E-R | BUR

n.104 del 06.05.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Differimento al 31 dicembre 2015 delle convenzioni-quadro approvate con DGR n. 1071 del 27 luglio 2009; n. 1898 del 23 novembre 2009; n. 1492 del 11 ottobre 2010; n. 1789 del 28 novembre 2012; n. 1070 del 02 agosto 2013 e delle convenzioni attuative sottoscritte con i coordinamenti provinciali e le organizzazioni regionali del volontariato di protezione civile

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la propria deliberazione di Giunta n. 1954 del 22 dicembre 2014 recante “Differimento al 31/3/2015 delle convenzioni-quadro approvate con DGR n. 1071 del 27 luglio 2009; n. 1898 del 23 novembre 2009; n. 1492 del 11 ottobre 2010; n. 1789 del 28 novembre 2012 e delle convenzioni attuative sottoscritte con i “coordinamenti provinciali”, le organizzazioni regionali e settoriali del volontariato di protezione civile” con la quale, al fine di assicurare l’operatività senza soluzione di continuità fra l’Agenzia Regionale di Protezione Civile e le organizzazioni di volontariato convenzionate, era stata approvato il differimento della scadenza al 31/3/2015 delle convenzioni in essere;

Considerato:

- che si approssima la scadenza delle convenzioni in essere con tutte le sopra indicate organizzazioni di volontariato di protezione civile; convenzioni in base alle quali sono appositamente ed operativamente definite, negli ambiti di attività richiamate, le modalità di raccordo e di collaborazione tra la struttura regionale di protezione civile e i coordinamenti provinciali e le individuate organizzazioni ed associazioni regionali settoriali, nonché la razionale allocazione delle risorse finanziarie disponibili e necessarie a perseguire efficacemente e a potenziare la capacità e la prontezza operativa delle organizzazioni di volontariato che operano nell’ambito del territorio regionale;

- che nell’ambito delle attività di protezione civile la Regione, nel riconoscere il Volontariato come espressione di solidarietà sociale e componente del Sistema Regionale di Protezione Civile, ha organizzato la presenza delle associazioni sul territorio, sotto il profilo tecnico – operativo, in coordinamenti provinciali ed associazioni regionali, dando priorità all’attivazione di ogni opportuna iniziativa di sostegno e supporto alla crescita attraverso l’erogazione di contributi a loro favore, subordinati alla stipulazione di apposite convenzioni conformi alle disposizioni legislative.

Ciò premesso, considerato:

- che il processo di riordino degli enti territoriali in corso, anche in applicazione delle nuove disposizioni sulle città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni, ed in osservanza dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza, ha ricadute anche sulla materia “protezione civile” e sull’articolazione territoriale del sistema di Protezione Civile, con particolare riferimento alle amministrazioni provinciali che già in questa fase non disponendo di risorse da dedicare al sistema di protezione civile, non hanno di norma rinnovato le proprie convenzioni con il volontariato; 

- che anche al sistema di convenzionamento in essere a livello regionale potrebbero derivare modifiche sia nell’ambito soggettivo delle parti interessate sia nell’entità e nelle finalità di destinazione delle risorse disponibili per il sostegno e la promozione delle attività di protezione civile;

- che gli effetti derivanti dal processo di riordino, anche rispetto agli strumenti di sostegno sopra richiamati, impone di attendere la più chiara definizione delle funzioni e delle attività che riguardano il volontariato di protezione civile in quanto componente del sistema, sempre al fine di assicurarne l’unitaria e sempre più ampia partecipazione alle attività di protezione civile, e nel contempo approfondendo l’avviato confronto congiunto con le organizzazioni del volontariato medesime;

- che il mantenimento in essere delle attuali convenzioni consentirà nel nuovo termine stabilito detto approfondimento volto al rinnovo delle convenzioni di cui trattasi, salvo diversa condivisione di altra data anticipata rispetto alla nuova scadenza, in ragione dell’esito del riordino, che comporterà la predisposizione degli atti convenzionali;

- che, tuttavia, risulta di primaria importanza non interrompere l’azione di concorso delle strutture specialistiche del volontariato all’attività del sistema regionale di protezione civile, di cui le medesime costituiscono componente essenziale, e che, anzi, è indispensabile assicurarne l’operatività senza soluzione di continuità, con particolare riguardo alla vigente fase di attenzione per le attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, consentendo, quindi, all’Agenzia Regionale di Protezione Civile, nei limiti delle apposite disponibilità del rispettivo bilancio, di continuare sulla base delle sottoscritte convenzioni, la gestione delle attività di natura tecnico-operativa ed amministrativa da svolgere, attraverso l’ adeguamento dei termini di scadenza fissato ora al 31/3/2015;

Ritenuto necessario, per quanto sopra detto, su conforme avviso dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile, procedere ad un differimento del termine di scadenza delle convenzioni-quadro e delle convenzioni sottoscritte in attuazione delle stesse approvate con richiamata propria Deliberazione n. 1071/2009 e con le deliberazioni di Giunta Regionale: n. 1898 del 29 novembre 2009 (Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Emilia-Romagna), n. 1492 del 11 ottobre 2010 (Associazione Protezione & Solidarietà), n. 1789 del 28 novembre 2012 (Centro Servizi Regionale Volontariato di Protezione Civile) e n. 1070 del 2 agosto 2013 (Coordinamento Regionale Protezione Civile Associazione Nazionale Carabinieri Emilia-Romagna) fino al 31 dicembre 2015, salvo diversa condivisione di altra data anticipata rispetto alla scadenza, in ragione dell’esito del riordino, precisando che l’Agenzia Regionale di Protezione Civile, ad esecutività della presente deliberazione, dovrà provvedere a trasmetterla ai soggetti convenzionati per formale accettazione e dovrà altresì provvedere alla gestione delle attività tecnico-operative ed amministrative relative al periodo di proroga;

Evidenziato che il differimento del termine della scadenza delle convenzioni consentirà la prosecuzione dell' erogazione dei contributi da parte dell’Agenzia Regionale per lo svolgimento delle attività di protezione civile e per garantire l’operatività della colonna mobile regionale sulla base di piani operativi annuali programmati, in relazione alle risorse disponibili;

Ritenuta l'opportunità, sotto questo profilo, che le Associazioni cui si riferiscono le convenzioni prestino espresso assenso al predetto rinnovo;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna", ed in particolare l'art. 37, comma 4;

Richiamate le deliberazioni di Giunta regionale n. 1057 del 24/7/2006, n. 1663 del 27/11/2006, n. 2416 del 29/12/2008 s.m., n. 1173 del 27 luglio 2009, n. 1222 del 4 agosto 2011 e n. 1080 del 30 luglio 2012;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alla Difesa del Suolo e della Costa, Protezione Civile e Politiche Ambientali e della montagna;

A voti unanimi e palesi

delibera:

a) di approvare, per le ragioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, il differimento del termine di scadenza delle convenzioni-quadro approvate con deliberazioni di Giunta regionale n. 1071/2009 e con le deliberazioni di Giunta regionale: n. 1898 del 29 novembre 2009 (Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Emilia-Romagna), n. 1492 del 11 ottobre 2010 (Associazione Protezione & Solidarietà), n. 1789 del 28 novembre 2012 (Centro Servizi Regionale Volontariato di Protezione Civile)e n. 1070 del 02 agosto 2013 (Coordinamento Regionale Protezione Civile Associazione Nazionale Carabinieri Emilia-Romagna) e delle singole convenzioni attuative, in scadenza il 31 marzo 2015, sottoscritte con i coordinamenti provinciali e le organizzazioni regionali del volontariato di protezione civile di seguito indicati:

  • "Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile di Bologna";
  • "Coordinamento delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile" della Provincia di Ferrara;
  • "Coordinamento Provinciale Volontariato di Protezione Civile di Forlì-Cesena";
  • "Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione civile" di Modena;
  • "Comitato Provinciale di Parma delle Associazioni di Volontariato per la Protezione Civile";
  • "Raggruppamento del Volontariato di Protezione Civile di Piacenza";
  • "Coordinamento delle Associazioni di Volontariato per la Protezione Civile" della Provincia di Ravenna;
  • "Coordinamento delle Organizzazioni di Volontariato per la Protezione Civile dellaProvincia di Reggio-Emilia";
  • "Coordinamento delle Associazioni di Volontariato per la Protezione Civile" della Provincia di Rimini;
  • "A.G.E.S.C.I. (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) - Sezione Emilia-Romagna";
  • "A.N.A. (Associazione Alpini dell’Emilia-Romagna di Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini)";
  • "A.N.P.As. (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) - Sezione Emilia-Romagna";
  • "A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani) - Comitato Emilia-Romagna";
  • "FEDERGEV - Emilia-Romagna (Federazione regionale dei Raggruppamenti Guardie Ecologiche Volontarie);
  • “FEDER.V.A.B.- Emilia-Romagna (Federazione Vigilanza Antincendi boschivi)”;
  • “Associazione Geometri Volontari Emilia-Romagna”;
  • "PRO-ING”(Associazione Volontariato ingegneri)";
  • "GEO-PRO-CIV - (Associazione Geologi Emilia-Romagna per la Protezione Civile)";
  • Associazione Protezione & Solidarietà;
  • Coordinamento Regionale Protezione Civile Associazione Nazionale Carabinieri Emilia-Romagna;
  • Centro Servizi Regionale Volontariato di Protezione Civile);
  • “Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Emilia-Romagna”,

fissando la nuova scadenza alla data del 31/12/2015, salvo diversa condivisione di altra data anticipata rispetto alla detta scadenza, in ragione dell’esito del riordino territoriale, che comporterà la predisposizione di nuovi atti convenzionali;

b) di incaricare l’Agenzia Regionale di Protezione Civile di trasmettere copia della presente deliberazione ai soggetti convenzionati, per opportuna formale accettazione;

c) di dare atto che alle attività di natura tecnico-operativa ed amministrativa relative al periodo di differimento del termine delle suddette convenzioni quadro provvederà, per quanto di competenza della parte regionale, l’Agenzia Regionale di Protezione Civile, anche ai sensi di quanto previsto nella deliberazione di Giunta regionale n. 652/2007;

d) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it