E-R | BUR

n.330 del 11.12.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

Bilancio di previsione 2017 - 2019 - Prelievo dal Fondo di riserva per spese impreviste. Variazioni al Bilancio di previsione, Documento tecnico d'accompagnamento e al Bilancio finanziario gestionale

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) e successive modificazioni e integrazioni;

Considerati in particolare:

  • l’articolo 48 che disciplina le modalità e i limiti del prelievo di somme dai fondi di riserva;
  • l’articolo 51 che disciplina le variazioni del bilancio di previsione, del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio gestionale;

Viste:

  • la Legge regionale 23 dicembre 2016, n. 27 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019” in particolare l’allegato n. 13 “Elenco delle spese che possono essere finanziate con il fondo di riserva per spese impreviste;
  • la Legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” per quanto applicabile;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 2338 del 21 dicembre 2016 avente ad oggetto “Approvazione del Documento Tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017 – 2019”;
  • la Legge Regionale 1 agosto 2017, n. 19 “Assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017 – 2019”;
  • la deliberazione n. 1179 del 02 agosto 2017 avente ad oggetto “Aggiornamento del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019”;

Viste le seguenti note ricevute dell’Assessore Difesa del Suolo e della Costa, Protezione Civile, Politiche Ambientali e della Montagna:

a) nota protocollo NP/2017/24667 del 13 novembre 2017 relativa alla segnalazione pervenuta all’Agenzia regionale per la sicurezza e la protezione civile con la quale si segnala una situazione di rischio per la pubblica incolumità avente un impatto su una porzione estesa del territorio;

La segnalazione riguarda il rischio di interruzione del transito del ponte sul Rio Sologno della strada provinciale SP 108 “Castelnovo né Monti – Bondolo – Carù, che attualmente è gravato da divieto di transito per mezzi con massa a pieno carico superiori a 3,5 tonnellate e per i mezzi aventi lunghezza maggiore di 2,20 metri, oltre ad avere la limitazione di transito a senso unico alternato “a vista” e limite di percorrenza a 30km/h;

La strada è da considerarsi strategica ai fini del soccorso pubblico e la sua chiusura comporterebbe aggravio agli interventi di pubblico soccorso per le località di Ligonchio, Cerre Sologno, Villa Minozzo, verso Castelnuovo né Monti. In particolare verrebbe a mancare il collegamento diretto di tali località con l’ospedale di Castelnuovo né Monti, comportando aggravamento e aumenti di rischio legati alle normali attività di soccorso sanitario;

La provincia di Reggio Emilia ha elaborato un progetto per un intervento urgente che permette l’apertura del transito del ponte, secondo le normative vigenti;

Nella nota su menzionata si richiede il prelievo dal Fondo Spese Impreviste capitolo U85200 “FONDO PER LE SPESE IMPREVISTE” del Bilancio di previsione dell'esercizio in corso, afferente alla Missione 20 “Fondi e accantonamenti” – Programma 1 “Fondo di riserva”, per integrare, il capitolo di spesa U47315 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE ALL'AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI SOGGETTI COMPONENTI DEL SISTEMA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE PER L'ESECUZIONE DI INTERVENTI INDIFFERIBILI E URGENTI IN ATTUAZIONE DELL'ART.10 DELLA L.R.1/2005 E DI INTERVENTI URGENTI IN CASO DI CRISI E DI EMERGENZE POTENZIALI O IN ATTO (ARTT. 8, 9 E 10, L.R. 7 FEBBRAIO 2005, N.1)” che attualmente presenta risorse finanziarie insufficienti;

b) nota protocollo NP/2017/25757 del 24 novembre 2017 relativa a tre segnalazioni.

La prima del Presidente della Provincia di Parma, riguardante il grave disagio per la popolazione e le imprese locali nel territorio dei comuni di Colorno e Torrile derivante dalla chiusura al traffico del ponte di attraversamento del fiume Po lungo la S.P. 343R “Asolana” realizzato tra le province di Parma e Cremona. Tale chiusura imprevista, disposta a seguito di constatazione di lesioni sugli elementi strutturali dell’impalcato tali da compromettere la sicurezza della circolazione, condiziona pesantemente le esigenze di spostamento delle persone e delle merci tra le due sponde del fiume Po determinando gravi conseguenze di carattere socio-economico per le aree della fascia rivierasca. La segnalazione riguarda l’attivazione urgente dei servizi di trasporto pubblico aggiuntivi ritenuti indispensabili per le esigenze lavorative e scolastiche.

La seconda situazione riguarda la crisi di approvvigionamento idropotabile nel territorio delle province di Parma e Piacenza per contrastare la quale è stata emanata apposita ordinanza del Capo del Dipartimento di Protezione Civile n. 468 del 21 luglio 2017. In attuazione del Piano dei primi interventi urgenti di protezione civile di cui all’Ordinanza sopra citata, è stato necessario porre in essere deroghe al deflusso minimo vitale sui corsi d’acqua ricadenti in zone SIC e ZPS ed in aree parco, la cui valutazione di incidenza negativa richiede interventi urgenti di comprensione ambientale.

La terza situazione riguarda gli effetti della nevicata che ha interessato parte del territorio regionale il 13 novembre 2017, che ha provocato, soprattutto nell’area collinare e montana, gravi situazioni di disagio per interruzione alla viabilità, alla erogazione dell’energia elettrica e dell’acqua potabile.

Nella seconda nota su menzionata si richiede il prelievo dal Fondo Spese Impreviste capitolo U85200 “FONDO PER LE SPESE IMPREVISTE” del Bilancio di previsione dell'esercizio in corso, afferente alla Missione 20 “Fondi e accantonamenti” – Programma 1 “Fondo di riserva”, per integrare, il capitolo di spesa U47307 “CONTRIBUTI ALL'AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE COMPONENTI DEL SISTEMA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE PER L'ATTUAZIONE DELLE FINALITA' PREVISTE DALLA L.R. 1/2005 (ART.24, COMMA 1, LETT.A), L.R. 7 FEBBRAIO 2005, N.1)” che attualmente presenta risorse finanziarie insufficienti.

Ritenuto di dover provvedere alle relative variazioni di bilancio;

Richiamate le seguenti deliberazioni:

- n. 2416/2008 ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;

- n. 66 del 25 gennaio 2016 avente ad oggetto: “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018” e ss.mm. e integrazioni;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 “Attuazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 avente ad oggetto “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle direzioni generali - agenzie - istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;

- n. 89 del 30 gennaio 2017 avente ad oggetto “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della corruzione 2017-2019”;

- n. 468 del 10 aprile 2017 avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”. 

Dato atto dei pareri allegati; 

Su proposta dell’Assessore al Bilancio, Riordino istituzionale, Risorse Umane e pari opportunità;

A voti unanimi e palesi

delibera

sulla base della richiesta di variazione di bilancio citata in premessa e che qui si intende integralmente richiamata: 

1. di apportare al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2017 – 2019 le variazioni alle missioni e ai programmi indicati nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di apportare al Documento tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione 2017-2019 le variazioni ai capitoli afferenti le missioni e i programmi indicati nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;

3. di apportare al Bilancio finanziario gestionale 2017-2019 le variazioni ai capitoli afferenti le missioni e i programmi indicati nell’Allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto;

4. di allegare al presente provvedimento di variazione il prospetto di cui all’allegato 8 al Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118, da trasmettere al Tesoriere (Allegato 4 parte integrante e sostanziale del presente atto);

5. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

6. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it