E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi della L.R. 4/2018 - Procedimento di autorizzazione unica di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) ai sensi del Capo III della L.R. 4/2018 relativo al progetto denominato: “Miglioramento dell’idrodinamismo dell’area Bassunsin all’interno della Sacca di Goro” nel Comune di Goro (FE) che comprende la Concessione demaniale marittima di cui all’art. 4 DGR 2360/2019

La Regione Emilia-Romagna, Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, avvisa che il CO.SA.GO, Società Consortile a responsabilità ha presentato istanza per l’avvio del procedimento unico di VIA per il progetto denominato Miglioramento dell’idrodinamismo dell’area Bassunsin all’interno della Sacca di Goro in data 26 ottobre 2021 acquisita in protocollo n.990549.

Il presente avviso al pubblico tiene luogo delle comunicazioni di cui agli articoli 7 e 8, commi 3 e 4, della L. 241/90.

Il progetto è:

- localizzato in Provincia di Ferrara

- localizzato nel Comune di Goro

- ricade parzialmente nel territorio della Riserva Naturale dello Stato “Dune e isole della Sacca di Gorino” e parzialmente all’interno del territorio del Parco regionale del Delta del Po, Stazione Volano – Mesola - Goro; è interamente compreso nel sito Natura 2000 ZSC-ZPS “IT4060005 -Sacca di Goro, Po di Goro, Valle Dindona, Foce del Po di Volano”

Il progetto appartiene alla tipologia progettuale di cui agli allegati B.1 della LR 4/2018, nello specifico alle opere di cui al punto B.1.5 “opere di canalizzazione dei corsi d’acqua”.

E’ assoggettato a VIA in quanto ricadente all’interno del territorio del Parco regionale del Delta del Po, Stazione Volano – Mesola -Goro, è interamente compreso nel sito Natura 2000 ZSC-ZPS “IT4060005 -Sacca di Goro, Po di Goro, Valle Dindona, Foce del Po di Volano” parzialmente nel territorio della Riserva Naturale dello Stato “Dune e isole della Sacca di Gorino”

Il progetto viene realizzato all’interno della Sacca di Goro, nella zona interposta tra il nuovo e vecchio Scanno e prevede due interventi principali:

- escavo di un canale sublagunare per il miglioramento della circolazione idraulica (205.000 mc per una lunghezza lineare di 3.050m);

- deposito del materiale di scavo per incremento superficie a favore della nidificazione di avifauna (n. 6 aree di deposito: Area 1 45.000 mc; area 2 25.000 mc; Area 3 15.000 mc; Area 4 30.000 mc; Area 5 30.000 mc; Area 6 60.000 mc).

Obiettivo del progetto è il miglioramento della circolazione idraulica della zona interposta fra il nuovo e vecchio scanno, nella porzione nord-est della Sacca di Goro, utile al mantenimento delle condizioni ottimali all’attività di molluschicoltura praticate nella sacca.

Lo scavo del canale contribuisce a mantenere in uno stato di conservazione soddisfacente l’habitat prioritario 1150* Lagune (all’art. 3 punto 1 della Direttiva Habitat). Il deposito del materiale di escavo diversifica l’ambiente creando habitat di specie, cioè superfici idonee alla nidificazione di avifauna.

Entrambi gli interventi pertanto contribuiscono a migliorare, mantenere e favorire la biodiversità e i servizi eco-sistemici del sito in questione.

L’emanazione del Provvedimento autorizzatorio unico regionale comprende le seguenti autorizzazioni, intese, concessioni, licenze, pareri, concerti, nulla osta e assensi comunque denominati, necessari alla realizzazione ed esercizio del progetto e indicati ai seguenti punti:

- Provvedimento di VIA

- Valutazione di Incidenza

- Autorizzazione Paesaggistica

- Parere in merito alla gestione della Riserva Naturale dello Stato “Dune e isole della sacca di Gorino” e porzione del sito RN 2000

- Autorizzazione all’ingresso dei mezzi nell’Area di Tutela Biologica Bassunsin

- Concessione demaniale marittima

- Parere sulla caratterizzazione del materiale escavato

- Parere di compatibilità al Regolamento del Codice della Navigazione

- Parere di conformità Urbanistica/Edilizia per opere pubbliche non soggette ai titoli abilitativi

Ai sensi dell’art. 16 della L.R. 4/2018 la documentazione è resa disponibile per la pubblica consultazione sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna: (https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavasweb/).

Entro il termine di 30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione sul sito web della Regione Emilia-Romagna del presente avviso, chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e del relativo studio ambientale, presentare in forma scritta le proprie osservazioni, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi, inviandoli mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it o trasmettendoli per posta ordinaria alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n.8 – 40127 Bologna.

Il modulo per l’inoltro delle osservazioni è scaricabile al seguente link: https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/sviluppo-sostenibile/temi-1/via/osservazioni_via

Le osservazioni saranno integralmente pubblicate sul sito della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavasweb/).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it