E-R | BUR

n.12 del 22.01.2020 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Adeguamento della remunerazione delle prestazioni erogate a favore delle persone inserite in residenze sanitarie psichiatriche accreditate

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste le deliberazioni di Giunta regionale

- n. 327/2004, e successive modificazioni e integrazioni, relativamente ai requisiti generali e specifici per l’accreditamento delle strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna;

- n. 313/2009 recante “Piano attuativo salute mentale 2009-2011” che ha definito gli indirizzi per qualificare l’offerta residenziale sanitaria del settore psichiatria adulti nel sistema di cura del Dipartimento salute mentale e dipendenze patologiche, consolidare il ruolo del Centro di Salute Mentale per la progettazione, il coordinamento e il governo dei percorsi clinico-assistenziali dei pazienti per tutta la durata della permanenza in residenza;

- n. 1830/2013 con la quale sono stati approvati i nuovi requisiti specifici per l’accreditamento delle “Residenze sanitarie psichiatriche” in possesso di autorizzazione al funzionamento per “Residenza sanitaria psichiatrica”;

- n. 1831/2013 “Accordo generale per il triennio 2014-2016 tra la Regione Emilia-Romagna e le associazioni Confcooperative Emilia-Romagna e Legacoop Emilia-Romagna, in materia di prestazioni erogate a favore delle persone inserite in residenze sanitarie psichiatriche accreditate, che, tra l’altro, ha definito le tariffe pro-die e pro-capite da applicarsi;

Considerato che dopo l’approvazione della DGR 1831/2013 sopra citata è stato rinnovato il contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) per i dipendenti dalle cooperative del settore socio-sanitario-assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo;

Considerato che tale rinnovo ha comportato una incidenza media del costo del personale sul totale dei costi pari a circa 3,73% in aumento, così come da stima condivisa con le associazioni di categoria;

Ritenuto pertanto necessario aggiornare le tariffe da riconoscere per l’anno 2019 e 2020 tenendo conto del suddetto rinnovo contrattuale;

Rilevata di conseguenza l’opportunità di:

 - prevedere, a partire dal 1/3/2019, per i gestori privati di residenze sanitarie psichiatriche di cui alla DGR 1830/2013 che applicano il CCNL cooperative sociali rinnovato, un incremento delle tariffe previste dalla DGR 1831/2013 per “Residenza per trattamenti riabilitativi biopsicosociali a medio termine a carattere estensivo (RTR-estensiva)” che vengono rideterminate in euro 136,40/die e pro-capite;

- di prevedere, vista la progressiva applicazione delle previsioni del contratto, a partire dal 1/1/2020, un ulteriore incremento delle tariffe previste dalla DGR 1831/2013 per “Residenza per trattamenti riabilitativi biopsicosociali a medio termine a carattere estensivo (RTR-estensiva)” che vengono pertanto rideterminate in euro 139/die e pro-capite;

 Richiamati:

- la L.R. 26 novembre 2001 n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 concernente “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e ss.mm., per quanto applicabile;

Richiamati infine:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.” e ss.mm.;

-la propria deliberazione n. 122 del 28 gennaio 2019 avente ad oggetto “Approvazione Piano Triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021” ed in particolare l’allegato D) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021”;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 concernente “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le Circolari del Capo di Gabinetto PG/2017/0660476 del 13/10/2017 e PG/2017/0779385 del 21/12/2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni, entrambe predisposte in attuazione della propria deliberazione n.468/2017;

- la determinazione n. 14887/2018 avente ad oggetto “Nomina dei responsabili del procedimento del servizio Assistenza territoriale, ai sensi degli articoli 5 e ss. della legge 241/90 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della LR 32/1993;

- la determinazione n. 13861/2019 avente ad oggetto “Aggiornamento e integrazione della determinazione n.14887/2018 ad oggetto "Nomina dei responsabili del procedimento del servizio Assistenza Territoriale, ai sensi degli articoli 5 e ss. della l. 241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della l.r.32/1993”;

Richiamate altresì le seguenti proprie deliberazioni, in tema di riorganizzazione dell’ente Regione e incarichi dirigenziali: n.193/2015, n.628/2015, n.270/2016, n.622/2016, n.702/2016, n.56/2016, n.1107/2016, n.2344/2016; n.3/2017, n.477/2017, n. 1059/2018 e n. 1123/2018;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

 A voti unanimi e palesi

 delibera

1) di riconoscere, a decorrere dall’1/3/2019, limitatamente alla tipologia “Residenza sanitaria psichiatrica per trattamenti riabilitativi biopsicosociali a medio termine a carattere estensivo (RTR-estensiva)”, ai soggetti gestori che applicano il CCNL cooperative sociali rinnovato, un incremento delle tariffe previste dalla DGR 1831/2013, che vengono rideterminate in euro 136,40/die e pro-capite;

2) di riconoscere, a decorrere dall’1/1/2020, in considerazione della progressiva applicazione delle previsioni del contratto, sempre limitatamente alla tipologia “Residenza per trattamenti riabilitativi biopsicosociali a medio termine a carattere estensivo (RTR-estensiva)”, un ulteriore incremento delle tariffe previste dalla DGR 1831/2013 che vengono pertanto rideterminate in euro 139/die e pro-capite;

3) di disporre che, in base alla presente deliberazione, le AUSL adeguino i contratti di servizio per l’anno 2020, dando atto che gli stessi si intendono automaticamente adeguati a far data dal 1/3/2019 in aumento delle somme sopraindicate rispetto a quanto già determinato per l’anno 2019 in base alla normativa previgente;

4) di riconfermare in ogni altra parte le previsioni della DGR 1831/2013;

5) di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

6) di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it