsto nell’Allegato 3. Il tutto per un importo massimo di Euro 30.000,00 con risorse provenienti dalle donazioni versate sul conto corrente aperto dalla medesima Agenzia ai sensi dell’art. 18, comma 1, della L.R. n. 9 del 23 luglio 2009, come da autorizzazione di cui alla deliberazione della Giunta regionale n 1255 del 6 settembre 2010.

Art. 5 - Tempi di esecuzione delle attività

Il Comune di Villa Sant’Angelo completerà le attività:

  1. di cui all’art. 4, comma 1, lettera b) entro sette (7) giorni dal perfezionamento della presente Convenzione;
  2. di cui all’art. 4, comma 1, lettere c) e d) entro quarantacinque (45) giorni dal perfezionamento della presente Convenzione.

La Società G.D. S.p.A. procederà a:

3. realizzare la struttura entro 180 giorni dalla consegna dell’area completa di Platea di fondazione e di allacciamenti alle reti tecnologiche da parte del Comune di Villa Sant’Angelo;

4. a riconsegnare al Comune di Villa Sant’Angelo l’area, il Poliambulatorio completo degli arredi forniti dalla Regione Emilia-Romagna entro 15 giorni dall’ottenimento della dichiarazione di idoneità da parte dell’Azienda Sanitaria Locale (ASL 1) de L’Aquila e dalle altre autorità competenti in materia o, se successivo, dalla fornitura degli arredi e dal loro posizionamento da parte della Regione Emilia-Romagna – Agenzia regionale di protezione civile;

La Regione Emilia-Romagna – Agenzia regionale di Protezione civile procederà a:

5. fornire e a curare il posizionamento degli arredi di cui al già citato Allegato 3 entro quindici (15) giorni dalla ricevimento da parte di G.D S.p.A. di una comunicazione di fine lavori.

Art. 6 - Referenti

Sono individuati, quali Referenti per l’attuazione della presente Convenzione:

  • per la Società G.D S.p.A. la dott.ssa Paola Lanzarini;
  • per la Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) della G.D S.p.A. la sig.ra Valeria Frascari;
  • per la Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di protezione civile dott. Ferruccio Melloni;
  • per l’Amministrazione comunale di Villa Sant’Angelo il dott. Pierluigi Biondi.

I predetti Referenti provvederanno all’organizzazione e alla gestione delle attività e dei programmi, nonché ad ogni adempimento necessario per l’attuazione della presente Convenzione.

Articolo 7 - Attività di verifica

È prevista, entro cinquanta (50) giorni dal perfezionamento della presente Convenzione, una verifica sullo stato di attuazione dell’accordo. In tale sede, le Parti potranno procedere d’intesa alla revisione della Convenzione, qualora si manifesti l’esigenza di adeguarne il contenuto a disposizioni normative di carattere innovativo o integrativo ovvero di migliorarne gli aspetti organizzativi e gestionali, anche in relazione a situazioni o circostanze intervenute successivamente al perfezionamento della presente Convenzione.

Articolo 8 - Controversie

La risoluzione di eventuali controversie, derivanti dall’attuazione della presente Convenzione, è demandata ad un Collegio Arbitrale composto da tre membri nominati, il primo, dalla società G.D. S.p.A. in accordo con la Rappresentanza Sindacale Unitaria, il secondo dalla Regione Emilia Romagna- Agenzia regionale di Protezione Civile, il terzo, dall’amministrazione comunale di Villa Sant’Angelo.

La sede esclusiva dell’arbitrato sarà Bologna.

Articolo 9 - Rinvio

Per tutto quanto non espressamente riportato nella presente Convenzione si applicano le norme del Codice Civile.

Articolo 10 - Registrazione

La registrazione della presente Convenzione è prevista, in caso di uso, a cura e a spese della Parte che ne ha interesse.

Articolo 11 - Ringraziamenti da parte del Comune di Villa Sant’Angelo

Il Comune di Villa Sant’Angelo ringrazia G.D S.p.A, le lavoratrici e i lavoratori di G.D S.p.A e delle altre società del medesimo gruppo, la Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) di G.D S.p.A e la Regione Emilia-Romagna per il gesto di solidarietà che qui si sono impegnati a porre in essere.

Articolo 12 - Comunicazione

Il contenuto e la tempistica di ogni conferenza stampa e/o comunicato stampa e/o annuncio pubblico relativi all’esistenza della presente Convenzione ed al suo contenuto dovranno essere preventivamente concordati tra tutte le Parti.

Articolo 13 - Perfezionamento della presente Convenzione e numero di originali

Le Parti sottoscriveranno la presente Convenzione in momenti e luoghi diversi. Al momento di ciascuna firma ogni Parte indicherà il luogo e la data in cui viene apposta la firma.

La presente Convenzione si intenderà perfezionata a partire dalla data in cui verrà apposta l’ultima firma. Tutti i termini della presente Convenzione decorreranno dalla suddetta data.

La presente Convenzione viene firmata in quattro (4) originali, uno per ciascuna delle Parti.

Letto, approvato e sottoscritto.

G.D S.p.A. ___________________________________

Bologna,...........................

- Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) della G.D S.p.A.______________________________

Bologna,...........................

- Regione Emilia-Romagna

Agenzia regionale di Protezione civile _________________________________

Bologna,...........................

- Amministrazione comunale di Villa Sant’Angelo ________________________

Villa Sant’Angelo (AQ),........................ 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it