E-R | BUR

n.226 del 26.08.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

FEP 2007-2013 - Reg (CE) n. 1198/2006 - Asse 1 Misura 1.1. Arresto definitivo delle imbarcazioni da pesca della regione Emilia-Romagna. Concessione del premio al beneficiario Benvenuti Ernestino

IL RESPONSABILE

Richiamati:

- il Regolamento (CE) n. 1198/2006 del Consiglio, del 27 luglio 2006, relativo al Fondo Europeo per la Pesca (FEP), ed in particolare gli articoli 21 e 23;

- il Regolamento (CE) n. 498/2007 della Commissione, del 26 marzo 2007, recante modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1198/2006 del Consiglio relativo al Fondo Europeo per la Pesca, modificato dal Regolamento (CE) n. 1249/2010 della Commissione, ed in particolare l’articolo 4;

- il Programma Operativo relativo all’intervento comunitario del Fondo Europeo per la Pesca in Italia per il periodo di programmazione 2007–2013, approvato dalla Commissione europea, da ultimo, con Decisione C(2014)5164 del 18 luglio 2014;

- l’Accordo Multiregionale stipulato tra il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MiPAAF) e le Regioni finalizzato all’attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal FEP;

- le deliberazioni della Giunta regionale:

  • n. 2105 del 9 dicembre 2008 con cui si è provveduto a dare attuazione al citato Programma Operativo per la parte delegata alla Regione Emilia-Romagna quale Organismo Intermedio;
  • n. 487 dell’8 marzo 2010 di approvazione della Convenzione – poi stipulata in data 15 marzo 2010 – tra MiPAAF, quale Autorità di Gestione nazionale, e Regione Emilia-Romagna, quale Organismo Intermedio, per l’esercizio delle funzioni delegate nell’ambito delle Misure di competenza regionale definite nel predetto Accordo;
  • n. 1343 del 19 settembre 2011 concernente le determinazioni in ordine al subentro del Referente dell’Autorità di Gestione nazionale per l’esercizio delle funzioni delegate alla Regione;

Visti:

- il Piano di adeguamento dello sforzo di pesca della flotta italiana, periodo 2010-2013, adottato, ai sensi dell'art. 21 del Regolamento (CE) n. 1198/2006, con decreto direttoriale MiPAAF n. 5 del 19 maggio 2011;

- la propria nota protocollo n. PG/2012/0258603 del 6 novembre 2012 con la quale è stata comunicata alla Direzione Generale della Pesca marittima e dell'Acquacoltura del MiPAAF la volontà di destinare risorse previste per interventi di competenza regionale dell'Asse 1, pari ad Euro 2.000.000,00 (di cui 1.000.000,00 di quota comunitaria, 800.000,00 di quota statale e 200.000,00 di quota regionale), al pagamento del ‘premio’ previsto dalla Misura 1.1 “Arresto definitivo” di cui al citato Reg. (CE) n. 1198/2006, di competenza dell’Autorità di gestione nazionale;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1738 del 19 novembre 2012, con la quale è stato approvato lo schema di atto aggiuntivo – poi sottoscritto in data 18 dicembre 2012 - ad integrazione alla citata Convenzione stipulata il 15 marzo 2010 e con il quale sono stati disciplinati i rapporti per l'attuazione di un bando straordinario nell’ambito della Misura 1.1 per la demolizione delle imbarcazioni emiliano-romagnole del segmento piccolo strascico costiero;

Visti, inoltre:

- il Decreto del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali del 27 dicembre 2012 (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 74 del 28 marzo 2013) di attuazione della Misura 1.1 “Arresto definitivo” mediante demolizione - ai sensi degli artt. 21 e 23 del Reg. (CE) n. 1198 del Consiglio del 27 luglio 2006 ed in esecuzione del Piano di adeguamento citato nel medesimo decreto - delle imbarcazioni da pesca della regione Emilia-Romagna con premio destinato ai proprietari delle imbarcazioni di lunghezza fuori tutto pari o inferiore a 15 metri, iscritte nei Compartimenti marittimi della regione Emilia-Romagna (Ravenna e Rimini) ed autorizzati all'esercizio dell'attività di pesca con gli attrezzi ricompresi nel sistema strascico;

- il Decreto del Direttore Generale della Pesca marittima e dell'Acquacoltura del MiPAAF n. 18 del 13 gennaio 2014 (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 49 del 28 febbraio 2014) di approvazione della graduatoria - formulata in esito all'istruttoria svolta dall'Ufficio Marittimo di iscrizione dell'imbarcazione - delle istanze di arresto definitivo presentate in esito al Bando di cui al predetto D.M. 27 dicembre 2012;

Atteso che:

  • il richiamato D.M. 27 dicembre 2012 declina tra l’altro, all'art. 4, le procedure amministrative che competono ai diversi soggetti pubblici coinvolti nell'attuazione del Bando di che trattasi (MiPAAF – Direzione Generale della Pesca marittima e dell'Acquacoltura, Ufficio Marittimo di iscrizione dell'imbarcazione e Regione), al fine di pervenire alla concessione ed all'erogazione, agli aventi diritto e nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, del premio per l'arresto definitivo;
  • il comma 3, seconda parte, del citato art. 4 ed il comma 2 dell'art. 2 del già richiamato Decreto n. 18/2014 prevedono che la Regione, successivamente alla pubblicazione della graduatoria degli ammessi, provveda alla concessione dei premi secondo l’ordine della graduatoria stessa fino all’esaurimento delle risorse disponibili nonché all’invio del relativo atto all’Ufficio Marittimo di iscrizione dell’unità e per conoscenza al Ministero;
  • il comma 5, ultima parte, del più volte citato art. 4 prevede che la Regione provveda, esauriti gli adempimenti ivi previsti di competenza degli altri soggetti pubblici coinvolti, a predisporre il decreto di liquidazione nonché i relativi pagamenti;

Atteso che - in conformità a quanto stabilito dalla delibera CIPE del 23 novembre 2007 n. 124 “Definizione dei criteri di cofinanziamento nazionale per gli interventi del Fondo Europeo per la Pesca (FEP), di cui al Reg. CE n. 1198/2006, per il periodo di programmazione 2007/2013” - il premio è suddiviso come segue:

  • quota FEP, pari al 50% dell’importo concesso;
  • quota Fondo di Rotazione, pari al 40% dell’importo concesso;
  • quota Regionale, pari al 10% dell’importo concesso;

Dato atto che, con propria determinazione n. 5694 del 29 aprile 2014, si è tra l’altro provveduto:

  • alla presa d’atto della graduatoria approvata con il citato Decreto n. 18/2014 riportandola all'Allegato A) della medesima determinazione contenente, tra l’altro, l’ammontare del premio determinato, secondo quanto previsto all’art. 2, comma 1, del più volte citato Decreto n. 18/2014, con il supporto delle componenti applicative del sistema informativo SIPA – Sistema Italiano della Pesca e dell’Acquacoltura;
  • alla concessione dei premi nei confronti dei beneficiari collocati nelle prime 25 posizioni in graduatoria, per un importo concesso pari ad Euro 1.959.530,00, ed alla contestuale assunzione dei connessi impegni di spesa;

Dato atto altresì che con propria determinazione n. 6290 del 21 maggio 2015, si è provveduto, tra l'altro:

  • allo scorrimento della graduatoria mediante concessione di premi nei confronti dei beneficiari collocati dalla posizione 26 alla posizione 45, ammontanti a complessivi Euro 1.253.130,00 ed alla contestuale assunzione dei connessi impegni di spesa;

Dato atto inoltre che con propria determinazione n. 8275 del 3 luglio 2015, si è provveduto, tra l'altro:

  • allo scorrimento della graduatoria mediante concessione di premi nei confronti dei beneficiari collocati dalla posizione 46 alla posizione 53, ammontanti a complessivi Euro 295.660,00 ed alla contestuale assunzione dei connessi impegni di spesa;
  • a rinviare a successivo atto ogni determinazione in merito alla concessione in favore del soggetto collocato alla posizione n. 51 - “Benvenuti Ernestino”, in attesa degli esiti delle verifiche, anche con i competenti Ministero e Autorità Marittime, atte a definire le condizioni di finanziamento e l’esatta identificazione del soggetto di cui sopra;
  • a mantenere in disponibilità le risorse corrispondenti al premio eventualmente spettante al soggetto Benvenuti Ernestino, ammontante a complessivi Euro 27.120,00;

Dato atto che l'art. 4, comma 4, del D.M. 27/12/2012 stabilisce quanto segue:

  • “Il termine per la restituzione all'Ufficio Marittimo di iscrizione del titolo abilitativo alla pesca è fissato in 15 giorni a far data dalla notifica della concessione”, effettuata dal medesimo Ufficio Marittimo;
  • “La mancata restituzione del titolo, entro il termine perentorio suindicato, comporta l'archiviazione della domanda senza preavviso, ai sensi della Legge n. 241 del 1990 e successive modificazioni”;

Visti:

- la L.R. 15 novembre 2011, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”, per quanto applicabile;

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- la L.R. 30 aprile 2015, n. 3 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale di previsione 2015 e del bilancio pluriennale 2015-2017 (legge finanziaria 2015)”;

- la L.R. 30 aprile 2015, n. 4 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2015 e bilancio pluriennale 2015-2017”;

Richiamati:

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della Legge 13 agosto 2010 n. 136”;

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”, ed in particolare l’articolo 11;

Considerato:

- che le verifiche relative al soggetto collocato alla posizione n. 51 - Benvenuti Ernestino, effettuate anche con i competenti Ministero e Autorità Marittime, hanno consentito di appurare che, nonostante la cessazione dell'impresa di pesca riscontrata da visura camerale, il soggetto medesimo, inteso come persona fisica, proprietario del natante “Pantera Rosa”, n. UE 12153, targa 5RA1562 ha mantenuto ugualmente il diritto alla concessione del premio;

- che le risorse corrispondenti al premio spettante al beneficiario Benvenuti Ernestino, ammontante a complessivi Euro 27.120,00, erano già state mantenute in disponibilità nei capitoli:

  • 78604 – 50% Quota FEP - “Contributi a imprese singole e associate per la realizzazione dell'Asse 1 ‘Adeguamento della flotta da pesca comunitaria’ - Programma Operativo FEP 2007/2013 - Asse 1 (Reg. (CE) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792) - Mezzi UE”;
  • 78606 – 40% Quota Fondo di Rotazione - “Contributi a imprese singole e associate per la realizzazione dell'Asse 1 ‘Adeguamento della flotta da pesca comunitaria’ - Programma Operativo FEP 2007/2013 - Asse 1 (Reg. (CE) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792) - Mezzi Statali”;
  • 78602 – 10% Quota Regionale - “Contributi a imprese singole e associate per la realizzazione dell'Asse 1 ‘Adeguamento della flotta da pesca comunitaria’ - Programma Operativo FEP 2007/2013 - Asse 1 (Reg. (CE) 1198/2006; Decisione (CE) C(2007)6792) – Quota Regionale”;

- che, per consentire la corretta imputazione delle risorse nel rispetto della codificazione prevista dal D.Lgs. 118/2011 e ss.mm. in relazione alla natura del beneficiario, è necessario apportare la necessaria variazione al bilancio per l’esercizio in corso tramite storno dell’importo destinato al finanziamento del premio di che trattasi dai citati capitoli 78604, 78606 e 78602 a capitoli compatibili;

- che - stante l’approssimarsi della scadenza del 31 dicembre 2015 quale data entro cui effettuare i pagamenti del premio relativo all'asse 1, Mis. 1.1. ed al fine di non arrecare danno al beneficiario del contributo qui in esame – è opportuno provvedere con il presente atto alla concessione del contributo spettante rinviando l’assunzione del connesso impegno di spesa all’avvenuta approvazione della predetta variazione al bilancio;

Ritenuto, pertanto, di provvedere con il presente atto:

- a concedere il premio al beneficiario situato in posizione n. 51 della graduatoria: Benvenuti Ernestino, numero identificativo progetto 14/AD/13/ER, c.f. BNVRST44S19E107J, Via Ariano Turra 5 - 44020 Goro (FE) Natante: Pantera Rosa n. UE 12153 – targa 5RA1562 (CUP E63G15000160009) per complessivi Euro 27.120,00 suddivisi come segue:

  • Quota FEP – euro 13.560,00,
  • Quota Fondo di rotazione euro 10.848,00,
  • Quota regionale euro 2.712,00,
  • a rinviare l’assunzione del connesso impegno di spesa all’avvenuta approvazione della variazione al bilancio dell’esercizio in corso;

Richiamati:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni” e s.m.;

- le deliberazioni della Giunta regionale:

  • n. 1621 dell’11 novembre 2013 avente per oggetto “Indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33”;
  • n. 57 del 26 gennaio 2015 recante “Programma per la trasparenza e l'integrità. Approvazione aggiornamento per il triennio 2015-2017”;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

- le deliberazioni delle Giunta regionale:

  • n. 2416 in data 29 dicembre 2008, recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007." e successive modifiche;
  • n. 1057 del 24 luglio 2006 e successive modifiche, con la quale è stato dato corso alla prima fase di riordino delle strutture organizzative, n. 1663 del 27 novembre 2006 e n. 1950 del 13 dicembre 2010 con le quali sono stati modificati l’assetto di alcune Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente nonché l’assetto delle Direzioni generali delle Attività produttive, commercio e turismo e dell’Agricoltura;
  • n. 335 del 31 marzo 2015 recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti e prorogati nell’ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto”;

Attestata, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 e s.m.i., la regolarità del presente atto;

determina:

1. di richiamare integralmente le considerazioni formulate in premessa, che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2. di concedere il premio ammontante a Euro 27.120,00 al beneficiario: Benvenuti Ernestino, numero identificativo progetto 14/AD/13/ER, c.f. BNVRST44S19E107J, Via Ariano Turra 5 - 44020 Goro (FE) Natante: Pantera Rosa n. UE 12153 – targa 5RA1562 (CUP E63G15000160009);

3. di rinviare l’assunzione del connesso impegno di spesa all’avvenuta approvazione della variazione al bilancio dell’esercizio in corso;

4. di dare atto, secondo quanto espressamente previsto all’art. 4 del D.M. 27 dicembre 2012:

  • che il beneficiario di cui al punto 2 entro 15 giorni decorrenti dalla notifica del presente provvedimento a cura dell’Ufficio Marittimo presso il quale l’imbarcazione è iscritta, dovrà restituire all’Ufficio medesimo il titolo abilitativo alla pesca, pena l’archiviazione della domanda, senza preavviso, ai sensi della Legge n. 241 del 1990 e successive modificazioni;
  • che la riconsegna del titolo è atto irrevocabile ed il titolo sarà annullato;
  • che il predetto beneficiario entro i successivi 4 mesi, decorrenti dalla data di riconsegna del titolo abilitativo alla pesca, fatta salva una sola proroga di trenta giorni, dovrà procedere alla demolizione dell’imbarcazione, pena la perdita del diritto al premio;

5. di dare atto che, per quanto non espressamente previsto dal presente provvedimento, si rinvia a quanto disciplinato nei più volte citati D.M. 27 dicembre 2012 e Decreto direttoriale n. 18 del 13 gennaio 2014;

6. di dare atto inoltre che, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e s.m. nonché sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti contenuti nelle deliberazioni di Giunta regionale n. 1621/2013 e n. 57/2015, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati ai fini dell’efficacia del contributo qui concesso;

7. di trasmettere, tramite posta elettronica certificata, il presente provvedimento:

  • all'Ufficio Marittimo di iscrizione dell'imbarcazione di cui al punto 2, per i successivi adempimenti di competenza;
  • al Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali – Direzione Generale della Pesca marittima e dell'Acquacoltura, per conoscenza;

8. di disporre la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che si provvederà a darne la più ampia diffusione anche sul portale ermesagricoltura della Regione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it