E-R | BUR

n.314 del 02.12.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Esproprio a favore del Comune di Ravenna, ex art. 22 DPR 327/01, di aree necessarie per la realizzazione di una pista ciclabile in Via Romea Vecchia a Classe

Si rende noto che, con decreto dell'Autorità Espropriante n. 5 del 20/11/2015, di cui si riporta il seguente estratto, è stato disposto:

- di espropriare ex art. 22 del DPR 327/01, a favore del Comune di Ravenna, le seguenti aree necessarie per la realizzazione di una pista ciclabile in Via Romea Vecchia a Classe:

1) Ditta proprietaria secondo i registri catastali: Mariani Silvano

Aree oggetto di esproprio:

CF del Comune di Ravenna - Sezione Ravenna - Foglio 164 - Mappale 624 (ex map.3) di mq. 71

Indennità provvisoria determinata in via urgente: Mq. 71 x €/mq 15,00 = €. 1.065,00

CT del Comune di Ravenna - Sezione Ravenna - Foglio 164 - Mappale 626 (ex map. 376) di mq. 221,00

Indennità provvisoria determinata in via urgente: Mq. 221,00 x €/mq 6,00 = €. 1.326,00

Per un totale complessivo di €. 2.391,00

2) Ditta proprietaria secondo i registri catastali: Maccapani Ugolina (prop. 2/6), Marzola Claudio (prop. 1/6), Marzola Enrica (prop. 1/6), Marzola Gianfranca (prop. 1/6) e Marzola Lucia (prop. 1/6)

Area oggetto di esproprio: C.T. del Comune di Ravenna - Sezione Ravenna - Foglio 164 - Mappale 628 (ex map. 533) di mq. 385

Indennità provvisoria determinata in via urgente: Mq. 385 x €/mq 6,00 = €. 2.310,00

3) Ditta proprietaria secondo i registri catastali: G.P. S.R.L.

Area oggetto di esproprio: C.T del Comune di Ravenna - Sezione Ravenna - Foglio 164 - Mappale 629 (ex map. 524) di mq. 113

Indennità provvisoria determinata in via urgente: Mq. 113 x €/mq 6,00 = €. 678,00

- il passaggio del diritto di proprietà degli immobili sopra elencati in capo al Comune di Ravenna sotto la condizione sospensiva che il decreto sia notificato ai suddetti soggetti e successivamente eseguito mediante immissione in possesso;

- che l’esecuzione del decreto abbia luogo con il verbale di immissione in possesso e contestuale stato di consistenza dei luoghi entro il termine perentorio di 2 anni dalla data di esecutività dello stesso;

- di pubblicare un estratto del decreto nel Bollettino Ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna, di trascriverlo e volturarlo;

- di dichiarare che il decreto è emanato in regime di efficacia della dichiarazione di pubblica utilità e che il vincolo preordinato all’esproprio è stato apposto con deliberazione di CC del 30/07/15, PG n. 106515/87;

- di notificare il decreto nelle forme degli atti processuali civili alle ditte proprietarie almeno 7 giorni prima della data di immissione in possesso, invitandole a comunicare, entro 30 giorni da questa, se condividono la determinazione urgente dell’indennità nella misura sopra indicata;

- di avvertire che avverso il decreto di esproprio, che costituisce provvedimento definitivo, è ammesso ricorso al TAR Emilia-Romagna oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei termini rispettivamente di 60 giorni o 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza dello stesso.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it