E-R | BUR

n.334 del 19.11.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifica delle proprie deliberazioni n. 1355/2009 e s.m.i., e n. 1156/2011

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1355 del 14 settembre 2009 "Art. 48, L.R. n. 2/2003 e art. 10, comma 2, L.R. n. 5/2004: approvazione elenco interventi ammessi al contributo e contestuale approvazione del disciplinare relativo alle procedure di concessione, impegno e liquidazione di tali contributi, in attuazione della propria delibera n. 845/2008”;

- n. 1156 del 1° agosto 2011 ”Approvazione elenco interventi ammessi al contributo destinati a strutture socio-assistenziali e sociosanitarie. Assegnazione dei contributi e contestuale approvazione del disciplinare relativo alle procedure di concessione, impegno e liquidazione di tali contributi, in attuazione della propria deliberazione n. 74/2010. Variazione di Bilancio”;

Dato atto che:

- ai rispettivi Allegati 1 delle deliberazioni sopra richiamate venivano approvati gli elenchi degli interventi ammessi ai contributi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie ai sensi dell’art. 48, L.R. n. 2/2003 e art. 10, comma 2, L.R. n. 5/2004;

- ai rispettivi Allegati 2 delle deliberazioni sopra richiamate venivano approvati i Disciplinari relativi alle procedure per la concessione, l’impegno e la liquidazione di tali contributi;

- ai rispettivi Allegati 3 delle deliberazioni sopra richiamate veniva riportata la ripartizione finanziaria dei contributi assegnati a favore ciascun Ente attuatore sui pertinenti capitoli di Bilancio;

Viste le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 1301/2011, n. 1575/2012 e n. 1833/2013 relative all’aggiornamento e modifica degli interventi ammessi al contributo previsti agli Allegati 1 e 3 della citata deliberazione n. 1355/2009;

- n. 2004/2009 e n. 340/2011 relative alla modifica dell’Allegato 2 della citata deliberazione n. 1355/2009;

- n. 1511/2013 relativa alla modifica degli interventi ammessi al contributo previsti agli Allegati 1 e 3 della citata deliberazione n. 1156/2011;

- n. 1083/2013 relative alla modifica dell’Allegato 2 della citata deliberazione n. 1156/2011;

Dato atto altresì che tra gli interventi ammessi al contributo dalle deliberazioni sopra richiamate rientrano i seguenti due interventi del Comune di Modena previsti sul medesimo immobile sede della Casa Protetta San Giovanni Bosco, ubicato a Modena in Via Morselli n. 60, ovvero:

- intervento n. 40 “Ristrutturazione Casa Protetta San Giovanni Bosco”, previsto nella propria deliberazione n. 1355/2009 e s.m.i.” con un costo complessivo di € 1.557.000,00 e un contributo assegnato di € 717.819,44;

- intervento n. 15 “Ristrutturazione Casa Protetta San Giovanni Bosco” relativo a lavori sull’area esterna della struttura, previsto nella propria deliberazione n. 1156/2011 e s.m.i.” con un costo complessivo di € 184.150,20 e un contributo assegnato di € 92.075,10;

Verificato che, sulla base di quanto indicato ai rispettivi Allegati 3 delle Deliberazioni n. 1355/2009 e s.m.i, e n. 1156/2011 i contributi assegnati al Comune di Modena di € 717.819,44 e € 92.075,10 risultano allocati sul Cap. 57200 “Fondo sociale regionale. Contributi agli Enti locali e loro forme associative e alle Aziende USL, per la costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n. 2)” afferente all’U.P.B. 1.5.2.3.21000, quali risorse di provenienza regionale destinate a Enti Locali e Ausl;

Considerato che:

- il Comune di Modena, con atto Rep. 84573 del 16 dicembre 2013, conservato agli atti del Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie, ha provveduto alla costituzione sulla Casa Protetta San Giovanni Bosco del diritto di superficie a titolo oneroso a favore della Fondazione Pia Casa Sant’Anna e Santa Luigia di Modena;

- a seguito delle costituzione del diritto di superficie il Comune di Modena mantiene sull’immobile oggetto del contributo la nuda proprietà;

Verificato che, a seguito della modifica del titolo di godimento del bene oggetto dell’intervento n. 40 e n. 15, la copertura finanziaria sul Cap. 57200 relativamente ai contributi assegnati al Comune di Modena risulta non pertinente sulla base di quanto stabilito dalle disposizioni previste dall’art. 3 comma 18, lettera g) della L. 350/2003 relativamente al finanziamento tramite le risorse di provenienza regionali di investimenti sui beni immobili ascrivibili al patrimonio pubblico, ritenendo più corretta la loro allocazione sul Cap. 57201 relativo alle risorse di provenienza statale destinate a Enti Locali e Ausl;

Verificato che sul Cap. 57201 “Fondo Sociale Regionale. Contributi a Enti Locali, loro forme associative e Ausl per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi Statali” - U.P.B. 1.5.2.3.21001 del bilancio per l’esercizio finanziario 2014 risultano disponibili le risorse necessarie al finanziamento degli interventi n. 40 e n. 15 del Comune di Modena rispettivamente per € 717.819,44 e € 92.075,10, per complessivi € 809.894,54;

Dato atto, altresì, che tra gli interventi ammessi al contributo dalla propria deliberazione rientra l’intervento n. 141 “Ristrutturazione Centro socio-riabilitativo per disabili” localizzato nella frazione di Riofreddo del Comune di Verghereto (FC) della Associazione di Volontariato Misericordia di Alfero, con un costo complessivo, al netto degli arredi e attrezzature, pari a € 70.000,00 ed un contributo assegnato di € 25.000,00;

Verificato, sulla base della documentazione conservata agli atti del Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie, che l’intervento per il quale l’Associazione di Volontariato esattamente individuata in Confraternita di Misericordia di Alfero era stata ammessa al contributo, riguardava la realizzazione di un percorso pedonale esterno ad uso di una struttura già costruita da destinare a Centro socio-riabilitativo per disabili;

Acquisita agli atti del Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie, la nota PG 265498 del 28 ottobre 2013, a firma del Presidente dell’Associazione di Volontariato Confraternita di Misericordia di Alfero, con la quale:

- comunicava che “le necessità manifestate dal territorio hanno portato via via ad un aggiustamento dell’offerta nell’ospitalità di anziani e disabili”, comportando una modifica nella destinazione d’uso dell’immobile a struttura polivalente per anziani;

- si richiedeva, in conseguenza della modificata destinazione d’uso dell’immobile, l’aggiornamento della denominazione dell’intervento n. 141;

Acquisto altresì agli atti del Servizio Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie il parere positivo sulla proposta di modifica dell’intervento n. 141:

- del Gruppo di Lavoro per la valutazione degli interventi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, costituito con determinazione del Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali n. 10255/2014, espresso nella seduta del 25 luglio 2014;

- dell’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Romagna, espresso nella seduta del 28 aprile 2014;

Preso atto, sulla base della documentazione conservata agli atti del Servizio Strutture Sanitarie e socio-Sanitarie, che:

- i lavori relativi alla ristrutturazione della Casa Protetta San Giovanni Bosco, oggetto degli interventi n. 40 e n. 15 del Comune di Modena, sono conclusi,

- i lavori di realizzazione del percorso pedonale esterno oggetto dell’intervento n. 141 dell’ Associazione di Volontariato Confraternita di Misericordia di Alfero sono anch’essi conclusi;

Ritenuto pertanto opportuno:

- provvedere alla modifica della copertura finanziaria relativa ai contributi assegnati al Comune di Modena rispettivamente di € 717.819,44 per l’intervento n. 40 di cui all’Allegato 3 della propria deliberazione n. 1355/2009 e s.m.i, e di € 92.075,10 per l’intervento n. 15 di cui all’Allegato 3 della propria deliberazione n. 1156/2011;

- dare atto che tali somme originariamente allocate sul Cap. 57200 – U.P.B. 1.5.2.3.21000, trovano la necessaria copertura finanziaria sul Cap. 57201 – U.P.B. 1.5.2.3.21001 del Bilancio per l’esercizio finanziario 2014 per complessivi € 809.894,54;

- accogliere la richiesta dell’Associazione di Volontariato Confraternita di Misericordia di Alfero relativa all’aggiornamento dell’intervento n. 141, al fine di rendere coerente la denominazione dell’intervento con la sua effettiva realizzazione, sostituendo il titolo originario “Ristrutturazione Centro socio-riabilitativo per disabili”, riportato agli Allegati 1 e 3 della deliberazione n. 1355/2009 e s.m.i, con “Realizzazione di un percorso pedonale esterno ad uso della struttura polivalente per anziani di Riofreddo”, a parità di costo complessivo dell’intervento e contributo assegnato;

Richiamata la deliberazione della Consulta di Garanzia Statutaria regionale n. 2 del 28 luglio 2014 con la quale sono state esplicitate le modalità di amministrazione ordinaria della Regione Emilia-Romagna durante il periodo della prorogatio ai sensi dell'articolo 69, comma 1, lett. a) dello Statuto regionale, a decorrere dalla data delle dimissioni volontarie del Presidente della Regione;

Preso atto che la sopra citata deliberazione della Consulta di Garanzia chiarisce che rientrano negli atti di ordinaria amministrazione che la Giunta può adottare nell’attuale fase di prorogatio tutti “gli atti amministrativi che non sono espressione di un indirizzo politico e che tendono in “sostanza” ad assicurare la continuità della vita dell’ente ivi compresi gli atti improrogabili e urgenti”;

Considerato che la presente deliberazione rientra in tali previsioni in quanto:

- la Giunta prende atto di modifiche operate dagli enti attuatori degli interventi sulla base di scelte tecnico-gestionali, anche in accordo con gli enti territoriali preposti alla programmazione socio-sanitaria, che non variano in modo sostanziale l'oggetto degli interventi, essendo di fatto gli stessi già conclusi;

- occorre provvedere all'approvazione di tali modifiche affinchè il Comune di Modena e l'Associazione di Volontariato Confraternita di Misericordia di Alfero possano ottenere l'erogazione a saldo dei contributi assegnati per gli interventi già terminati, sulla base delle procedure previste dai disciplinari di cui agli Allegati 2 delle deliberazioni n. 1355/2009 e s.m.i. e n. 1156/2011; 

Richiamate le Leggi regionali:

- n. 28/2013 "Legge finanziaria regionale adottata, a norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40, in coincidenza con l'approvazione del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014 e del Bilancio pluriennale 2014-2016";

- n. 29/2013 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2014 e del Bilancio pluriennale 2014-2016";

- n. 17/2014 "Legge finanziaria regionale adottata, a norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40, in coincidenza con l'approvazione della legge di Assestamento del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014 e del Bilancio pluriennale 2014-2016. Primo provvedimento generale di variazione";

- n. 18/2014 " Assestamento del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014 e del Bilancio pluriennale 2014-2016 a norma dell'articolo 30 della legge regionale 15 novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento generale di variazione;

Visto il D.Lgs n. 33/2013 e sue successive modificazioni;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni n. 1057 del 24 luglio 2006 e s.m., n. 1663 del 27 novembre 2006 e s.m., n. 2416 del 29 dicembre 2008 e ss.mm., n. 1222 del 4 agosto 2011, n. 725 del 4 giugno 2012;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla Promozione Politiche Sociali Educative per l’Infanzia e l’Adolescenza, Immigrazione, Volontariato, Associazionismo, Terzo Settore, e dell'Assessore alle Politiche per la Salute;

a voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni espresse in premessa e che si intendono integralmente riportate:

1) di modificare la propria deliberazione n. 1355/2009 e s.m.i.:

  • all’Allegato 1, limitatamente all’intervento n. 141,
  • all’Allegato 3, limitatamente agli interventi n. 141 e n.40,

come dettagliatamente riportato negli Allegati alla presente deliberazione, quale parte integrante e sostanziale, denominati ”Allegato 1- interventi ammessi al contributo DGR 1355/2009 e s.m.i.” e ”Allegato 3 - Ripartizione finanziaria dei contributi assegnati DGR 1355/2009 e s.m.i”;

2) di modificare la propria deliberazione n. 1156/2011 all’Allegato 3, limitatamente all'intervento n. 15 come dettagliatamente riportato nell'Allegato alla presente deliberazione, quale parte integrante e sostanziale, denominato “Allegato 3 - ripartizione finanziaria dei contributi assegnati DGR 1156/2011”;

3) di dare atto che a seguito delle modifiche descritte ai precedenti punti 1) e 2) le risorse finanziarie previste per gli interventi n.40 di cui alla deliberazione n. 1355/2009 e s.m.i., e n. 15 di cui alla deliberazione n. 1156/2011 del Comune di Modena, originariamente allocate sul Cap. 57200 “Fondo sociale regionale. Contributi agli Enti locali e loro forme associative e alle Aziende USL, per la costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art.48, L.R. 12 marzo 2003, n.2)” - U.P.B. 1.5.2.3.21000 trovano la necessaria copertura finanziaria a carico del Capitolo 57201 “Fondo Sociale Regionale. Contributi a Enti Locali, loro forme associative e Ausl per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi Statali” - U.P.B. 1.5.2.3.21001, del bilancio per l’esercizio finanziario 2014 per complessivi € 809.894,54;

4) di dare atto inoltre che la programmazione finanziaria, in ragione anche delle registrazioni contabili operate relativamente all’intervento n. 15 con determinazioni dirigenziali n. 17200 del 30 dicembre 2013 e n. 12435 del 10 settembre 2014, è da intendersi conseguentemente variata;

5) confermare in ogni altra loro parte le proprie deliberazioni di 1355/09 e s.m.i. e n. 1156/2011; 

6) di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it