E-R | BUR

n.97 del 18.04.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Oggetto: Procedimento PCPPAA0282 – TAMOIL ITALIA S.P.A. – Concessione per la derivazione di acqua pubblica sotterranea in comune di Piacenza PC ad uso autolavaggio e servizi igienici R.R. 41/01 art. 18 (estratto della determinazione del Responsabile della Struttura Autorizzazioni e Concessioni ARPAE – Piacenza - n. 6473 in data 04/12/2017)

La Dirigente Responsabile determina (omissis) 

  1. di rilasciare, alla TAMOIL ITALIA S.p.A. (omissis) C.F. e P.IVA 00698550159 fatto salvi i diritti dei terzi, la concessione per la derivazione di acqua pubblica sotterranea (cod. proc. PC17A0009), esercitata in Comune di Piacenza (PC), località Le Mose – Via Caorsana, 77, su terreno catastalmente individuato al CT di detto comune al foglio n. 73, mappale n. 162 per uso irrigazione aree autolavaggio e servizi igienici;
  2. di approvare, il disciplinare di concessione che costituisce parte essenziale ed integrante in cui sono contenuti gli obblighi e le condizioni da rispettare, nonché, la descrizione e le caratteristiche tecniche delle opere di presa; (omissis)
  3. di fissare la quantità d'acqua prelevabile pari alla portata massima unitaria di l/s 2,0 corrispondente ad un volume complessivo di prelievo pari a 2.000 mc/anno (omissis)
  4. di stabilire che la concessione sia rilasciata fino al 31 dicembre 2020 (omissis)

Estratto disciplinare

(omissis)

Art. 6 – Dispositivo di misurazione

Il concessionario dovrà provvedere, a norma della D.G.R. n. 2254 del 21/12/2016,all‘installazione, entro sei mesi dal rilascio della presente concessione, di idoneo dispositivo per la misurazione delle portate e dei volumi di acqua prelevata.

I dati così rilevati dovranno essere trasmessi entro il 31 gennaio di ogni anno all’agenzia Arpae S.A.C. di Piacenza, all’indirizzo PEC: aoopc@cert.arpa.emr.it. La trasmissione dovrà contenere l'evidenza di periodi di eventuale mancato funzionamento del misuratore nonché la stima dei volumi prelevati.

La mancata installazione sarà causa di decadenza dal diritto di derivare e ad utilizzare l'acqua pubblica, ai sensi del comma 1, lettera b) dell'art. 32, del R.R. n. 41/2001. (omissis)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it