E-R | BUR

n. 77 del 25.05.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di verifica (screening) relativa alle operazioni di recupero R4 di rifiuti non pericolosi costituiti da cavi elettrici, presso l'impianto ubicato in Via del Lavoro 2 nel comune di Gatteo (FC) presentata dalla ditta Placucci Alessandro & C. S.a.s. (Titolo II, L.R. 18 maggio 1999, n. 9, come integrata dal DLgs 3 aprile 2006, n. 152)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera: 

1) di escludere, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, come integrata dal DLgs 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal DLgs 16 gennaio 2008, n. 4, in considerazione dei limitati impatti attesi, il progetto di “operazioni di recupero R4 di rifiuti non pericolosi costituiti da cavi elettrici, presso l’impianto ubicato in via Del Lavoro 2” presentato dalla ditta Placucci Alessandro & C. S.a.s.sito nel comune di Gatteo (FC) da ulteriore procedura di VIA a condizione che siano rispettate le seguenti prescrizioni:

a. per minimizzare gli impatti sull’ambiente, la Ditta deve mettere in atto tutti gli interventi e le azioni di mitigazione previste nel progetto;

b. la Ditta è tenuta a verificare la natura e classificazione dei rifiuti in ingresso, dovendosi tassativamente escludere la possibilità di trattamento di rifiuti estranei all’attività e/o di materiale contaminato;

c. all’interno dell’azienda dovranno essere adottate misure idonee al fine di evitare o ridurre la formazione di polveri durante la movimentazione dei rifiuti e delle MPS;

d. in assenza dell’impianto di raccolta delle acque di prima pioggia, tutti i rifiuti così pure le materie prime secondarie non potranno essere stoccati neanche provvisoriamente nei piazzali della ditta;

e. lo stoccaggio in cumuli è ammesso unicamente al coperto su pavimentazione in calcestruzzo e al riparo dagli agenti atmosferici;

f. i big-bag contenenti il rifiuto denominato “polverino”, generato dall’impianto di abbattimento delle polveri prodotte durante le operazioni di macinazione dei cavi, dovranno essere stoccati all’interno dei capannoni, sottoposti ad analisi e classificati (codice CER) per poi essere smaltiti in maniera idonea presso ditte autorizzate;

g. dovranno essere predisposti tutti i presidi tecnici e gestionali atti a minimizzare l’impatto acustico;

h. la ditta è tenuta a mantenere presso l’impianto a disposizione degli organi di controllo le certificazioni di caratterizzazione dei rifiuti;

2) che resta fermo l’obbligo di acquisire tutte le eventuali autorizzazioni, concessioni, intese, licenze, pareri, nullaosta e assensi comunque denominati preordinati alla realizzazione del progetto, con particolare riferimento alle disposizioni di cui all’art. 210 del DLgs 3 aprile 2006, n. 152;

3) di trasmettere la presente delibera alla ditta Placucci Alessandro & C. S.a.s., alla Provincia di Forlì Cesena, al Comune di Gatteo, all’ARPA Sezione provinciale di Cesena, all’AUSL di Cesena;

4) di pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 10, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, il presente partito di deliberazione;

5) di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 20, comma 7 del DLgs 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal DLgs 16 gennaio 2008, n. 4, il presente provvedimento di assoggettabilità.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it