E-R | BUR

n.8 del 11.01.2018 (Parte Prima)

XHTML preview

Istituzione, ai sensi dell'articolo 40 comma 2 dello Statuto e dell'articolo 61 del Regolamento interno dell'Assemblea legislativa, di una Commissione speciale di ricerca e di studio sul tema delle cooperative cosiddette spurie o fittizie, al fine di conoscere genesi, diffusione ed articolazione del fenomeno e di avere indicazioni rispetto agli strumenti da utilizzare per impedirne lo sviluppo, l'attività, l'esistenza. (Richiesta della consigliera Gibertoni in data 1/12/2017)

L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Premesso che:

- l'articolo 40 dello Statuto stabilisce, al comma 2, che "L'Assemblea... può istituire Commissioni speciali di ricerca e di studio su materie che comunque interessino la Regione”;

- il Regolamento assembleare stabilisce all'articolo 61 che "L'Assemblea con deliberazione, a maggioranza assoluta dei suoi componenti, istituisce speciali commissioni di ricerca e di studio, ai sensi dell'articolo 40, comma 2, dello Statuto, su materie che comunque interessano la Regione, indicando lo specifico oggetto dello studio e determinando la durata, il numero dei componenti e la partecipazione numerica di ciascun gruppo assembleare";

Precisando inoltre che:

- “per la designazione dei componenti della Commissione di ricerca e di studio e per la determinazione dei voti spettanti a ciascuno si applica l’articolo 7”;

- "per lo svolgimento delle attività delle commissioni di indagine e di studio valgono, in quanto applicabili, le norme relative allo svolgimento dell'attività delle commissioni permanenti";

Considerato che:

- è ormai largamente condivisa l'opinione che alcuni settori economici nella nostra regione vedano una forte e crescente presenza di cooperative cosiddette "spurie", che presentano episodi frequenti e diffusi di gravi irregolarità nelle condizioni di lavoro, quali pagamento in nero, assenza del rispetto delle norme sulla sicurezza e l'igiene, omissioni contributive, violazioni della normativa sull'orario di lavoro;

- fra i settori più interessati dal fenomeno si trova quello della lavorazione carni, dove si sono verificati, anche nelle ultime settimane gravissime vicende quali quella del licenziamento dei lavoratori di imprese cooperative operanti per conto della Castelfrigo.

Con votazione palese attraverso l’uso del dispositivo elettronico, che dà il seguente risultato:

(Consiglieri assegnati alla Regione - n. 50)

presenti n. 36

assenti n. 14

votanti n. 35

favorevoli n. 35

contrari n. 0

astenuti n. 0

delibera

- ai sensi dell'articolo 40, comma 2, dello Statuto e dell'articolo 61 del Regolamento interno dell'Assemblea legislativa, l'istituzione di una Commissione speciale di ricerca e di studio, che si dia come termine massimo la fine della legislatura, sul tema delle cooperative cosiddette spurie o fittizie, al fine di conoscere genesi, diffusione ed articolazione del fenomeno e di avere indicazioni rispetto agli strumenti da utilizzare per impedirne lo sviluppo, l'attività, l'esistenza. Per la designazione dei componenti della Commissione speciale di ricerca e di studio e per la determinazione dei voti spettanti si applica l’articolo 7 del Regolamento interno.

- di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it