E-R | BUR

n.228 del 27.07.2022 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Bando di Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 (uno) posto nei ruoli dell’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna, Area Funzionale B (CCNL Comparto Funzioni Centrali / Enti Pubblici non economici) - posizione economica B1 – Area amministrativa, personale non dirigente, con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno ed indeterminato

In esecuzione della deliberazione n. 109 adottata dal Consiglio Direttivo dell'Ordine, nella seduta del 5/7/2022, di approvazione del seguente bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, ai fini della copertura del posto vacante in argomento:

Viste le Leggi n. 104/1992 e n. 68/1999 recanti norme per il diritto al lavoro dei disabili nonché il relativo regolamento di esecuzione n. 333 del 10 ottobre 2000;

Visto il D.Lgs. 11 aprile 2006, n. 198, recante "Codice delle pari opportunità tra uomo e donna", a norma dell'art.6 della Legge 28 novembre 2005, n. 246; (le denominazioni maschili utilizzate nel presente bando per convenzione linguistica sono da considerarsi valide per entrambi i generi);

è indetto pubblico concorso, per titoli ed esami, ai fini della copertura di n. 1 posto a tempo pieno e indeterminato di area B, posizione economica B1 — profilo professionale: Operatore Amministrativo.

Alla predetta posizione è attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dalle disposizioni legislative vigenti, nonché dal CCNL del Comparto del personale non dirigente Funzioni Centrali 2019 - 2021.

Art. 1 - Requisiti dl ammissione

Alla procedura di concorso pubblico possono partecipare i candidati in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:

1) Cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno Stato membro dell'Unione Europea;

2) Età non inferiore ai 18 anni (diciotto);

3) Godimento dei diritti civili e politici (i candidati di cittadinanza diversa da quella italiana devono godere dei corrispondenti diritti civili e politici negli stati di appartenenza/provenienza);

4) Diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da Istituti riconosciuti a norma dell'ordinamento scolastico dello Stato; i diplomi conseguiti all'estero saranno ritenuti utili purché riconosciuti, con apposito provvedimento, equipollenti ad uno dei diplomi italiani. A tal fine nella domanda di concorso i candidati dovranno indicare gli estremi del Bando di Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 (uno) posto nei ruoli dell’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna, Area Funzionale B (CCNL Comparto Funzioni Centrali / Enti Pubblici non economici) - posizione economica B1 – Area amministrativa, personale non dirigente, con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno ed indeterminato provvedimento di riconoscimento dell'equipollenza in base alla normativa vigente;

5) Assenza di condanne penali e della pendenza di procedimenti penali che, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, ostino all'instaurazione del rapporto di impiego con le pubbliche amministrazioni;

6) Assenza di provvedimenti di licenziamento, destituzione o dispensa dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione: non possono accedere all'impiego coloro che siano stati licenziati ovvero destituiti o dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento o per ulteriori motivi disciplinari, ovvero siano stati dichiarati decaduti a seguito dell'accertamento del conseguimento dell'impiego mediante la produzione di documenti falsi, ovvero affetti da nullità non sanabile, o mediante dichiarazioni mendaci o, comunque, con mezzi fraudolenti;

7) Idoneità fisica all'impiego, fatta salva, per le persone diversamente abili, l'applicazione di quanto disposto dalla Legge 12/3/1999, n. 68 e s.m.i.;

8) Posizione regolare in ordine all'assolvimento dell'obbligo di leva, per quanti al medesimo assoggettati;

9) Conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, nonché della Lingua Inglese ad un livello di autonomia, secondo i parametri di classificazione previsti dal Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER);

La carenza di uno solo dei requisiti prescritti alla data di scadenza del termine ultimo stabilito dal presente Bando per la presentazione delle domande di ammissione, comporta la non ammissione alla procedura concorsuale, ovvero, nel caso di carenza riscontrata all'atto di assunzione, la decadenza dal diritto. L'Ordine si riserva di accertare d'ufficio il possesso dei suddetti requisiti nonché le cause di risoluzione dei precedenti rapporti di impiego.

Art. 2 - Termini e modalità per la presentazione della domanda

Le domande di ammissione alla procedura di concorso pubblico dovranno pervenire, a pena di esclusione, presso la Segreteria dell'Ordine, con le modalità sotto specificate entro le ore 12.00 del trentesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente Bando per estratto nel Bollettino Ufficiale Regione Emilia-Romagna.

Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.

Il termine per la presentazione delle domande e della documentazione da allegare è perentorio; l'eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di efficacia.

La domanda, indirizzata al Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna, riporterà la dicitura "DOMANDA Dl AMMISSIONE AL CONCORSO PER TITOLI ED ESAMI – B1" e dovrà pervenire secondo una delle seguenti modalità:

1. a mano presso la sede dell'Ordine a Bologna, Via G. Zaccherini Alvisi n.4, negli orari di apertura al pubblico degli Uffici di Segreteria. ln tal caso l'Ufficio rilascerà al candidato una ricevuta attestante l'avvenuta presentazione;

2. a mezzo PEC, inviando la domanda e la documentazione da allegare al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata segreteria.bo@pec.omceo.it

La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna.

L'Amministrazione non si assume alcuna responsabilità nel caso di impossibilità di apertura dei file allegati.

Le domande inviate con modalità diverse da quelle sopra indicate o pervenute in data successiva al termine indicato non saranno prese in considerazione.

Il candidato ha, inoltre, l'obbligo di comunicare, con uno dei mezzi sopraindicati eventuali variazioni di indirizzo e/o di recapito (PEC).

L'Ordine è sollevato da qualsiasi responsabilità nel caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda e da eventuali disguidi imputabili a terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

Art. 3 - Contenuto della domanda

La domanda di ammissione dovrà essere compilata utilizzando lo schema prestampato allegato al bando di cui è parte integrante (Allegati A, B, C). Il Bando è disponibile sul sito internet dell'Ente (https://www.odmbologna.it/) nella sezione Amministrazione Trasparente.

Nella domanda di partecipazione al concorso, debitamente sottoscritta, il candidato, ai sensi degli artt. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 445/2000, sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle conseguenze penali previste dall'articolo 76 del predetto decreto presidenziale, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, deve obbligatoriamente dichiarare:

a) Cognome, nome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza o domicilio, codice fiscale, recapito telefonico e indirizzo email;

b) Eventuale indirizzo di posta elettronica certificata per la ricezione di tutte le comunicazioni relative al presente bando;

c) Il possesso della cittadinanza italiana fatte salve le eccezioni richiamate al precedente articolo 1;

d) Il godimento dei diritti civili e politici;

e) Il titolo di studio posseduto;

f) I titoli di servizio;

g) L'idoneità fisica all'impiego e alle mansioni proprie del profilo professionale oggetto del presente bando, fatte salve le eccezioni richiamate al precedente Art. 1;

h) L'assenza di condanne penali e della pendenza di procedimenti penali che, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, ostino all'instaurazione del rapporto di impiego con le Pubbliche Amministrazioni;

i) La conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;

j) La conoscenza della lingua inglese ad un livello di autonomia, secondo i parametri di classificazione previsti dal QCER;

k) L'assenza di provvedimenti di licenziamento, destituzione o dispensa dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione;

l ) Per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985, la posizione regolare riguardo agli obblighi militari;

m) Di avere preso visione e di accettare in modo pieno e incondizionato le disposizioni del presente bando;

n) Il consenso al trattamento da parte dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna dei propri dai personali, ai sensi dell'art. 13 del Regolamento U.E. n. 679/2016, per le finalità di gestione della procedura selettiva e dell'eventuale assunzione;

o) L'eventuale appartenenza alle categorie disciplinate dalla Legge 104/92 e 68/1999 con la specifica in relazione al proprio handicap dell'eventuale ausilio necessario nonché della necessità di tempi aggiuntivi in sede di prova;

p) Il possesso di eventuali titoli di preferenza di cui ai commi 4 e 5 dell'art 5 del Decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, ed eventuali figli a carico. La documentazione relativa a tale possesso dovrà essere presentata contestualmente alla domanda, salve le ipotesi di cui agli artt. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 445/2000

La firma in calce alla domanda, ai sensi dell'art. 39 del Decreto del Presidente della Repubblica 28/12/2000, n. 445 "Testo unico sulla documentazione amministrativa", non è soggetta ad autenticazione.

La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione.

Alla domanda il candidato deve allegare:

- la fotocopia di un documento di identità in corso di validità alla data di ricezione della domanda stessa da parte dell'Ordine. La domanda non corredata dalla fotocopia del documento di identità è esclusa.

- un'ulteriore dichiarazione, a pena di esclusione, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 445/2000, di possesso dei titoli, con esclusivo riferimento a:

Titoli di studio

Tutti i candidati al concorso dovranno dichiarare nella domanda di partecipazione il diploma di istruzione di secondo grado di durata quinquennale posseduto, precisando la data del conseguimento;

Titoli di servizio

Esperienze di lavoro legittimamente maturate presso Amministrazioni Pubbliche (o società interamente pubbliche) e/o soggetti privati o di lavoro autonomo con mansioni inerenti il posto messo a concorso, debitamente documentate. Al fine di una corretta valutazione, dovrà essere specificata la data di inizio e fine delle singole esperienze e dovranno essere riportate in maniera sintetica le relative mansioni e responsabilità.

Nel caso in cui il candidato ometta di produrre la dichiarazione relativa al titolo posseduto e/o al servizio prestato, il requisito dell'ammissibilità si riterrà soddisfatto e il titolo/servizio prestato sarà oggetto di valutazione solo qualora il dato risulti comunque dalla domanda ovvero dal CV, senza possibilità di integrazione della stessa.

L 'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna provvederà ad effettuare i controlli del caso allo scopo di verificare la veridicità delle dichiarazioni rese nella domanda e nella dichiarazione relativa al possesso dei titoli, ai sensi dell'articolo 71 Decreto del Presidente della Repubblica.

ln caso di esito negativo il dichiarante, in qualsiasi tempo, decade dai benefici conseguenti alla dichiarazione risultata non veritiera e l'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna si riserva di risolvere senza preavviso il contratto eventualmente già stipulato, ferme restando le dovute segnalazioni alle Autorità competenti al fine dell'accertamento delle responsabilità penali in caso di dichiarazioni mendaci.

Per i candidati portatori di handicap, che hanno necessità per sostenere la prova d'esame, di ausili, in relazione alla propria disabilità, è necessario allegare autocertificazione indicante la disabilità.

Per qualsiasi chiarimento in ordine alla procedura concorsuale i candidati potranno prendere contatti con la Segreteria negli orari di apertura (tel. 051.39.97.45).

Art. 4 - Commissione esaminatrice

La Commissione esaminatrice è nominata con separato provvedimento dal Consiglio Direttivo dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna in osservanza dei principi e dei criteri stabiliti dall'articolo 9 del Decreto del Presidente della Repubblica 9/5/1994, n. 487 nonché dall'art. 35, comma 3, lett. e) e dall'art. 35 bis, comma 1, del Decreto Legislativo 165/2001 e s.m.i.

Il provvedimento di nomina, che verrà adottato dal Consiglio Direttivo in data successiva all'approvazione del Bando di Concorso, è reso noto mediante pubblicazione sul sito istituzionale dell'Ordine https://www.odmbologna.it nella sezione Amministrazione Trasparente.

Art. 5 - Punteggi delle prove e valutazione titoli

Alle operazioni di valutazione procederà la Commissione esaminatrice di cui all'art. 4 del presente bando.

Il punteggio complessivo a disposizione della Commissione è pari a settanta punti e verrà assegnato secondo i seguenti criteri:

- Titoli di studio e di servizio: max Punti 10

- Prova scritta: max Punti 30

- Prova orale (comprensiva di una prova pratica sulle capacita’ di utilizzo dei mezzi informatici): max Punti 30

I titoli ammessi a valutazione sono:

a) Servizio prestato presso Enti Pubblici con particolare riguardo al servizio prestato presso Ordini di Professioni Sanitarie;

b) Eventuale possesso di Diploma di Laurea in materie giuridico-economiche;

c) Partecipazione a seminari e corsi di aggiornamento in competenza ordinistica.

Per la valutazione dei titoli la Commissione disporrà di un massimo di 10 punti, da ripartire come in appresso:

a) Servizi prestati presso Enti Pubblici anche non continuativi; punti 0,3 per ciascun mese lavorato in caso di servizio prestato presso Ordini di professioni sanitarie - punti 0,1 negli altri casi ammessi, fino ad un massimo di punti 6;

b) Laurea vecchio ordinamento 1 punto; Laurea magistrale a ciclo unico 1 punto: Laurea triennale 0,5 punti; Laurea specialistica 1 punto;

c) Partecipazione a seminari i corsi di aggiornamento in materia di interesse e competenza ordinistica fino ad un massimo di 3 punti (0,3 punti per mezza giornata).

Prova scritta: max Punti 30

Prova orale e pratica: max Punti 30

Art. 6 - Prove d'esame

Gli esami consisteranno in una prova scritta e in una prova orale, ciascuna valutata in trentesimi.

ln presenza di un numero superiore di 50 domande di ammissione al concorso, le prove d'esame potranno, a seguito di valutazione da parte della Commissione, potranno essere precedute da una prova preselettiva, che consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla, mediante somministrazione di questionario da riconsegnare nel termine di 60 minuti, aventi per oggetto argomenti di cultura generale e materie delle prove concorsuali.

Per l'espletamento della prova preselettiva, l'Ente potrà avvalersi di terzi. Saranno ammessi alla prova scritta, i candidati che, effettuata la preselezione, risulteranno collocati nella relativa graduatoria entro i primi 50 posti. I candidati classificati al cinquantesimo posto con pari punteggio verranno tutti ammessi alle prove scritte. Sul sito internet https://www.odmbologna.it/ verrà dato avviso delle date e delle modalità di svolgimento dell'eventuale prova preselettiva e/o della prova scritta. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti dei candidati che hanno inoltrato la domanda di partecipazione al concorso.

I candidati che avranno partecipato all'eventuale preselezione dovranno consultare il sito dell'Ente per avere notizia della loro ammissione o meno alla prova scritta e della data e modalità di svolgimento.

Sempre tramite il sito https://www.odmbologna.it/ verrà data comunicazione della graduatoria degli ammessi alla prova orale e verrà dato avviso sulle modalità di svolgimento della stessa almeno 15 giorni prima. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti dei candidati ammessi.

ln caso dell'espletamento delle prove in presenza, i candidati dovranno presentarsi il giorno fissato per la prova scritta e la prova orale, muniti, pena esclusione, del documento d'identità personale in corso di validità e della documentazione prevista dai protocolli della Funzione Pubblica che regolano lo svolgimento dei concorsi pubblici e adottati per fronteggiare l'emergenza sanitaria Covid-19.

Art. 7 - Oggetto delle prove d'esame e punteggi relativi

La prova scritta consisterà in quiz e/o risposte aperte, e verterà su elementi di diritto amministrativo, nozioni di trasparenza e anticorruzione applicate agli Ordini Professionali, legislazione ordinistica, codice deontologia medica, normativa riguardante le funzioni e l'organizzazione degli Ordini delle professioni sanitarie, principi di contabilità pubblica applicati agli Ordini Professionali, nozioni di informatica e lingua straniera.

Dopo la valutazione della prova scritta l'elenco dei candidati che avranno superato la prova sarà pubblicato nel sito istituzionale dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente e avrà valore di notifica a tutti gli interessati, ad ogni effetto di legge.

Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato nella prova scritta un punteggio minimo di 21/30.

La prova orale verterà sui medesimi argomenti previsti per la prova scritta ed in tale occasione sarà inoltre verificata la conoscenza dell'uso degli strumenti informatici e della lingua inglese.

La prova orale si intende superata se i candidati avranno ottenuto la votazione di almeno 21/30.

La votazione complessiva sarà data dalla somma dei voti conseguiti nelle due prove descritte e dai punti attribuiti per titoli.

Durante lo svolgimento delle prove i candidati non potranno comunicare tra loro in alcun modo né utilizzare telefoni cellulari o altro materiale cartaceo e/o elettronico, pena l'immediata esclusione dalle prove concorsuali.

L'assenza ad una delle prove comporterà l'esclusione dal concorso, qualunque ne sia stata la causa.

Art. 8 - Formazione e approvazione della graduatoria

La graduatoria finale di merito sarà formulata dalla Commissione Esaminatrice, all'esito della prova orale, secondo l'ordine decrescente di punteggio, determinato sulla scorta della votazione complessiva riportata da ciascun candidato nella prova scritta, prova orale e valutazione titoli, con l'osservanza, a parità di punteggio, dalle preferenze previste dall'art. 5, comma 4, del Decreto del Presidente della Repubblica 487/1994 e s.m.i.

Qualora persistano ulteriori parità, sarà preferito il candidato più giovane di età, ai sensi di quanto previsto dalla Legge 16/6/1998, n. 191.

Sarà dichiarato vincitore il candidato utilmente collocato nella graduatoria di merito, formata come sopra indicato e sotto condizione dell'accertamento del possesso dei requisiti prescritti per l'ammissione al concorso.

La graduatoria sarà, quindi, approvata dal Consiglio Direttivo dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna e verrà pubblicata sul sito istituzionale dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna (https://www.odmbologna.it/) nella sezione Amministrazione Trasparente, con valore di notificazione a tutti gli interessati, ad ogni effetto di legge.

Dalla data di pubblicazione di detta graduatoria decorrerà il termine di 15 giorni per presentare reclamo scritto all'Ente per eventuali errori ed omissioni.

La data di pubblicazione di detta graduatoria costituirà il termine di decorrenza per eventuali impugnative.

La graduatoria, immediatamente efficace dalla data della sua pubblicazione, ha validità biennale dalla data medesima di pubblicazione, secondo le prescrizioni vigenti in materia (art. 35, comma 5 ter, del Decreto Legislativo 165/2001 modificato dall'art. 1, comma 149, della Legge 160/2019).

L'Amministrazione si riserva la facoltà di utilizzo della graduatoria finale di merito anche per eventuali assunzioni di personale della medesima categoria e profilo professionale, ai fini della copertura di posti che si rendessero vacanti nella dotazione organica dell'Ente anche a tempo determinato.

Art. 9 - Presentazione dei documenti e nomina del vincitore

Il candidato dichiarato vincitore prima di procedere alla stipula del contratto individuale di lavoro, ai fini dell'assunzione, a pena di decadenza, dovrà far pervenire all'Ente tutti i documenti richiesti dal bando a eccezione delle certificazioni rilasciate 9 dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti che sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli art. 46 e 47 del DPR 28/12/2000, n. 445.

Le firme apposte sui documenti che i candidati sono tenuti a presentare non sono soggette a legalizzazione. Non sono ammessi riferimenti a documenti presentati a qualsiasi titolo presso altre pubbliche amministrazioni; entro il termine per la stipula del contratto il vincitore, sotto la propria responsabilità, deve altresì dichiarare di non avere altri rapporti a tempo pieno di lavoro pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall'art. 53 del D.lgs. n.165/2001.

Art. 10 - Periodo dl prova

Il periodo di prova avrà la durata prevista dal CCNL in vigore e non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza. Nel caso in cui il vincitore, assunto in prova così come prevista dal CCNL in vigore, sebbene regolarmente invitato a prendere servizio, non si presenti, senza giustificato motivo, nel giorno fissato per la stipula del contratto, sarà dichiarato decaduto con comunicazione scritta da parte dell'Ente.

Art. 11 - Trattamento dati personali

Ai sensi della normativa vigente in materia di dati personali, del Regolamento UE 2016/679, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna, in qualità di Titolare del trattamento, per la finalità di gestione del concorso e saranno trattati, anche successivamente all'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione di requisiti richiesti per la partecipazione al concorso, pena l'esclusione dallo stesso.

Le medesime informazioni potranno essere utilizzate unicamente per lo svolgimento del concorso relativamente alla posizione giuridica del candidato. Tali dati potranno essere comunicati a soggetti terzi che forniranno specifici servizi elaborativi strumentali allo svolgimento della procedura concorsuale. I dati personali dei candidati saranno trattati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa, fatto salvo un ulteriore periodo di conservazione che potrà essere previsto da norme di legge.

Ogni candidato godrà dei diritti previsti dalla normativa vigente quale l'accesso ai dati che lo riguardano; avrà il diritto di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge e di opporsi al trattamento degli stessi per motivi illegittimi. L'interessato può esercitare, per motivi legittimi, i diritti di cui agli artt. 15 - 22 del REG. UE 2016/679 e contattare il RPD dell'Ordine all'indirizzo pubblicato sul sito istituzionale dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna (https://www.odmbologna.it/), ovvero l'Ente ai recapiti sopra indicati.

Art. 12 - Disposizioni finali

La partecipazione alla selezione implica l'accettazione esplicita ed incondizionata delle disposizioni stabilite dal presente bando.

L'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna si riserva il diritto di modificare o revocare il presente bando, nonché prorogarne o riaprirne i termini, senza che, in alcun caso, i candidati possano vantare diritti di sorta.

Per quanto non espressamente previsto dal presente bando si rinvia alle disposizioni regolamentari, per quanto applicabili, e alle norme legislative e contrattuali vigenti in materia.

Il presente bando viene pubblicato anche sul sito istituzionale dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna (https://www.odmbologna.it/) in Homepage e nella sezione Amministrazione Trasparente, nonché per estratto sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 4 A serie speciale "Concorsi ed Esami".

Per informazioni sul presente bando di concorso, gli interessati, potranno rivolgersi all'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Bologna, Via G. Zaccherini-Alvisi n.4 (tel.051-399745).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it