E-R | BUR

n.387 del 27.11.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 40/1998 e s.m.i.. Delibera di Giunta regionale n. 2221/2018. Approvazione scorrimento graduatoria. Quantificazione contributi. Assegnazione e concessione per gli anni 2019 e 2020

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera

per le ragioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate:

1) di approvare lo scorrimento della graduatoria di cui all’Allegato 1 della propria deliberazione n. 2221/2018 con riferimento all’elenco dei progetti che hanno ottenuto un sufficiente grado di rispondenza ai criteri di valutazione, secondo l’ordine definito nell’Allegato 1 parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2) di prendere atto che il Comune di San Leo (RN) ha comunicato la rinuncia al contributo e che il Comune di Rio Saliceto (RE), avendo nel frattempo terminato i lavori, non può essere ammesso a contributo;

3) di quantificare come riportato nell’Allegato 1) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, in relazione alle spese ammissibili e alla richiesta di contributo avanzata da parte di ciascuno dei soggetti attuatori per ognuno dei progetti da realizzare, i contributi regionali per la realizzazione degli stessi da attuarsi nel periodo 2019-2021;

4) di assegnare i contributi ai soggetti beneficiari relativi agli esercizi finanziari 2019 e 2020, per gli importi a fianco di ciascuno indicati, per una somma complessiva di 825.000,00 come si evince dall’Allegato 1) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

5) di concedere ed impegnare, in relazione alla esigibilità della spesa e in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii, la somma complessiva di Euro 825.000,00 sul capitolo 70718 “Contributi in c/capitale a enti delle amministrazioni locali per la costruzione, il recupero ed il restauro di immobili di particolare valore storico e culturale nonché per interventi di miglioramento della fruibilità degli stessi immobili e per la valorizzazione di complessi monumentali compresa l'innovazione tecnologica, l'acquisto di attrezzature e la sistemazione di aree adiacenti ai beni stessi - Progetti speciali (art. 1 comma 2, art. 2, art.3 comma 3, L.R. 1 dicembre 1998, n.40)” del bilancio finanziario gestionale 2019-2021, ripartita come segue:

- quanto ad Euro 500.000,00 registrata al n. 8313 di impegno anno di previsione 2019;

- quanto ad Euro 325.000,00 registrata al n. 1301 di impegno anno di previsione 2020;

6) di rimandare l’assegnazione, la concessione e l’impegno della quota di euro 1.168.000,00 relativa all’annualità 2021 all’entrata in vigore del Progetto di legge relativo al Bilancio di Previsione della Regione Emilia-Romagna 2020-2022, approvato con propria deliberazione n. 1884/2019;

7) di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., le stringhe concernenti la codificazione della transazione elementare, come definite dal citato decreto, sono le seguenti: Per quanto riguarda i CUP si rimanda all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto:

Missione 05 - Progr. 02 - Codice economico U.2.03.01.02.003 - COFOG 08.2 - Transazioni UE 8 - SIOPE 2030102003 - C.I. Spesa 4 - Gestione ordinaria 3

8) di stabilire inoltre che sulla base dell’elenco di cui all’Allegato 1), in conformità a quanto stabilito nel punto 11 dell’Allegato A) di cui alla propria deliberazione n. 1331/2018, ad ogni soggetto ammesso a contributo sarà inviata debita comunicazione concernente l’entità delle spese ammesse e l’ammontare del contributo concesso. In seguito a tale comunicazione di approvazione i soggetti beneficiari dovranno procedere alla sottoscrizione con la Regione di apposita Convenzione, così come da schema riportato nell’Allegato 4) della propria deliberazione n. 2221/2018, che disciplina inoltre gli obblighi delle parti, la durata e le modalità di attuazione, di rendicontazione e di liquidazione, nonché i casi di revoca del contributo;

9) di autorizzare, così come previsto dal punto 5 della propria deliberazione n. 1331/2018, il Responsabile del Servizio Cultura e Giovani a sottoscrivere gli Accordi/ Convenzioni di cui all’Allegato della propria deliberazione n. 2221/2018 apportando eventuali modifiche o integrazioni non sostanziali che si rendessero opportune e necessarie;

10) di stabilire le seguenti modalità di liquidazione dei contributi:

- I pagamenti saranno disposti dalla Regione per stati di avanzamento lavori (SAL), pari alla percentuale del contributo concesso, e fino al raggiungimento del 90% dell'importo del contributo, previa attestazione mediante apposito certificato di pagamento rilasciato dal Responsabile Unico del Procedimento, corredato delle relative fatture emesse e da apposita relazione contenente i dati in ordine allo stato di attuazione delle opere e alla contabilità dei lavori;

- Il saldo, nella misura minima del 10% del contributo regionale concesso, a seguito dell'avvenuta ultimazione delle opere, sulla base della seguente documentazione comprovante l’avvenuta ultimazione dei lavori e la conclusione delle procedure di spesa:

a) certificato di regolare esecuzione delle opere eseguite e Collaudo (se previsto), certificato di conformità e regolarità delle forniture acquisite;

b) rendiconto finanziario del progetto riepilogativo di tutti i costi sostenuti per il progetto, comprensivo di copia di fatture quietanzate;

c) atto di approvazione del CRE/Collaudo e dello stato finale della spesa, comprensivo di tutte le spese sostenute.

E’ facoltà per i soggetti beneficiari che hanno previsto tutta la spesa nel 2019 richiedere l’erogazione del totale del contributo a saldo;

A fronte di variazioni in diminuzione dei costi sostenuti per la realizzazione dell’intervento, il Dirigente regionale competente per materia provvederà a rideterminare il finanziamento regionale. Il contributo resterà, invece, invariato in caso di aumento dei costi complessivi sostenuti per le opere;

11) di stabilire, inoltre, che il Dirigente regionale competente provvederà con propri atti formali:

- alla liquidazione e alla richiesta di emissione del titolo di pagamento, ai sensi del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., ed in conformità alle disposizioni indicate nella propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm.ii., ad avvenuta pubblicazione di cui al punto 15 che segue ed a presentazione della documentazione indicata al precedente punto 10;

- alla eventuale rideterminazione in diminuzione, in sede di liquidazione, del contributo regionale concesso qualora il costo finale dell’intervento risultasse inferiore a quello indicato nel presente provvedimento, verificando comunque che la parte eseguita si configuri come stralcio funzionale dei lavori/forniture, il contributo resterà, invece, invariato in caso di aumento dei costi complessivi dell'intervento;

- alla revoca del contributo concesso nei casi di rinuncia al contributo, mancato rispetto da parte del soggetto attuatore degli obblighi specificati al punto 6 del modello di convenzione, mancata realizzazione dell’opera, e nei casi di alienazione, cessione, distrazione dall’uso previsto dei beni materiali entro i 10 anni successivi alla rendicontazione del progetto;

12) di rinviare per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento all’ Invito Allegato A) della predetta propria deliberazione n. 1331/2018;

13) di vincolare i soggetti beneficiari degli interventi finanziati di cui al presente atto ad evidenziare nei modi più opportuni che gli interventi finanziati sono stati realizzati con risorse della Regione Emilia-Romagna;

14) di dare atto altresì che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, comma 7, del citato D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., relativamente ai soggetti pubblici di cui al citato Allegato 1);

15) di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 26 comma 2 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm.ii. e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del medesimo Decreto legislativo;

16) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it