E-R | BUR

n.156 del 27.05.2016 (Parte Seconda)

XHTML preview

Piano regionale contro la violenza di genere ai sensi dell'art. 17 della legge regionale 27 giugno 2014, n. 6. (Proposta della Giunta regionale in data 29 febbraio 2016, n. 291)

L'Assemblea legislativa

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 291 del 29 febbraio 2016, recante ad oggetto "Approvazione del piano regionale contro la violenza di genere ai sensi dell'art. 17 della legge regionale 27 giugno 2014, n. 6";

Preso atto del favorevole parere, con modificazioni, espresso dalla commissione referente per la Parità e per i diritti delle persone di questa Assemblea legislativa, giusta nota prot. AL/2016/22057 in data 27 aprile 2016;

Viste:

– la legge 15 ottobre 2013, n. 119 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, recante disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere, nonché in tema di protezione civile e di commissariamento delle province;

– l'Intesa, ai sensi dell'art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo e le Regioni, le Province autonome di Trento e di Bolzano e le Autonomie locali, relativa ai requisiti minimi dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio, prevista dall'articolo 3, comma 4, del D.P.C.M. del 24 luglio 2014 (Rep. Atti n. 146/CU) del 27 novembre 2014;

– Il Piano d'azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere adottato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 luglio 2015;

– la legge regionale 12 marzo 2003, n. 2 “Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;

– le Linee di indirizzo regionali per l'accoglienza di donne vittime di violenza di genere adottate con deliberazione di Giunta Regionale n. 1677 del 18 novembre 2013;

– la Legge Regionale 27 giugno 2014, n. 6 “Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere”;

Considerato che:

– la sopracitata legge regionale n. 6/2014 all'art. 17 prevede l'approvazione da parte dell'Assemblea legislativa, su proposta della Giunta regionale, del Piano regionale contro la violenza di genere, di durata triennale;

– nel corso del 2015, è stato costituito con determinazione del Direttore generale Sanità e Politiche sociali e per l'integrazione n. 14287 del 27 ottobre 2015 un gruppo di lavoro interdisciplinare per la predisposizione di una proposta di Piano regionale contro la violenza di genere in ottemperanza all'art. 17 della L.R. 6/2014;

– che il gruppo di lavoro sopra citato ha concluso la propria attività nel mese di novembre 2015 con la redazione di una prima bozza di Piano regionale contro la violenza di genere;

Considerato che i contenuti del Piano:

– sono stati presentati dalla Giunta regionale in data il 9 dicembre 2015 in Commissione per la parità e diritti delle persone di questa Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna;

– sono stati condivisi dalla Giunta regionale in data 16 febbraio 2015 con gli Assessori dei Capoluoghi di provincia e dei comuni sedi di case e centri e con le organizzazioni sindacali;

– sono stati presentati pubblicamente in data 24 febbraio 2015 con le Associazioni contenute nella sezione VI Parità e diritti delle persone dell'Albo generale delle Associazioni dell'Assemblea legislativa;

Visto:

– il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modificazioni;

Dato atto del parere di regolarità amministrativa sulla proposta della Giunta regionale all’Assemblea legislativa n. 291 del 29 febbraio 2016 (qui allegato)

Previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera

1) di approvare, per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, il “Piano regionale contro la violenza di genere” di durata triennale in ottemperanza all'art. 17 della L.R. 6/2014 contenuto nell’allegato 1 parte integrante al presente provvedimento;

2) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it