E-R | BUR

n.31 del 10.02.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione delle modalità di accesso e di funzionamento della procedura informatizzata per il taglio dei boschi, in attuazione dell'art.3 bis, comma 4, della L.R. n. 30/81. Monitoraggio della gestione forestale

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Visti:

  • la Nuova Strategia per le Foreste adottata dalla Commissione UE in data 20/9/2013 COM(2013) 659 final;
  • la Comunicazione denominata “La nostra assicurazione sulla vita, il nostro capitale naturale: strategia dell'UE sulla biodiversità fino al 2020” (COM(2011)244 def., approvata dalla Commissione UE nel maggio 2011;
  • la Comunicazione della Commissione UE del 21/05/2003, sull’applicazione delle normative, la governance e il commercio nel settore forestale (FLEGT), COM(2003)251, e il Regolamento del Consiglio n. 2173/2005 relativo all’istituzione di un sistema di licenze FLEGT per le importazioni di legname nella Comunità Europea;
  • il Regolamento (UE) n.995/2010 del 20ottobre 2010 (EUTR), che stabilisce gli obblighi degli operatori che commercializzano legno e prodotti da esso derivati;
  • Il Programma Quadro per il Settore Forestale (PQSF) previsto dal comma 1082, art.1, della legge 27 dicembre 2006, n.296 che persegue l'obiettivo di armonizzare l’attuazione delle disposizioni sovranazionali in materia forestale (CBD, MCPFE, UNFCCC, Protocollo di Kyoto, ecc.);
  • l'art.3 del Decreto Legislativo 18 maggio 2001, n.227 "Orientamento e modernizzazione del settore forestale, a norma dell'articolo 7 della Legge 5 marzo 2001, n.57" il quale prevede che “le Regioni definiscono le linee di tutela, conservazione, valorizzazione e sviluppo del settore forestale nel territorio di loro competenza attraverso la redazione e la revisione dei propri Piani forestali”;
  • il R.D.L. 30 dicembre 1923, n. 3267 "Riordinamento e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani";
  • la legge regionale 17 febbraio 2005, n. 6 “Disciplina della formazione e della gestione del sistema regionale della aree naturali protette e dei siti della rete Natura 2000”;
  • la legge regionale 4 settembre 1981, n. 30 “Incentivi per lo sviluppo e la valorizzazione delle risorse forestali, con particolare riferimento al territorio montano. Modifiche ed integrazioni alle leggi regionali 25 maggio 1974, n. 18 e 24 gennaio 1975, n. 6” e in particolare il comma 4 dell’art. 3bis che stabilisce tra l’altro che per la gestione delle autorizzazioni previste dall'articolo 13 “Prescrizioni di massima e di polizia forestale” della stessa legge è istituito un sistema informativo regionale. La Giunta regionale con successivi provvedimenti definisce i contenuti, gli aspe tti organizzativi e le modalità di gestione del sistema informativo”;

Dato atto:

  • che il regolamento forestale recante "Prescrizioni di Massima e Polizia Forestale”, approvato su proposta della Giunta regionale, con deliberazione del Consiglio regionale n. 2354/1995 in attuazione dell’art. 13 della L.R. n. 30/81, disciplina gli interventi di gestione delle aree forestali e in particolare le modalità operative per la realizzazione degli interventi selvicolturali;
  • che la gestione delle foreste secondo i criteri selvicolturali previsti dal regolamento forestale (PMPF)costituisce, unitamente alla presenza di idonei strumenti di pianificazione, una modalità efficace per assicurare la conservazione e valorizzazione delle risorse forestali, in conformità con gli indirizzi generali di politica forestale e di conservazione di habitat e specie sottoscritti a livello internazionale, inoltre risulta coerente con quanto previsto dalle decisioni comunitarie che regolamentano il settore; allo stesso tempo assicura la coerenza degli interventi con la buona tecnica forestale anche per le finalità di tutela delle foreste come bene di rilevanza paesaggistica ai sensi del Dlgs 42/2004;
  • che tutti gli interventi di utilizzazione forestale devono essere autorizzati/comunicati agli enti delegati in materia Forestale di cui all’art. 16 della L.R. n. 30/81 con le modalità previste dalle PMPF al fine di valutare la conformità degli stessi;
  • che per gli interventi ricadenti nelle Aree Protette e nei siti della Rete Natura 2000 è necessario acquisire il nulla osta previsto dalla L.R. n. 6/2005 e/o la valutazione di incidenza ai sensi della D.G. n. 1191/2007;
  • che è inoltre necessario disporre di dati affidabili relativi alla statistica forestale e che per rendere efficace il sistema di rilevazione occorre procedere alla rilevazione degli stessi attraverso idonei strumenti informatizzati già dalle fasi autorizzative degli interventi, inoltre la disponibilità dei dati in un unico archivio permetterà alla regione di trattare agevolmente i dati e produrre periodicamente i report necessari;
  • che l’attuale fase di riordino istituzionale comporta la necessità di individuare sistemi efficaci per la gestione delle procedure amministrative delegate in materia forestale coerenti con il riordino istituzionale in corso;
  • che l’informatizzazione delle procedure amministrative potrà consentire una più efficace azione di monitoraggio e controllo da parte dei soggetti preposti, rendendo disponibili i dati per l’individuazione delle aree oggetto di intervento già dalla fase di ricevimento della “comunicazione” o “richiesta di autorizzazione”;
  • che, in ogni caso, l’informatizzazione delle procedure amministrative sarà realizzata in linea con il riordino delle funzioni delegate in materia forestale, attribuite dalla L.R. n. 13/2015 ”Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizione su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni” ai Comuni e alle loro Unioni e in precedenza già attribuite a Province e Comunità Montane ai sensi della L.R. n. 30/81.
  • che la Regione ha sviluppato, con il supporto di un gruppo di lavoro specifico istituito con determinazione n. 16702/2013 del Direttore Generale Ambiente e difesa del suolo e della costa, un software specifico per la gestione delle procedure autorizzative in materia forestale in conformità alle disposizioni tecniche del regolamento forestale denominato "Prescrizioni di Massima e Polizia Forestale” approvato su proposta della Giunta regionale, con deliberazione del Consiglio regionale n. 2354/1995 in attuazione dell’art. 13 della L.R. n. 30/81,
  • che è in corso di predisposizione l’integrazione del software di cui sopra con un altro modulo aggiuntivo per gestire gestire contestualmente i procedimenti connessi al rilascio della Valutazione di incidenza e del Nulla Osta previsti per alcuni interventi selvicolturali da realizzarsi nei territori ricadenti nelle Aree protette e nei siti della Rete Natura 2000 ai sensi della normativa vigente (DPR 8 settembre 1997, n. 357, LEGGE 6 dicembre 1991, n. 394);
  • che, per quanto sopra, è necessario definire i contenuti integrativi, le modalità di accesso e di funzionamento e i tempi di avvio della nuova procedura;
  • che, a tal fine, è stato predisposto il documento allegato A) “Disposizioni attuative per l'utilizzo della procedura informatizzata per la gestione dei procedimenti amministrativi previsti dal Regolamento forestale regionale (PMPF)” che contiene le disposizioni attuative e le informazioni necessarie per la regolamentazione del sistema informativo;
  • che nel corso dell’anno 2015 sono stati effettuati test di funzionalità delle procedure con il coinvolgimento di alcuni enti delegati in materia forestale;

Ritenuto necessario, al fine di ridurre l’impatto sulle strutture gestionali coinvolte e per adeguare gli strumenti hardware e software alle esigenze operative, procedere gradualmente all’attivazione del sistema con le seguenti scadenze e modalità:

  • dal 01/02/2016 il sistema sarà attivato per tutti gli enti;
  • fino al 30/06/2016 gli Enti competenti, in casi particolari, potranno continuare ad utilizzare la procedura cartacea, impegnandosi comunque a integrare successivamente la banca dati inserendo le richieste (comunicazioni ed autorizzazioni - Nulla osta e Valutazioni di incidenza) autorizzate o pervenute dal 01/02/2016;

Ritenuto quindi di approvare l’allegato A) alla presente deliberazione “Disposizioni attuative per l’utilizzo della procedura informatizzata per la gestione dei procedimenti amministrativi previsti dal Regolamento Forestale Regionale (PMPF) approvato con la D.C.R. n.2354/1995” sensi dell’art.3 bis della L.R. n.30/1981;

Visto il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

Vista la Legge Regionale 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e s.m.;

Richiamate le proprie deliberazioni esecutive ai sensi di legge:

  • n. 1057 del 24/7/2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;
  • n. 1663 del 27/11/2006 “Modifiche all’assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;
  • n. 1222 del 4/8/2011 “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2011)”;
  • n. 2416 del 29/12/2008 ”Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.;
  • n. 1621 del 11 novembre 2013 avente per oggetto: “Indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33”;
  • n. 56 del 26/01/2015 recante “Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017 per le strutture della Giunta Regionale, le Agenzie e istituti regionali e gli enti regionali convenzionati”;
  • n. 57 del 26/01/2015 recante ”Programma per la trasparenza e l’integrità. Approvazione aggiornamento per il triennio 2015-2017”;
  • n. 335 del 31 marzo 2015, recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti e prorogati nell’ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alla difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e della montagna;

A voti unanimi e palesi

delibera:

richiamate le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto

  1. di approvare l’allegato A), parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, “Disposizioni attuative per l'utilizzo della procedura informatizzata per la gestione dei procedimenti amministrativi previsti dal Regolamento Forestale Regionale (PMPF)” che contiene le disposizioni attuative e le informazioni necessarie per la regolamentazione del sistema informativo ai sensi dell’art. 3 bis, comma 4, della L.R. n. 30/1981;
  2. di disporre che la procedura telematica dovrà essere applicata dal 01/02/2016, fermo restando che fino al 30/06/2016 gli Enti competenti alla gestione dei procedimenti, in casi particolari, potranno continuare ad utilizzare la procedura cartacea, impegnandosi comunque a integrare successivamente la banca dati inserendo le richieste (comunicazioni ed autorizzazioni - Nulla osta e Valutazioni di incidenza) autorizzate o pervenute dal 1/2/2016;
  3. di stabilire che con atti del dirigente della struttura regionale competente saranno definite eventuali ulteriori disposizioni attuative di dettaglio e specifiche tecniche, organizzative e operative necessarie per la gestione e il perfezionamento del sistema;
  4. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;
  5. di dare atto che, secondo quanto previsto dal D.Lgs. n. 33/2013, degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione di Giunta regionale n. 1621/2013 e del vigente Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità, la disciplina approvata con il presente atto sarà pubblicata nel sito web della Regione ai sensi dell’art. 12, comma 1, secondo periodo del citato D.Lgs. n.33/2013.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it