E-R | BUR

n.362 del 13.11.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Integrazioni alla delibera di Giunta regionale n. 1336/2019 "Approvazione delle operazioni di cui all'Invito a presentare operazioni competenze dei lavoratori, dei professionisti e delle imprese per l'innovazione - PO FSE 2014/2020 Obiettivo Tematico 8 - Priorità di investimento 8.5, Allegato 1) della delibera di Giunta regionale n. 429/2019"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA–ROMAGNA

Richiamata la propria deliberazione n 429 del 25/3/2019Approvazione Invito a presentare operazioni competenze dei lavoratori, dei professionisti e delle imprese per l’innovazione – PO FSE 2014/2020 Obiettivo tematico 8 – Priorità di investimento 8.5” ed in particolare l’allegato 1) parte integrante della stessa;

Richiamata, in particolare, la propria deliberazione n.1336 del 29 luglio 2019 ”Approvazione delle operazioni di cui all' Invito a presentare operazioni competenze dei lavoratori, dei professionisti e delle imprese per l'innovazione – PO FSE 2014/2020 Obiettivo tematico 8 - Priorità di investimento 8.5, allegato 1) della delibera di Giunta regionale n.429/2019”;

Dato atto che con la suddetta propria deliberazione n.1336/2019 si è provveduto ad approvare:

- l’Allegato 2) “Operazioni approvabili”, parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione, contenente le graduatorie delle operazioni approvabili, in ordine di punteggio conseguito, rispettivamente n.21 operazioni per l’Azione 1 e n.19 operazioni per l’Azione 2;

- l’Allegato 3) “Operazioni finanziabili”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, nel quale sono elencate le operazioni finanziabili di cui al precedente alinea, a valere sul Programma Operativo Regionale FSE 2014/2020 – Obiettivo tematico 8 - Priorità di investimento 8.5, per un costo complessivo di Euro 12.677.052,90 comprensivo della quota privata di Euro 2.677.84714, e per un finanziamento pubblico complessivo di Euro 9.999.205,76;

Richiamato il punto 11. del dispositivo della suddetta propria deliberazione n.1136/2019 nel quale si è dato atto che:

- le n.2 operazioni approvate contraddistinte dal numero rif.PA 2019-11725/RER e 2019-11726/RER sono state presentate da “ECIPAR - Soc. Cons. a r.l” di Bologna (cod. organismo 205) in qualità di mandatario del RTI denominato “RTI Rete Ecipar” costituito in data 17/7/2015 rep. n. 56.293 raccolta n. 27.355 registrato all’Agenzia delle Entrate - ufficio territoriale di Bologna 2 il 20/7/2015 al n. 12339 serie 1T, acquisito agli atti del servizio regionale competente;

- le n. 4 operazioni approvate contraddistinte dal numero rif. PA 2019-11688/RER 2019-11689/RER 2019-11690/RER 2019-11691/RER sono state presentate da “Nuovo Cescot Emilia-Romagna s.c.r.l.” di Bologna (cod. organismo 324) in qualità di mandatario del RTI denominato “RTI RETE CESCOT” costituito in data 9/4/2015 rep. n. 55.844 raccolta n. 27.123 registrato all’Agenzia delle Entrate - ufficio territoriale di Bologna 2 il 10/4/2015 al n. 5532 serie 1T, acquisito agli atti del servizio regionale competente;

- dagli atti costitutivi sopra citati risulta che al mandatario è

stato conferito mandato collettivo speciale irrevocabile con rappresentanza esclusiva dei singoli mandanti nei confronti della Regione Emilia-Romagna;

Rilevato che ulteriori n.2 operazioni contraddistinte dal numero rif.PA 2019-11723/RER e 2019-11724/RER approvate e finanziabili contenute rispettivamente nei sopra richiamati Allegati 2) e 3), parti integranti e sostanziale della sopra richiamata propria deliberazione n.1336/2019, sono state presentate da “ECIPAR - Soc. Cons. a r.l” di Bologna (cod. organismo 205) in qualità di mandatario del RTI denominato “RTI Rete Ecipar”, come già sopra richiamato;

Ritenuto per le suddette motivazioni di integrare il richiamato punto 11. del dispositivo della suddetta propria deliberazione n.1336/2019 con le ulteriori n.2 operazioni, contraddistinte dal numero rif.PA 2019-11723/RER e 2019-11724/RER, che sono state presentate sempre da “ECIPAR - Soc. Cons. a r.l” di Bologna (cod. organismo 205) in qualità di mandatario del RTI denominato “RTI Rete Ecipar” costituito in data 17/7/2015 rep. n. 56.293 raccolta n. 27.355 registrato all’Agenzia delle Entrate - ufficio territoriale di Bologna 2 il 20/7/2015 al n. 12339 serie 1T;

Dato che resta invariato quanto altro approvato con la propria sopra citata deliberazione n.1336/2019 e negli allegati 1), 2) e 3) parti integranti e sostanziali della stessa;

Richiamate:

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” in particolare l’art. 11;

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 recante “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” succ.mod.;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011 n. 4 in materia di tracciabilità finanziaria ex art.3, legge 13 agosto 2010, n. 136 e successivo aggiornamento;

Richiamati:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n.122/2019 “Approvazione Piano triennale di Prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2019-2021”, e successiva integrazione ed in particolare l'allegato D) "Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021";

- la propria deliberazione n.1059/2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali, Agenzie e Istituti e nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del responsabile della protezione dei dati (DPO)";

Visto il D.Lgs. n. 118/2011 ad oggetto “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi i Bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42” e ss.mm.ii.”;

Richiamate inoltre le Leggi regionali:

- n. 40/2001 recante "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n.4" per quanto applicabile;

- n. 43/2001 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

- n. 24/2018 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2019”;

- n. 25/2018 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2019-2021 (legge di stabilità regionale 2019)”

- n. 26/2018 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”;

- n. 13/2019 “Disposizioni collegate alla legge di assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021;

- n. 14/2019 “Assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni:

- n. 2301/2018 recante “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”;

- n.1331/2019 “Aggiornamento del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii., per quanto applicabile;

- n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R.43/2001”;

- n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna” ed in particolare l’Allegato A);

- n. 2204/2017 “Assunzioni per il conferimento di incarico dirigenziale, ai sensi dell’art. 18 della L.R. 43/2001, presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa – Scorrimento graduatorie”;

Richiamate, altresì, le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamata la determinazione del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa n. 52 del 9/1/2018 ad oggetto “Conferimento di due incarichi dirigenziali con responsabilità di servizio presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e Impresa”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

 delibera

Per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate: 

1. di integrare il punto 11. del dispositivo della propria deliberazione n.1336/2019 dando atto che le n.2 operazioni approvate con la stessa deliberazione, contraddistinte dal numero rif.PA 2019-11723/RER e 2019-11724/RER, sono state presentate da “ECIPAR - Soc. Cons. a r.l” di Bologna (cod. organismo 205) in qualità di mandatario del RTI denominato “RTI Rete Ecipar” costituito in data 17/7/2015 rep. n. 56.293 raccolta n. 27.355 registrato all’Agenzia delle Entrate - ufficio territoriale di Bologna 2 il 20/7/2015 al n. 12339 serie 1T;

2. di dare atto che resta invariato quanto altro approvato con la propria sopra citata deliberazione n.1336/2019 e negli allegati 1), 2) e 3) parti integranti e sostanziali della stessa;

3. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;

4. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it