E-R | BUR

n.125 del 04.05.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di valutazione di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9; procedura di Autorizzazione Unica D.Lgs. 29 dicembre 2003, n. 387; procedura di variazione agli strumenti urbanistici L.R. 18 maggio 1999, n. 9; procedura di autorizzazione integrata ambientale L.R. 11 ottobre 2004, n. 21. Titolo III – Procedura di VIA relativa al progetto denominato “Impianto di produzione biometano”, ubicato in Comune di Sant'Agata Bolognese, in Via Romita n° 1. Avviso di deposito della documentazione integrativa al progetto già pubblicato nel BURER-T n. 255 del 7 ottobre 2015

L'Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, su proposta di ARPAE - SAC di Bologna a cui è demandata l'istruttoria tecnica per la procedura in oggetto, avvisa che, ai sensi dell'art. 15 bis, comma 3 della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9, non ché ai sensi del D.Lgs. 29 dicembre 2003 n. 387 e della L.R. 11 ottobre 2004 n. 21, sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali integrativi per l’effettuazione della procedura di VIA, relativa al progetto di seguito indicato.

  • Denominazione del progetto: I mpianto di produzione biometano
  • Proponente: HERAMBIENTE SpA
  • Localizzato in Comune di Sant'Agata Bolognese, nella Provincia di Bologna

Il progetto appartiene alla categoria, di cui agli Allegati A e B alla L.R. 9/1999, B.2.68: “Modifiche o estensioni di progetti di cui all’allegato A.2 o all’allegato B.2 già autorizzati, realizzati o in fase di realizzazione, che possono avere notevoli ripercussi oni negative sull’ambiente (modifica o estensione non inclusa nell’allegato A.2) ”, i n quanto modifica di impianto esistente rientrante nella categoria A.2.6: “Discariche di rifiuti urbani non pericolosi con capacità complessiva superiore a 100.000 mc (operazioni di cui all'allegato B, lettere D1 e D5, della parte quarta del decreto legislativo n. 152 del 2006); discariche di rifiuti speciali non pericolosi (operazioni di cui all'allegato B, lettere D1 e D5, della parte quarta del decreto legislativo n. 152 del 2006), ad esclusione delle discariche per inerti con capacità complessiva sino a 100.000 mc”. Il progetto è assoggettato volontariamente alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, ai sensi dell'art. 4 bis, comma 2, lettera b) della LR 9/99.

Le principali modifiche e integrazioni apportate al progetto e al SIA riguardano:

  • aumento della produzione di biometano, da 6.000.000 a 7.400.000 Nm3/a, a fronte degli approfondimenti del livello progettuale;
  • nuovo fabbricato C21 (Capannone Filtro Ricezione) con la funzione di “avanfossa” rispetto al fabbricato C22 allo scopo di minimizzare le emissioni odorigene;
  • raddoppio della linea di pretrattamento del materiale, senza alterare la potenzialità ma al fine migliorare flessibilità e affidabilità impiantistica;
  • copertura del piazzale di ricezione del legno esistente;
  • sostituzione della vasca di raccolta del percolato con un parco serbatoi;
  • modifica della gestione delle acque del nuovo piazzale;
  • aggiornamento della documentazione relativa alla variante urbanistica, al l’autorizzazione paesaggistica e al permesso di costruire;
  • inserimento della documentazione inerente alla sismica.

Gli elaborati integrativi presentati dal proponente, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas ).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n. 8, 40127 - Bologna;
  • Città metropolitana di Bologna, Servizio Amm.vo Pianificazione Territoriale - Via Zamboni 13, 40126 - Bologna;
  • Comune di Sant'Agata Bolognese, Via 2 Agosto 1980, n. 118;

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le osservazioni devono essere presentate anche alla struttura preposta alle autorizzazioni e concessioni dell’ARPAE al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoobo@cert.arpa.emr.it

Ai sensi della L.R. 9/1999, e secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale conclusione positiva della presente procedura di VIA comprende e sostituisce le seguenti autorizzazioni e atti di assenso:

  • Autorizzazione integrata ambientale
  • Autorizzazione paesaggistica
  • Permesso di costruire

Avvisa inoltre che: ai sensi dell’articolo 17, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, la Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) positiva per le opere in argomento, potrà costituire variante allo strumento urbanistico dei Comune di Sant'Agata Bolognese.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it