E-R | BUR

n.24 del 05.02.2020 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento autorizzatorio unico di VIA comprensivo del provvedimento di VIA relativo al progetto di "Ristrutturazione impiantistica e aumento di capacità produttiva di stabilimento ceramico esistente" in via Antonellini 70, frazione Molino di Filo, comune di Alfonsine (RA), proposto dalla Società Santa Maria Srl

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

per le ragioni in premessa e con riferimento anche alle valutazioni contenute nel Verbale Conclusivo della Conferenza di Servizi sottoscritto in data 2/12/2019 che costituisce l’Allegato 1 ed è parte integrante e sostanziale della presente delibera che qui si intendono sinteticamente richiamate:

a) di adottare il Provvedimento Autorizzatorio Unico, che comprende il provvedimento di VIA, sulla base del quale sono stati rilasciati titoli abilitativi necessari per la realizzazione e l’esercizio del progetto di ristrutturazione impiantistica con contestuale aumento della capacità produttiva per lo stabilimento ceramico esistente della ditta Santa Maria, in Comune di Alfonsine (RA)costituito dalla determinazione motivata di conclusione positiva della Conferenza di Servizi, ai sensi dell’art. 20, comma 2 della L.R. n. 4/2018;

b) di dare atto che il progetto esaminato risulta ambientalmente compatibile e realizzabile nel rispetto delle condizioni ambientali riportate nel verbale conclusivo della Conferenza di servizi che costituisce l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, di seguito elencate:

1. dovrà essere ridotto il limite di concentrazione per il paramento polveri del 20% su tutti i punti di emissione, ad eccezione di quelli dei forni (E5 e E19). La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna;

2. ci si dovrà avvalere per il trasporto in entrata ed uscita dallo stabilimento di mezzi pesanti almeno Euro IV se di proprietà della ditta. La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna;

3. dovrà essere realizzata n.1 colonnina per la ricarica di veicoli elettrici presso il parcheggio aziendale entro il 2020. La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE Ravenna;

4. alla scadenza dei contratti in essere per il parco veicoli aziendale si dovranno utilizzare auto elettriche/ibride o comunque con livelli di emissione inferiori a 95 g/km di CO2 (limite UE al 2021). La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna;

5. dovrà essere realizzata una nuova vasca di raccolta di almeno 35 m3 delle acque meteoriche entro il 2020. La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna e Ferrara;

6. dovranno essere realizzati, entro e non oltre il 2020, la sostituzione del tetto in eternit e l'installazione impianto fotovoltaico da almeno 100 kWp. La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna;

7. dovranno essere sostituiti, alla scadenza degli attuali contratti di fornitura, i carrelli elevatori diesel con elettrici. La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna;

8. dovranno essere sostituiti entro il 2020 i corpi illuminanti di stabilimento con impianto di illuminazione con tecnologia LED. La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna;

9. dovrà essere installato di un sistema di monitoraggio dello stato energetico dell’azienda in “tempo reale”, al fine di individuare tempestivamente eventuali anomalie. Il monitoraggio dei principali vettori energetici permetterà inoltre di raccogliere elementi indispensabili per fare interventi di efficienza energetica. La verifica di ottemperanza spetta ad ARPAE di Ravenna;

10. dovrà essere presentato ad ARPAE di Ravenna uno studio di fattibilità entro il 2020 per il tema della cogenerazione ad alto rendimento e della conseguente autoproduzione. 

a) di dare atto che la verifica di ottemperanza per le precedenti prescrizioni del Provvedimento di VIA, spetta per quanto di competenza, come specificato nelle singole prescrizioni, a:

  • ARPAE Ravenna;
  • ARPAE Ferrara; 

precisando che laddove la prescrizione non riporti con precisione i tempi e le modalità per le attuazioni della verifica di ottemperanza, la stessa dovrà essere effettuate durante i controlli svolti dall’autorità competente nell’esercizio delle proprie funzioni; 

a) di dare, inoltre, atto che il Provvedimento Autorizzatorio Unico, come precedentemente dettagliato nel dato atto della presente delibera, comprende i seguenti titoli abilitativi necessari alla realizzazione e alla gestione del progetto, che sono parte integrante e sostanziale della presente deliberazione:

1. Provvedimento di Valutazione di impatto ambientale compreso nel Verbale del Provvedimento Autorizzatorio unico sottoscritto dalla Conferenza di Servizi nella seduta conclusiva del 2/12/2019 e che costituisce l’Allegato 1;

2. Provvedimento di Modifica Sostanziale di AIA ai sensi del D.Lgs. n.152/2006 e L.R. n. 21/2004 n. PDET-AMB-2019-5766 del 4/12/2019 rilasciato da ARPAE SAC di Ravenna e che costituisce l’Allegato 2;

3. Concessione all’utilizzazione di acqua pubblica sotterranea per uso industriale ai sensi della R.R. n. 41/2001 rilasciata da ARPAE SAC di Ferrara e che costituisce Allegato 3;

4. Provvedimento di Pre-Valutazione d'Incidenza Ambientale rilasciato dalla Regione Emilia-Romagna e che costituisce l’Allegato 4;

5. Parere favorevole con prescrizione della Provincia di Ferrara e che costituisce Allegato 5;

a) di dare atto che i titoli abilitativi compresi nel Provvedimento autorizzatorio unico regionale sono assunti in conformità delle disposizioni del provvedimento di VIA e delle relative condizioni ambientali e che le valutazioni e le prescrizioni degli atti compresi nel Provvedimento Autorizzatorio Unico sono state condivise in sede di Conferenza di Servizi; tali prescrizioni sono vincolanti al fine della realizzazione e gestione del progetto e dovranno quindi essere obbligatoriamente ottemperate da parte del proponente; la verifica di ottemperanza di tali prescrizioni deve essere effettuata dai singoli enti secondo quanto previsto dalla normativa di settore vigente;

b) di precisare che i termini di efficacia degli atti allegati alla presente delibera decorrono dalla data di approvazione della presente deliberazione;

c) di stabilire l’efficacia temporale per la realizzazione del progetto in 5 anni dalla data di approvazione della presente deliberazione; decorso tale periodo senza che il progetto sia stato realizzato, il provvedimento di VIA deve essere reiterato, fatta salva la concessione, su istanza del proponente, di specifica proroga da parte dell’autorità competente;

d) di trasmettere la presente deliberazione alla proponente Società Santa Maria srl;

e) di trasmettere la presente deliberazione per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di rispettiva competenza ai partecipanti alla Conferenza di Servizi: Regione Emilia-Romagna Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna, ARPAE di Ravenna, ARPAE di Ferrara, Provincia di Ravenna, Provincia di Ferrara, AUSL della Romagna, Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Unione dei Comuni Valli e Delizie Argenta – Ostellato – Portomaggiore, Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara – Circondario Polesine San Giorgio ed HERA SPA;

f) di pubblicare integralmente la presente deliberazione e tutti gli allegati che ne costituiscono parte integrante e sostanziale sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione all’indirizzo: https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas e per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

g) di rendere noto che contro il presente provvedimento è proponibile il ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 (sessanta) giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 (centoventi) giorni; entrambi i termini decorrono dalla data di pubblicazione nel BURERT;

h) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvede ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it