E-R | BUR

n.205 del 07.07.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Nomina dei componenti della Consulta edile, di cui all'articolo 29 della Legge regionale n. 18 del 2016

IL PRESIDENTE 

Premesso che: 

- l’istituzione della Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni è stata prevista dall’art. 5 della legge regionale 11/2010 (“Disposizioni per la promozione della legalità e della semplificazione nel settore edile e delle costruzioni a committenza pubblica e privata”) e confermata dall’art. 29 della legge regionale 18/2016 (”Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili”), quale strumento di consultazione, proposta, verifica e valutazione per promuovere la legalità, la trasparenza e la qualità nelle diverse fasi di realizzazione dei lavori nei cantieri edili e di ingegneria civile;

- la Consulta è stata istituita con deliberazione della Giunta regionale n. 254/2011 e rinnovata con deliberazione della Giunta regionale n. 281/2014 e con decreto del Presidente della Giunta regionale n. 206/2017; 

Atteso che secondo quanto previsto dal comma 3 del citato articolo 29, L.R. 18/2016, la Consulta è nominata dal Presidente della Giunta regionale ed è composta:

a) dall'assessore regionale competente per materia o suo delegato, che la presiede;

b) da tre componenti effettivi, designati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori più rappresentative a livello regionale, operanti nel settore edile e delle costruzioni;

c) da tre componenti effettivi, designati dalle organizzazioni dei datori di lavoro più rappresentative a livello regionale, operanti nel settore edile e delle costruzioni;

d) da tre componenti effettivi, designati congiuntamente dagli ordini e collegi professionali operanti nel settore edile e delle costruzioni. 

Dato atto che, ai sensi del comma 4 dell’art. 29 del T.U. legalità: 

- La Consulta dura in carica tre anni e la partecipazione ai suoi lavori non dà luogo ad alcun compenso o rimborso;

- alle sedute possono essere invitati a partecipare esperti e rappresentanti istituzionali o di altri organismi di volta in volta individuati sulla base delle questioni trattate;

- le proposte della Consulta sono adottate con la presenza di almeno la metà dei componenti;

- la Consulta è dotata di una segreteria che ne cura i compiti di supporto tecnico ed organizzativo.

Valutato che occorre rinnovare i componenti della Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni disciplinata dalla L.R. n. 18/2016. 

Valutato altresì che la gestione delle attività inerenti la suddetta Consulta è di competenza del Servizio Giuridico del territorio, Disciplina dell’Edilizia, Sicurezza e Legalità, afferente alla Direzione Generale Cura del Territorio e dell’Ambiente; 

Dato atto che con nota del Responsabile del Servizio Giuridico del territorio, Disciplina dell’Edilizia, Sicurezza e Legalità, prot. n. 0468931 del 14/5/2021 è stata avviata l’istruttoria per l’individuazione dei nuovi componenti della Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni; 

Acquisite agli atti della suddetta struttura regionale le comunicazioni con le quali gli enti, organismi e associazioni che presentano i requisiti di cui all’art. 29, comma 3, della L.R. n. 18/2016 hanno provveduto a segnalare i nominativi dei nuovi componenti effettivi; 

Ritenuto pertanto di procedere con il presente atto alla nomina dei componenti della Consulta regionale, ai sensi dell'art. 29, comma 3 della L.R. n. 18/2016; 

Dato atto dei pareri allegati

decreta: 

1) di nominare quali componenti della Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni, in attuazione dell’art. 29, comma 3, della legge regionale n. 18/2016: 

  • Vincenzo Colla, Assessore regionale allo Sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione, in qualità di Presidente;
  • Giovanni Santangelo - Responsabile del Servizio Giuridico del Territorio, Disciplina dell’Edilizia, Sicurezza e Legalità, in qualità di delegato;
  • Filippo Calandra Checco - Fillea CGIL;
  • Cristina Raghitta - Filca CISL;
  • Riccardo Galasso - Feneal UIL;
  • Stefano Betti - ANCE Emilia-Romagna;
  • Riccardo Roccati - CNA Costruzioni Emilia-Romagna;
  • Emanuele Monaci – Alleanza delle Cooperative italiane – Emilia-Romagna;
  • Daniele Ugolini - CUP Emilia-Romagna;
  • Daniele Pezzali - Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia-Romagna;
  • Alessandro Uberti – Federazione regionale Ordine degli ingegneri. 

2) di affidare le funzioni di coordinamento amministrativo e segreteria organizzativa della Consulta alla dott.ssa Elisa Acquafresca, funzionaria del Servizio Giuridico del Territorio, Disciplina dell’Edilizia, Sicurezza e Legalità; 

3) di dare atto che il presente Decreto sarà comunicato ai componenti della Consulta e pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it