E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Proroga della "Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2" ed aggiornamento della relativa composizione stabilita con la determinazione n. 17983/2020

IL DIRETTORE

Richiamata la propria Determinazione n. 1800 del 3 febbraio 2020 avente per oggetto la costituzione dell’Unità di Crisi Regionale per l’attuazione delle indicazioni ministeriali sulla sorveglianza e controllo del nuovo Coronavirus (2019-nCoV);

Richiamata la successiva propria Determinazione n. 17983 del 16 ottobre 2020 avente per oggetto “Costituzione della Cabina di Regia Regionale SARS-COV-2- modifica della composizione e della denominazione del Gruppo di lavoro istituito con la determinazione n. 1800/2020”;

Richiamata, infine, la successiva propria Determinazione n. 14181 del 27 luglio 2021 avente per oggetto “Proroga della “Cabina di Regia Regionale SARS-COV-2” ed integrazione della relativa composizione stabilita con la determinazione n. 17983/2020”;

Dato atto dei positivi risultati prodotti dalla citata Cabina di Regia Regionale che ha contribuito ad una corretta ed uniforme attuazione delle misure di sorveglianza e di controllo dell’epidemia da SARS-CoV-2, alla definizione degli indirizzi regionali, alla condivisione e diffusione di esperienze, conoscenze e buone prassi di lavoro;

Visto il Decreto-Legge 24 dicembre 2021, n. 221 avente ad oggetto “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19” che ha prorogato lo stato di emergenza al 31 marzo 2022;

Considerato che:

- l’evoluzione della situazione epidemiologica sta facendo registrare un incremento del numero dei casi rilevati nel territorio nazionale e regionale, anche in considerazione del diffondersi della nuova variante Omicron;

- il perdurare della stagione invernale, caratterizzata da una aumentata circolazione di altri patogeni respiratori come i virus influenzali, sta determinando maggiori difficoltà nella gestione e nel contrasto alla diffusione della sindrome da SARS-CoV-2;

Valutata la necessità:

- di verificare e rafforzare l’attività di preparazione del sistema sanitario regionale agli scenari epidemici che potrebbero delinearsi nei prossimi mesi, definendo e predisponendo gli strumenti e le modalità per attuare le necessarie misure di contrasto e di contenimento dell’epidemia in relazione alla classificazione regionale del rischio;

- di assicurare la corretta, uniforme e tempestiva applicazione delle indicazioni ministeriali ai fini della sorveglianza e del controllo del SARS-CoV-2;

- di definire degli indirizzi e delle indicazioni per attuare delle ulteriori misure a livello regionale e locale per prevenire e contenere la diffusione del SARS-CoV-2 in relazione all’evoluzione del quadro epidemiologico;

- di rafforzare e qualificare ulteriormente le misure di sorveglianza sanitaria già adottate;

- di assicurare una risposta coordinata ed unitaria del sistema sanitario regionale all’epidemia in corso;

Ravvista la necessità di continuare ad avvalersi delle competenze specialistiche e dell’esperienza nelle specifiche materie e negli ambiti professionali e lavorativi dei professionisti presenti nella Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2 così denominata con la determinazione n. 17983/2020 sopra citata, e successivamente integrata con la determinazione n. 14181 del 27 luglio 2021 avente per oggetto “Proroga della “Cabina di Regia Regionale SARS-COV-2” ed integrazione della relativa composizione stabilita con la determinazione n. 17983/2020”;

Stabilito che la Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2 continuerà a costituire un supporto tecnico-scientifico in sede:

- di individuazione delle modalità per assicurare un’efficace applicazione delle indicazioni ministeriali e delle misure nazionali;

- di adozione degli indirizzi e delle indicazioni regionali necessarie per la complessiva gestione dell’emergenza da SARS-CoV-2 in ambito ospedaliero, territoriale e della prevenzione;

- di elaborazione di proposte operative, di linee guida e di protocolli di sicurezza per il contrasto al contagio da SARS-CoV-2 per quanto attiene alle materie sanitarie e socio-sanitarie e per il supporto alla complessiva gestione delle attività produttive, economiche, ricreative, sociali, scolastiche e sportive limitatamente agli aspetti di competenza;

Dato atto:

- che la Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2 sarà composta da professionisti di questa Direzione Generale, dell’Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale, delle Aziende sanitarie regionali e da esperti, così come indicati nel punto 2 della parte dispositiva;

- che è stata acquisita per le vie brevi, stante l’urgenza di procedere alla costituzione, la disponibilità personale dei professionisti che costituiranno la Cabina di Regia, nonché l’autorizzazione da parte dei rispettivi Enti di appartenenza;

- che la Cabina di Regia potrà avvalersi di ulteriori professionalità in relazione a specifiche esigenze;

- che la Cabina di Regia concluderà la propria attività entro il 30 giugno 2022, salvo eventuali proroghe da valutare in relazione all’evoluzione dello stato di emergenza;

Valutato di mantenere la funzione di Coordinatore della suddetta Cabina di Regia al dott. Giuseppe Diegoli, Responsabile del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica di questa Direzione Generale e di confermare la designazione in qualità di sostituto Coordinatore della Dott.ssa Giovanna Mattei del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica di questa Direzione Generale;

Visti:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 111 del 28 gennaio 2021 recante “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza anni 2021 - 2023”;

Richiamate:

- le deliberazioni della Giunta regionale n. 193 del 27 febbraio 2015, n. 516 dell’11 maggio 2015, n. 628 del 29 maggio 2015, n. 1026 del 27 luglio 2015, n. 2185 del 21 dicembre 2015, n. 2189 del 21 dicembre 2015, n. 56 del 25 gennaio 2016, n. 270 del 29 febbraio 2016, n. 622 del 28 aprile 2016, n. 1107 dell'11 luglio 2016, n. 2344 del 21 dicembre 2016, n. 3 dell’11 gennaio 2017, n. 578 del 5 maggio 2017, n. 52 del 22 gennaio 2018 e n. 1059 del 3 luglio 2018, relative alla riorganizzazione dell’Ente Regione e alle competenze dirigenziali;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni, per quanto applicabile;

- la deliberazione n. 2018 del 28 dicembre 2020, avente ad oggetto: “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43, della L.R. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1123 del 16 luglio 2018 avente ad oggetto: “Attuazione Regolamento (UE) 2016/679: definizione di competenze e responsabilità in materia di protezione dei dati personali. Abrogazione Appendice 5 della delibera di Giunta regionale n. 2416/2008 e ss.mm.ii.”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 468 del 10 aprile 2017 avente ad oggetto: “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”, ed in particolare gli artt. 21 e 22 dell’Allegato A), parte integrante e sostanziale della deliberazione medesima;

- le Circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della deliberazione n. 468/2017;

- la determinazione dirigenziale n. 21417 del 27 novembre 2020 avente ad oggetto “Deleghe a Dirigente Professional assegnata funzionalmente al Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica e nomina Responsabili di Procedimento”;

Richiamato altresì l’art. 40, comma 1, lettera m) della L.R. n. 43/2001 e ss.mm. che attribuisce al Direttore generale la competenza alla costituzione di temporanei Gruppi di lavoro;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestato che la sottoscritta dirigente non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina 

1. di prorogare la “Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2”, per le motivazioni e con i compiti esposti in premessa, che qui si intendono interamente richiamati;

2. di confermare la seguente composizione della sopra citata Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2, aggiornata unicamente con la mancata conferma di una componente ora in quiescenza:

- Giuseppe Diegoli, Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica – Regione Emilia-Romagna - Coordinatore;

- Giovanna Mattei, Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica – Regione Emilia-Romagna – sostituto Coordinatore;

- Raffaella Angelini, Azienda USL della Romagna;

- Vanni Agnoletti, Azienda USL della Romagna;

- Carlo Biagetti, Azienda USL della Romagna;

- Simona Di Mario, Servizio Assistenza Territoriale – Regione Emilia-Romagna;

- Fabia Franchi, Servizio Assistenza Territoriale – Regione Emilia-Romagna;

- Vittorio Lodi, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna;

- Andrea Magnacavallo, Azienda USL di Piacenza;

- Anna Maria Marata, Azienda USL di Modena;

- Marco Massari, Azienda USL Reggio Emilia;

- Maria Luisa Moro, Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale;

- Stefano Nava, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna;

- Fausto Nicolini, esperto;

- Antonio Pastori, Servizio Assistenza Ospedaliera – Regione Emilia-Romagna;

- Venerino Poletti, Azienda USL della Romagna;

- Vito Marco Ranieri, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna;

- Maurizia Rolli, Servizio Assistenza Ospedaliera – Regione Emilia-Romagna;

- Franco Romagnoni, Azienda USL Ferrara;

- Vittorio Sambri, Azienda USL della Romagna;

- Pierluigi Viale, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna;

3. di stabilire che la suddetta Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2 potrà avvalersi di ulteriori professionalità in relazione a specifiche esigenze;

4. di mantenere il coordinamento della Cabina di Regia regionale di cui al punto 2. al Dott. Giuseppe Diegoli, Responsabile del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare;

5. di confermare la designazione in qualità di sostituto Coordinatore della Cabina di Regia regionale di cui al punto 2. la Dott.ssa Giovanna Mattei del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare;

6. di stabilire che la Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2 concluda la propria attività entro il 30 giugno 2022, salvo eventuali proroghe da valutare in relazione all’evoluzione dello stato di emergenza sul territorio nazionale e che presenti a questa Direzione Generale delle relazioni periodiche sulla attività svolta;

7. di dare atto che a seguito della costituzione della sopra citata Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2 non sono previsti oneri a carico del bilancio regionale;

8. di trasmettere, per opportuna conoscenza, il presente atto ai componenti della Cabina di Regia regionale SARS-CoV-2 ed ai rispettivi Enti di appartenenza;

9. di provvedere alla pubblicazione del presente atto, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.Lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii., secondo quanto previsto nel Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (PTPC);

10. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT). 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it